Utente
Qualche anno fa mi feci operare per ridurre l'ipertrofia dei turbinati perché facevo fatica a respirare solo col naso. Il medico mi disse che avrebbe usato il laser. Altro che laser!! Mi mise più volte in ciascuna narice una piastrina quadrata di circa 10 mm di lato arroventata da resistenze elettriche e me la appoggiò alla parte interna della narice, un po' qua e un po' là. Insomma, lo stesso sistema usato per marchiare il bestiame. Solo che con questo sistema mi tolse, a occhio, circa 0.1-0.2 mm di carne su ogni lato, mentre avrebbe dovuto togliermene almeno 2-3 mm. Ancora adesso respiro come prima, cioé malissimo, tanto che quando cammino mi tocca tenere la bocca aperta per "mangiare" quel po' di aria in più per non soffocare.
All'ospedale Sacco di Milano mi proposero un altro sistema, che consisteva nell'introdurre nella narice una cannula di metallo da cui a comando usciva un gas che a contatto dell'aria si incendiava e bruciava così la carne. Una variazione del sistema già provato. Rifiutai anche perché insistevano per raddrizzarmi una lieve deviazione del setto con relativa anestesia totale. Ma, dico io, se il setto é deviato, in una narice restringe l'area di passaggio, ma nell'altra l'aumenta, no? quindi l'area totale di passaggio resta invariata.
Esiste un sistema efficace, e dove lo praticano, per risolvere il mio problema che mi provoca disagi grandissimi, persino nel parlare perché la poca aria disponibile nei polmoni non mi consente una dizione corretta? Abito nella zona Lecco-Bergamo-Milano. Grazie mille.

[#1]  
Dr. Carmelo Federico

20% attività
0% attualità
0% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Quando esiste una deviazione del setto nasale, questa può determinare negli anni una ipertrofia del turbinato controlaterale alla deviazione, il quale è sottoposto ad un carico di lavoro maggiore perchè deve riscaldare ed umidificare più aria del dovuto. Questo fenomemo è conosciuto come ipertrofia conpensatoria.
Per tale motivo è consigliato in questi casi intervenire sia sul setto che su i turbinati. Essendo stato già operato, consiglierei un esame TC del massiccio facciale che può chiarire il quadro prima dell'intervento.
Dr. Carmelo Federico

[#2]  
Attivo dal 2010 al 2011
La riduzione della sensazione del passaggio di aria dal naso è spesso legata sia ad ipertrofia dei turbinati inferiori che a deviazione del setto nasale. Solo una accurata visita può individuare se i problemi siano entrambi o quale dei 2 sia predominante.
Comunque le tecniche per la riduzione delle dimensioni dei turbinati sono tante perchè nessuna si è dimostrata essere veramente superiore alle altre.
E' la capacità del chirurgo che spesso influisce sull'esito dell'intervento, sia che si tratti di laser o di radiofrequenze o con la semplice,ma comunque efficace, bipolare (credo che sia quello a cui si riferisce come tecnica per marchiare il bestiame: in realtà è uno strumento che è indispensabile per tutti i tipi di chirurgia).