Utente
Buona sera, scusi gli errori di grammatica perche non sono italiana, ma sono disperata perche il ortopedico al ospedale non mi ascolta e non da nessun risposta alle mie domande. Ho cercato informazioni in internet ma sono rimasta ancora piu confusa.
Sono stata operata a febbraio 2010 per una frattura al malleolo pereonale destra, con placca e 6 viti, piu vite interframmentaria. Adesso la caviglia non e piu gonfiata, di solito non fa male e ho ripreso un po di sport e la camminata in montagna.
Il problema e che fa male mettere scarpone da sci o da montagna perche fa pressione sulle viti, allora penso che sarebbe opportuno rimuovere la placca e viti. Anche l'ortopedico sembra d'accordo, ma mi ha trattato in modo cosi frettoloso e arrogante che ho un po paura farmi operare da lui. Non ha risposto alle mie domande su rischi, anasthesia, tempi di recupero, ecc. Se qualcuno sa darmi qualche consigli sarei molto molto grata:

- E consigliabile rimuovere placca viti se la frattura e guarita bene?

- La rimozione dopo un anno va bene o sarebbe migliore aspettare ancora?

- Quale sono i rischi di questo intervento? Esiste il rischio che ho piu problemi dopo l'intervento che prima (visto che adesso va piuttosto bene)?

- L'ortopedico mi ha parlato di anesthesia locale. Cosa significa esattamente? Vorrei capire se sara sufficiente perche ho letto in internet che l'intervento e molto doloroso con anesthesia locale (per il primo intervento ho avuto l'anesthesia spinale e sono stata 3 notti in ospedale).

- Como sono in generale i tempi di recupero? E vero che si puo camminare subito senza usare le stampelle? Quanto tempo ci vuole per riprendere a camminare normalmente e fare attivita sportiva (sci, corsa, bici...)?

- I buchi nel osso si chiudono o rimangono? L'osso sara sempre piu debole?

- sarabbe importante fare un altro ciclo di fisioterapia dopo questo intervento per avere il migliore risultato?

Scusi per le tante domande. Rimango a disposizione se avete bisogno di ulteriori chiarimenti. Mille mille grazie per la vostra disponibilita e gentilezza per aiutare le persone.

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, allora:
Conviene sempre rimuovere placca e viti, e se ben guarita lo si può fare anche dopo un anno.
L'intervento si fa con anestesia o spinale o della gamba, non locale in senso stretto.
Si cammina di solito per qualche giorno con le stampelle, non si fa sport per uno o due mesi per permettere ai buchi nell'osso di richiudersi e guarire bene.
Di solito, la fisioterapia non serve, ma siamo tutti diversi e può darsi che qualcosa si debba fare.
È comunque un intervento molto meno invasivo di quello che ha già fatto.
Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la sua risposta, molte gentile e chiara. Mi ha rassicurato, ma ho ancora qualche dubbio.

Prima, sono quasi sicura che vorrei rimuovere la placca e viti, ma mi piacerebbe sapere se ci sono qualche rischi primi di farmi operare.

In secondo luogo, conviene trovare un altro medico al ospedale o cercare i soldi per pagare privatamente? L'ortopedico al ospedale mi sembra poco serio perche non ha prestato nessun attenzione all mie domande, ha detto solo che si fa con anestesia locale e si torna a casa lo stesso giorno camminando. Visto il suo comportamento brusco durante la visita (che non ha durato neanche 5 minuti) ho veramente paura che vuole solo fare tutto il piu velocemente possibile senza prendersi cura del paziente. Non so cosa fare.

Personalmente trovo importante che un medico sia in grado di communicare con i pazienti e la ringrazio tanto per la sua chiarezza e disponibilita.

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
di solito rischi non ce ne sono, tranne quelli che possono esserci sempre in ogni intervento chirurgico alla gamba come l'infezione e la flebite/trombosi delle vene (che vengono ridotti al minimo con le medicine che si danno per prevenzione prima e dopo l'intervento).
Non so cosa dirle riguardo al medico, potrebbe provare a fare un'altra visita all'ospedale con la richiesta del suo dottore sperando di non ritrovarci sempre il solito ortopedico!
Saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora.
Le medicine per prevenzione significa che dovro fare iniezione di clexane come dopa il primo intervento?
Adesso cerco di fare una visita a un'altro ospedale per trovare un altro medico. L'ultima domanda: se devo aspettare tanto per fare la vista e poi l'intervento con un altro medico, diventa piu complicato rimuovere la placca e viti? (un fisioterapista ma ha detto che puo diventare piu difficile perche l'osso cresce intorno alla placca).
Vorrei solo tornare a fare sport e andare in montagana........
Mille grazie.

[#5]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Sei mesi in più o in meno non credo chenpossano rendere più difficile la rimozione.
Probabilmente, a disczione del medico, qualche iniezione come quella che dice andrà fatta.
Saluti cordiali.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie.
Sono riuscita a predere un appuntamento in un altro ospedale, spero di trovare un medico competente.
Grazie mille per le informazioni e la sua gentilezza. Se ho altre domande mi piacerebbe chidere a lei.

[#7] dopo  
Utente
Buona sera. Grazie molto del aiuto, sono riuscita a fare una visita con un altro medico un po piu disponibile e gentile. Ma ho ancora un dubbio sul'anestesia: Qui fanno l'intervento con anestesia locale (mi hanno spiegato che consiste in qualche inieziono intorna alla cicatrice, come dal dentista), e' normale? Perche' ha detto prima che "l'intervento si fa con anestesia o spinale o della gamba, non locale in senso stretto"? Vorrei solo capire se va bene l'anestesia locale o se c'e qualche rischio o qualche ragione per non usarla. Ho paura che vogliono solo fare l'intervento il piu velocemente possible e non vorrei avere male o avere problemi per questo.
GRAZIE.