Utente
Salve sono un ragazzo di 22 anni e da circa 4 anni ho questo problema, soffro di un dolore retrosternale procuratomi in palestra durante un esercizio, ogni volta che ruoto il busto sento il dolore e poi sento un click, premetto che a volte migliora soltanto che forse a causa anche delle posture scorrette peggiora di nuovo, ho consultato diversi specialisti che mi hanno parlato di una probabile lesione cartilaginea, che in quel punto fa fatica a ricostruire appunto a causa anche delle cattive abitudini, avete mai sentito di un problema simile?
Se si come si potrebbe risolvere?
Esiste un intervento chirurgico o integratori o fisioterapia?

[#1]  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non è un problema di interesse ortopedico. Le consiglio si sentire il parere di un chirurgo toracico.
Cordiali saluti
Dr. A. Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore, anche se ho fatto già un rx ed un ecografia sterno risultate negative? Penso si tratti comunque di qualcosa di muscolare mi conferma ?

[#3]  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
No, non posso confermare senza visitarla. Quanto all’esame Rx è inutile perché è impossibile visualizzare le articolazioni sterni costali. L’ecografia è altrettanto inutile perché codeste articolazioni sono molto piccole, prive di cavità e, al massimo, solo se molto infiammate e tumefatte possono rivelare qualcosa all’esame eco grafico.
Pertanto, e’ indispensabile una valutazione clinica con test dinamici della gabbia toracica e, solo in seguito, si potrà porre l’eventuale indicazione ad una TAC!
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante

[#4] dopo  
Utente
Secondo lei è una problematica risolvibile ? Scusi se le faccio questa domanda ma essendo che è da tempo che cel’ho mi sembra impossibile, lei è l’unico che mi ha dato una risposta a tutto questo

[#5]  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro ragazzo, per poterti rispondere bisogna fare prima una diagnosi, che, in questo momento ancora manca. Devi avere pazienza e seguire il percorso che ti ho indicato. Tienici informati sull’evoluzione della tua vicenda.
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante