Utente
Salve sono qui per chiedere informazioni su un problema che mi affligge alle dita appena inizio a lavorare!!!
Ogni volta che lavoro dopo circa un mese le mie dita incominciano a bloccarsi alla mattina sulla seconda falange ( per ora dito medio e un po' l'indice)...causando una specie di dito a scatto...alla mattina o le mani anche gonfie...
questo scatto passa dopo che il dito scatta per più volte aprendo e chiudendo la seconda falange...questo problema lo già avuto 2 anni fa che mi a portato ad stare a casa per un anno dal lavoro...e adesso sto rincominciando...
i sintomi di due anni fa sono uguali a quelli che mi stanno succedendo ora tranne che due anni fa mi prendevano tutte le dita sempre alla seconda falange!!! ma so già che più andrò avanti e più mi si bloccheranno e alla fine mi causerà una difficolta a mantenere chiusa la mano stringendo delle cose!!!
due anni fa o fatto tutti gli esami del mondo...esami del sangue, lastre, l'esame quello che ti causano le scosse nel braccio fino alle dita, esami per i reumatismi, esame con lo specialista dei nervi, chi più ne ha mi ne metta...ma tutto questo non a portato a niente...sono disperato perché mi sta risuccedendo ciò che mi era capitato...
Vi chiedo un aiuto dal profondo del cuore perché voglio lavorare e voglio risolvere sto inferno!!!
grazie mille

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

forse tutti quegli esami erano non necessari: verosimilmente si tratta (e si trattava) di un banalissimo dito a scatto, patologia molto comune e che non richiede alcun esame diagnostico, ma una semplice visita specialistica.

Data la tendenza alla recidiva, probabilmente conviene fare l'intervento chirurgico, che si fa in anestesia locale, ambulatoriamente e dura 1 o 2 minuti: è l'unica soluzione che le consente una guarigione completa e soprattutto definitiva.

Buon pomeriggio.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente
Salve...
La ringrazio prima di tutto della risposta... i medici che mi hanno controllato mi avevano detto che non era dito a scatto!!!
Cmq io sono tutt'ora convinto che lo sia!!!
Cmq il dito a scatto può venire alle seconda falange invece che alla base del dito?
Un altra domanda può anche passare? siccome due anni fa lo avevo poi sono stato a casa e mi e passato... e d'ora e ritornato...
Poi mi dissero che se lo avevo solo alla mattina non era dita a scatto siccome il dito a scatto ti si blocca anche durante la giornata!!!
scusi se le faccio tutte queste domande ma non ne posso più!!!
la ringrazio di nuovo

[#3]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Esistono sedi e cause diverse di scatto: la più comune è tendinea ed è alla base del dito, ma può trattarsi anche di uno scatto articolare nell'articolazione IFP (interfalangea prossimale) o anche tendineo ma più distale.

Deve fare, in questo caso, un'ecografia dinamica con sonda ad alta frequenza, per stabilire con certezza sede e causa dello scatto.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente
ok grazie mille di nuovo per la risposta...
mi sembra forse di uscere da un tunnel parlando con lei!!!
Cmq io sono di Bergamo... non conosce qualcuno di bravo specializato a Bergamo o Milano? (se può dirmeli, o per lo meno un ospedale specializato!)
Volevo domandarle un altra cosa ..se mi scattano le dita non ho il tunnel carpale...anno sintomi differenti!?
La ringrazio di nuovo e aspetto sue notizie

[#5]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
A Bergamo non conosco.

A Milano ci sono molti nomi e ottimi ambienti ospedalieri (ad es. il G. Pini), ma non posso farle nomi specifici di professionisti.

Certamente non si tratta si tunnel carpale (in questo caso si addormentano le prime tre dita, specie di notte).
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#6] dopo  
Utente
ok la ringrazio infinitivamente... le faro sapere se e possibile cosa mi diranno i dottori qui a milano!!! grazie mille

[#7]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale