Utente
buongiorno,
circa due mesi fa, aprendo una portafinestra scorrevole dentro casa, questa si è sganciata dall'alto e mi è caduta addosso, per cercare di sostenerla, sono caduta violentemente a terra battendo sul pavimento tutte e due le ginocchia.
dopo qualche giorno, poichè il dolore e il gonfiore al gin sx non passava sono andata al pronto soccorso, rx negativa, diagnosi borsite da curare con antifiammatori e ghiaccio. A distanza di 10 giorni la situazione rimaneva uguale. quindi ho fatto un nuovo consulto, diagnosi :offite da curare con 3 diatermie. Fatto questo il dolore e il gonfiore non passa quindi decido di farmi una risonanza magnetica a distanza di 1mese e mezzo dall'infortunio.
Risultato:
Sfumata iperintensità di segnale nella compagine del corno posteriore del menisco interno in rapporto ad iniziali fenomeni involutivi.
Nei limiti il menisco esterno i legamenti crociati ed i collaterali.
Ispessimento iperintenso del tessuto sottocutaneo peri-infrapatellare in rapporto a borsite post-traumatica.
Il ginocchio è sempre gonfio e fa male se lo tocco e se lo piego molto.
Ho fatto un nuovo consulto:
terapia: 2 compresse al giorno di Fortilase
e impacchi di Ittiolo durante la notte
Riprendere gli esercizi muscolari per tonificare muscolo della gamba (cyclette) prima frequentavo regolarmente palestra facendo anche spinning.
Domanda:
Questa terapia guarirà il mio ginocchio?
Non c'è nessun farmaco che aiuti a togliere l'infiammazione?
Il mio ginoccchio resterà sempre gonfio?
Posso fare attività fisica?
Ringrazio anticipatamente per la risposta,
cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Mattei

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente
Sarebbe importante fare una diagnosi precisa della sua patologia.
Se si tratta di Borsite e se questa non regredisce con la terapia medica e la terapia locale andrebbe praticato l'intervento di asportazione della borsa.
Sottolineo di nuovo però che importante sarebbe fare una diagnosi precisa della patologia.
Cordiali saluti
Antonio Mattei

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta,
ma in che modo fare una diagnosi precisa, visto che non sono bastati 3 consulti un rx e una risonanza magnetica?

Sono davvero scoraggiata...

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Antonio Mattei

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La dignosi di borsite è in genere di tipo clinico solo qualche volta è necessaria una ecografia della parte.
D'altra parte già la RM evidenziava una borsite peri-infrapatellare.
Il gonfiore poi dovrebbe essere limitato alla zona della borsite e non esteso a tutto il ginocchio.
Spero di esserLe stato utile.
Cordiali Saluti
Antonio Mattei

[#4] dopo  
Utente
Rieccomi a distanza di quasi due mesi...la mia borsite non è risolta..il ginocchio.è ancora gonfio anche se di meno...e il dolore persiste...quindi lo specialista che ho consultato consiglia di asportare la borsite con un piccolo intervento.
Volevo chiedere, che conseguenze ci sono nel togliere la borsite?
Questo intervento viene eseguito in anestesia totale?
Grazie...cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente
Sono passati dei mesi ma ho ancora problemi con il mio ginocchio:
nel mese di ottobre mi è stata asportata la borsite in anestesia locale...
ma dopo l'intervento il mio ginocchio continua a rimanere gonfio e dolorante..
Ho fatto anche terapie con la Tecar senza ottenere alcun risultato.
Ho sensazione di bruciore all'interno del ginocchio e se lo tocco è indolenzito come se ci fosse un ematoma...non posso indossare pantaloni stretti sul ginocchio perchè la pressione su di esso mi procura dolore...e naturalmente non posso assolutamente mettermi in ginocchio..ed è gonfio nella parte inferiore...
quindi ho fatto una nuova Risonanza Magnetica e questo è il risultato:

Esiti di intervento a livello del piano sottocutaneo lungo del decorso del tendine sotto-rotuleo dove non rilevabile raccolte liquide peritendinee.
Non si rilevano significative alterazioni di segnale a carico delle strutture ossee esaminate.
Iperintensità del corpo posteriore del menisco interno in rapporto a meniscosi.
Regolare il menisco laterale.
Integri i componenti del pivot centrale ed i legamenti collaterali interno ed esterno.
Versamento intrarticolare nella gola intercondiloidea ed in sede sovra e sotto-rotulea.
Ispessimento delle settature del corpo adiposo di Hoffa.

Interpellato l'ortopedico..mi dice che nn c'è nulla di rilevante...che al massimo si potrebbe provare a fare delle punture di acido ialuronico,
mentre un osteopata dice che dipende tutto dalla mia schiena che nn essendo in asse non permette al ginocchio di ritornare in forma!
Un altro ecografista invece dice che secondo lui andrebbe aspirato questo liquido intrarticolare per capirne la natura e poi fare un'adeguata terapia antifiammatoria!

Insomma è passato un anno e con una semplice caduta non riesco a recuperare il mio ginocchio...e nn c'è niente di chiaro!
Qualcuno mi può aiutare?
Grazie per la risposta, cordiali saluti

[#6]  
Dr. Antonio Mattei

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Utente
Effettivamente la capisco per il disorientamento.
Naturalmente l'idea di aspirare il liquido ed esaminarlo per impostare la terapia mi pare la via meno percorribile!
Io le consiglierei di provare a fare ginnastica in acqua per almeno qualche settimana e poi vedere:
Se la sintomatologia regredisce allora forse non vale la pena di fare altro se invece persiste Le consiglierei una artroscopia chirurgica del ginocchio in quanto questa produzione di liquido sinoviale non è altro che l'espressione di una sofferenza articolare del ginocchio.
Cordiali saluti
Antonio Mattei