Utente
Buon Giorno a tutti i medici.

Non sò se capitano tutte a me, ma ho un problema alla gamba sinistra.
Sono stato fermo 2 mesi, non riesco a capire la causa, non ho avuto incidenti, niente...prima stavo benissimo

Il Punto è questo:
L'ho cerchiato:
[IMG]http://i40.tinypic.com/2saikqg.jpg[/IMG]

Quando premo sopra con la mano, sento che è dolente, ora per esempio stò in casa da qualche giorno ma quando cammino, cammino normalmente, poi se esco di casa, dopo 20, 30 minuti, incomincia a farmi male in quel punto ed incomincio a zoppicare. Possibile che una persona si rompe senza motivo?

Invece da 7 anni mi fà male (sempre quando cammino) il muscolo del trapezio, ed il braccio tutti i giorni, non mi hanno mai abbandonato.
Questo è il punto
[IMG]http://i40.tinypic.com/2m3qk2v.jpg[/IMG]

Ovviamente, nè ho parlato con il mio medico curante, ma non sà darsi una spiegazione.

Per il braccio e la spalla però posso dire che facevo pesi in casa così per conto mio.

Tutto questo che potrebbe essere?

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Devo premettere che le linee guida del sito che può leggere qui https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/ non consentono di indicare link a immagini di ogni tipo per cui non prendiamo visione nemmeno dei Suoi. Posso capire che il Suo medico non sappia darLe le spiegazioni che desidera, però visto il tempo trascorso dalla comparsa dei disturbi penso che potrebbe suggerire una visita specialistica, ortopedica o fisiatrica o reumatologica, a seconda del tipo e della sede dei dolori. Provi a chiedergli una soluzione di questo tipo.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente
Comunque non erano foto mie personali, io non faccio vedere cose mie sul web, erano solo immagini tipo corpo umano, quindi raffigurazioni, giusto per rendere l'idea.

Comunque ora per esempio non mi fà male niente, ma se cammino per lungo tempo incomincio ad avere fastidi. Boh??

Il mio medico curante non sà che tipo di raggi o che farmi fare, può essere qualunque cosa.

Però c'è una cosa che devo dirle (per il fatto del braccio e della spalla) ora ho quasi 29 anni, all'età di 17 anni ebbi un'incidente, cioè caddi giù da un balcone da un'altezza di 6-7 metri con la schiena per terra, ad alzarmi in quel momento mi alzai, ma sentii che c'erano fratture e contusioni multiple da tutte le parti e facevo fatica a respirare e a stare dritto con la schiena.....purtroppo non andai all'ospedale, guarii lentamente a casa in 6 mesi.....
Ho fatto una cavolata vero??
Può essere un motivo al dolore della spalla e dell braccio???

Vorrei risolvere sti problemi, ma immagino che prima debbo fare dei raggi o altro oppure bastano le visite da lei consigliate???

Infine dottore dica la verità, dopo tanti anni ormai il caso è cronico eh???

Grazie!!!

[#3]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Proverò a spiegarmi meglio.
In generale il paziente ha un problema e si rivolge al proprio medico curante, che visita il paziente e decide se farsi carico lui stesso del percorso diagnostico-terapeutico, e quindi prescrive se necessari gli accertamenti che ritiene opportuni e a esami visionati decide in completa autonomia diagnosi e terapia, oppure individua uno specialista a cui fare riferimento e a cui inviare il paziente. Lo specialista poi visita il paziente e decide gli esami necessari, dopo di che, una volta visti i risultati, decide la diagnosi e di conseguenza sceglie il trattamento. Non è possibile, a distanza e con la sola descrizione fatta, e quindi senza visitare il paziente, stabilire di cosa si tratta, e di conseguenza non è nemmeno possibile decidere se è conseguenza di una caduta o di che altro.
Sul fatto poi che Lei sia caduto da un balcone e abbia riportato "fratture e contusioni multiple da tutte le parti" ma non sia andato in ospedale guarendo in casa in 6 mesi, stento a crederlo: eravamo nel 2000 e in Italia. La "cavolata", se fosse vero, è stata fatta di chi aveva la responsabilità di provvedere a Lei che al tempo aveva solo 12 anni.
Quindi, in conclusione, prima si fa la visita e poi è il medico (curante o specialista) che decide che esami fare, e non il contrario, ancor più se come dice Lei il Suo medico "non sà che tipo di raggi o che farmi fare".
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#4] dopo  
Utente
E' Vero purtroppo, poi all'epoca non avevo 12 ma 17 anni...c'è scritto.

Ho avuto sempre una certa volonta nelle cose, in resistenza non ho mai avuto rivali e le dico di più:

Quando presi quella caduta e perchè dovevo recuperare un pallone (perso durante una partitella con amici) e pensate che dopo quella caduta continuai a giocare ancora, anche se per solo qualche minuto con sorpresa dei miei amici che mi applaudirono per quello che avevo fatto. Quindi credeteci.

Comunque ritornado in tema cercherò di provvedere.

Eventualmente dopo una ipotetica visita con conseguente terapia, che tipo di farmaci in questo caso si prendono?
Và abbinata anche una fisioterapia???

[#5]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
"dopo una ipotetica visita con conseguente terapia" farà le terapie che Le verranno prescritte. Secondo Lei come faccio a prevedere "che tipo di farmaci" o che fisioterapia dovrà fare se non so la diagnosi?
Rilegga attentamente la prima metà della mia precedente risposta e comprenderà a che punto del percorso compare la scelta del trattamento
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio prima di tutto per la pazienza.

La domanda che ho fatto vista così sembra molto sciocca questo è vero.

Allora precisiamo che io non capisco molto di medicina, si mi appassiona sapere cose importanti.....
Io semplicemente domandavo se (ammettiamo che fossero strappi, tendinite, problemi muscolari in generale) le cure più adatte fossero antinfiammatori, fiale.....comunque è giusto avete ragione, sara il medico a provvedere di persona al mio caso.

Purtroppo non ho vissuto molto bene questa condizione, camminare e ad un certo punto sentire la spalla sinistra dolorante e che poco dopo prende anche il braccio, non è il massimo....7anni, tutti i giorni. mhmh i brividi...

Infine chiedo un'ultima cosa: Quante probabilità ci sono che sia cronico???
(Sò che se si porta una patologia troppo a lungo, non se nè andra mai più...)