Utente
Buongiorno, da circa tre mesi soffro di dolori sparsi agli arti che mi prendono soprattutto polpacci, cosce e spalle.
Saltuariamente formicolii e movimenti involontari di piccole porzioni muscolari e spesso sensazione di disagio alle dita che trae sollievo nel farle schioccare.
Non c'è mancanza di forza in quanto pratico normalmente attività sportiva tuttavia direi che c'è una mancanza di resistenza, nel senso che riesco, ad esempio, a sollevare pesi con le braccia però mantenere la posizione sollevata mi fa bruciare i muscoli delle spalle in brevissimo tempo e ciò non necessariamente con grandi pesi ma anche tenendo con la mano il cellulare all'orecchio.
Quattro giorni fa ho iniziato a sentire un dolore alla spalla destra.
Niente di forte ma comunque fastidioso e non costante, non ce l'ho tutto il giorno.
Tale dolore si accentua quando sollevo qualcosa o sono disteso a letto ma il braccio si muove bene in tutte le direzioni senza accentuare il dolore.
Toccando la zona dolorante scopro una protuberanza che pare essere sopra la testa nell'acromion ed è molto visibile anche esternamente.
Alla pressione è molto dura ed il mio medico dice che si tratta di un "sovraosso" formatosi chissà quando e di cui non mi ero accorto.
A me però pare strano che inizi solo ora a dare dolore.
Ora andrò a fare un radiografia come prescrittomi ma mi chiedo potrebbe esserci una correlazione tra questo fenomeno ed il resto delle noie che mi porto dietro da mesi e che nessuno è riuscito a giustificare nonostante visite neurologiche ed EMG (tutte negative)?
Mi spiego meglio, esiste una patologia che può mettere insieme tutti questi sintomi?

Ringrazio.

[#1]  
Prof. Vittorio Gianni Zaffarana

20% attività
16% attualità
0% socialità
PIEVE DEL CAIRO (PV)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Credo che si rischi di fare confusione- La protuberanza all'acromion va valutata con una rx ovviamente e, mi scuso per il suo medico se ciò che dice corrisponde al vero, un sovraosso, dizione sostanzialmente dialettale, non esiste
Bisogna vedere se si tratta di un osteofita da degenerazione artrosica, frequente anche nei medio giovani, per traumi ripetuti, diretti o indiretti.
Certo è che se tale formazione, tutta da definire, potrebbe entrare nel discorso del dolore alla spalla, nulla ha a che fare con i dolori sparsi agli arti che lei lamenta.
Fatta la rx mi rivolgerei ad un ortopedico- Non dimentichi anche una analisi del sangue con valutazione dell'acido urico
Prof. Vittorio Gianni Zaffarana

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, ringrazio per la risposta. Ho fatto gli esami del sangue e l'acido urico è 7.3 mg\dL. Tra l'altro oggi guardando qualche foto in spiaggia di un paio di anni fa si nota la protuberanza sulla spalla segno che non mi ero mai accorto del problema. Farò come suggerito. Grazie.