Utente
Gentili dottori,

Cercherò brevemente di spiegare la mia situazione clinica che mi sta facendo preoccupare. Circa 1 mese fa ho avuto un trauma al dito mignolo della mano sinistra(facendo il portiere di calcio): avendo già subito in passato lussazioni alle dita ahimè so riconoscere bene questo tipo di infortunio ma, questa volta, non vedevo il dito deformato. Ho messo del ghiaccio(avendo la parte inferiore del dito gonfio, soprattutto sulla parte sinistra della capsula articolare) e qualche giorno dopo mi sono recato al pronto soccorso per esser certo di non avere una lussazione( o qualcosa di peggio): l ortopedico mi rassicura dicendo che è stata solo una insaccatura, confermata anche dalla radiografia. Mi prescrive crioterapia e 7 giorni di riposo. Passati questi 7 giorni torno a giocare, senza quasi dolore(quasi, un lieve fastidio al dito c è ancora) ma con ancora il dito leggermene gonfio . Mi accorgo però che il dito non è stabile: la capsula articolare presenta nella parte sinistra un rigonfiamento duro e una lieve instabilità laterale facendo “leva”(ossia piega innaturalmente a destra se faccio leva a destra mentre se faccio leva a sinistra il dito rimane fermo). Nonostante ciò non ho problemi ad afferrare oggetti, anche di piccolo calibro.
Pochi giorni fa, sempre in una parata, torno al punto di partenza ossia dito gonfio(non deformato) e dolore localizzato nella capsula articolare(premetto la mia ignoranza in ambito medico): temo possa trattarsi del legamento ma non essendo medico posso solo ipotizzare. Per altro a sinistra della capsula c è questo rigonfiamento duro, quasi come fosse un pezzettino di osso. Il dolore è presente seppur in forma lieve: la mobilità del dito è lievemente limitata, in quanto posso piegare il mignolo quasi senza dolore e per gran parte della sua lunghezza. Non ho problemi ad afferrare oggetti, ma questo non mi tranquillizza

È consigliabile una RMN? Per altro, rispetto a 2 settimane fa, il dito si è rigonfiato nuovamente. Ho paura che l ortopedico abbia sottovalutato la situazione e che si sia lesionato il legamento collaterale.

[#1]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Si potrebbe avere una lesione del collaterale per cui è indicata la risonanza. Nel frattempo deve mettere una stecca rigida in estensione per 3-4 settimane per mettere a ripso il dito e fare guarire la lesione. Saluti
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta!


Ovviamente non credo sia possibile stabilire l entità della lesione via web ma le chiedo fosse stato possibile capirlo tramite visita, visto che l ortopedico al pronto soccorso mi ha visitato molto velocemente e non ha affatto visto l instabilità laterale del dito

[#3]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Una instabilità dopo un trauma acuto di solito non si vede a causa della contrattura muscolare analogica.
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it