Utente
Salve
sono un ragazzo di 22 anni, alto 181 cm e peso 75 kg.
Premetto che ho sempre fatto sport come calcetto, footing, e palestra.
A gennaio (2009) ho iniziato ad accusare dei fastidi al ginocchio destro, specialmente nel salire le scale o nel mantenere a lungo il ginocchio flesso (come al cinema).
Preciso che il dolore non è continuo ma nei giorni in cui è presente è abbastanza fastidioso.
Dall' analisi effettuata (risonanza magnetica) mi è stato diagnosticato quanto segue: "Fibrocartilagini meniscali regolari; non segni di fissurazione.
Legamenti crociati e collaterali normoinseriti , regolari.
Rotula in asse; segni di condropatia femoro-rotulea (di basso grado) caratterizzata da disomogeneità di segnale (specie a livello della faccetta articolare mediale) ed aumento di spessore della cartilagine di rivestimento.
T.rotuleo regolare.
Non significativo versamento articolare.
Trofismo dei capi scheletrici esaminati conservato (in particolare, non sofferenza edematosa)".

Vorrei sapere se è il caso di fare una visita ortopedica e se è necessario stare a riposo per evitare di peggiorare la situazione.
Inoltre vorrei che mi indicasse quale sport posso praticare in tutta sicurezza e se esiste una terapia riabilitativa, farmacologica oppure chirurgica che possa risolvere eventuali problemi.

Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione.

[#1]  
Dr. Rocco De Vitis

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
RUFFANO (LE)
FERENTINO (FR)
CASARANO (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Egregio signore,
verosimilmente si tratta di una sindrome da iperpressione rotulea esterna nella quale si verifica una condropatia femoro rotulea per uno squilibrio della tono trofia dei capi del quadricipite e in particolar modo per un ipotonotrofia del vasto mediale che lavora solo negli ultimi 30° diestensione del ginocchio.
Le consiglio di fare una terapia con antinfiammatori per 5 giorni e con un integratore di acidialuronico condroprotettori e carnitina per 60 giorni, abbinata a rinforzo selettivo del vasto mediale con elettrostimolazioni o sistema cro system.
Alcuni colleghi prescrivono anche un tutore che mantiene la rotula centrata, ma io non lo prescrivo.
In più è utile che lei alla fine di queste terapie riprenda la sua attività sportiva abbinando sempre degli esercizi di rinforzo del vasto mediale.
Dr. Rocco De Vitis

[#2] dopo  
Utente
Salve,
ho seguito il consiglio del Dr. De Vitis (che ringrazio per il suo consulto) e come mi aveva suggerito anche il mio medico ho seguito una terapia a base di "Reumilase SD" (integratore alimentare a base di condroitina sodica, glucosamina, collagene tipo II e vitamine per il trofismo articolare ad azione sulla cartilagine) per due mesi.
Inoltre ho periodicamente frequentato una palestra, nella quale ho eseguito esercizi di rinforzo selettivo del vasto mediale.
Ciononostante avverto ancora dolore al ginocchio, seppur di minore intensità rispetto all'inizio della terapia.

Vorrei sapere se è il caso di prolungare il tempo di terapia o se modificala.
Chiedo inoltre di darmi un parere sul footing (che mi è stato controindicato in questo periodo).

Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione.

[#3]  
Dr. Rocco De Vitis

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
RUFFANO (LE)
FERENTINO (FR)
CASARANO (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Salve,
le consiglio di continuare su questa strada...
può sostituire il reumilase con un prodotto in bustine (del quale non posso fare il nome commerciale) costituito da carnitina + acido ialuronico + i componenenti del reumilase da assumere per altri 2 mesi.
Non le sconsiglio il footing ma la esorto a completare la sua tiività fisica dopo il footing con gli esercizi di rinforzo selettivo del vasto mediale.
Se non ha eseguito le elettrostimolazioni le consigio di farle (10 sedute)
Arrivederci
Dr. Rocco De Vitis