Referto di fibroscopia -ipertrofia turbinati

Gentile staff di medicitalia,
ho 30 anni, premetto che svolgo attivita' canora in una band musicale e da qualche anno non riesco a respirare bene ,
rispetto al canto invece avverto il doppio dell'affaticamento a cui ero abituato da oltre 10 anni,
riferisco sensazioni di mal di testa, naso ed orecchie tappate, salivazione ridotta e difficolta' a espettorare quando sento presenza di catarro,
piccole difficolta' di equilibrio con vertigini,
sensazioni di apnea con rari casi di appannamento del campo visivo.

non volendo associare questi disturbi ai problemi gia' esistenti che riguardano la mia postura (piedi piatti-ernie discali L4-L5 -L5-S1 -rettilineizzazzione rachide cervicale- bulging ampio raggio di C6-C7-ernia di shmorl D12 ),
sottopongo di seguito solo i referti di E.C.G. -RX A.T.M. e Fibroscopia,
riservandomi per il momento di confondere le idee con altri referti.

REFERTO FIBROSCOPIA: Ipertrofia dei turbinati inf e medio ricoperti da mucosa di tipo pseudoallergico.Rinofaringe osti tubarici iperemici ed edetematosi e' presente una secrezione mucocatarrale che appare fuoriuscire dagli osti tubarici e per tutto il rinofaringe. Permangono frustoli residui di tessuto adenoideo. Ipofaringe e' presente una lieve ipertrofia della tonsilla linguale.
Laringe: in fonazione si apprezza un deficit tensoadduttorio post di lieve entita' e lungo il margine delle ccvv in abduzione una prenodularita' del terzomedio terzo ant.
Si Consiglia terapia ortofonica -posturale.

RX StANDARD E TOMOGRAFIA DELLE A.T.M. : Malocclusione. Disodontiasi degli VIII. "chiazza " di osteosclerosi inter-radicolare fra III e IV inferiori di destra. Rima di ampiezza tendenzialmente ridotta nel suo comparto anteriore,bilateralmente. Limitatamente piu' pronunciato lo slittamento anteriore del condilo mandibolare di destra rispetto al controlaterale nei tomogrammi ottenuti a bocca aperta.

E. C. G. :ritmo sinusale fc 88 bp, normale conduzione AV ed IV . anomalia aspecifica della fase di ripolarizzazzione ventricolare .

di solito faccio visite per le corde vocali che mi interessano piu' di ogni altra cosa e a parte andare da un logopedista nessuno mi ha mai allarmato sul resto , ma vorrei capire meglio perche' l'ultimo otorino visitatomi non ha per niente preso in considerazione la fibroscopia ,faccio bene ad associare i miei sintomi con le condizioni dei turbinati descritti nel referto ??
ci sono gli estremi per un elettrocaustica sotto guida endoscopica dei turbinati visto che ormai respiro solo con la bocca ??
ammetto di essere un tipo ansioso dall'eta di 10 anni di non prendere nessun tipo di ansiolitico a parte camomilla la sera e di aver ridotto dopo questi sintomi il consumo di sigarette e di alcol .

Ringrazio anticipatamente tutto lo staff nell'attesa di avere consigli pratici anche ,eventualmente su affidabili professionisti nella citta di ROMA .
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Mi pare di capire, da quanto riferisce, che soffra di una sindrome da ostruzione nasale da un aumento di volume di quelle mucose nasali, che si chiamano turbinati, e che hanno il compito di filtrare, umidificare e riscaldare l'aria respirata. Di una eventuale deviazione del setto nasale non vine fatto alcun cenno. Tale problema, quindi , potrebbe essere causa della cattiva respirazione e della formazione di muco che interessa il rinofaringe e l'orecchio medio con probabile sensazione di ovattamento auricolare. Inoltre, è presente, nel rinofaringe, del tessuto adenoideo che amplifica la sintomatologia ostruttiva respiratoria sofferta. Cio' che deve fare, quindi, è rivolgersi ad un Otorinolaringoiatra per approntare una terapia farmacologica decongestionante e fluidificante del muco. Al termine di questa verrà effettuata una nuova valutazione del caso. Per le corde vocali, invece, sempre basandomi su quanto scritto, è consigliabile una terapia riabilitativa logopedica. Anche per la malocclusione, responsabile, probabilmente, della sintomatologia vertiginosa, occorre che venga valutato da uno Specialista Maxillo-facciale. Concludendo, abbiamo dei problemini che, considerata la sua giovane età, non devono essere trascurati. Consiglio di iniziare con il problema respiratorio prima di quello odontoiatrico. Circa lo Specialista cui affidarsi, le consiglio di rivolgersi al suo medico Curante. Cordiali saluti

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta Dottore,
come le ripeto l'ultima visita otorinolaringoiatra lo specialista non ha dato (per mia impressione ) molta importanza al referto di fibroscopia e ,mi ha prescritto Tonimer getto spray, volevo sapere se la terapia con TONIMER equivale a sistemare questa ipertrofia dei turbinati ovvero alla cura decongestionante e fluidificante del muco che lei descrive,
seconda cosa: lo specialista maxillofacciale cosa cambia rispetto lo specialista di ortodonzia ?? vorrei capire la differenza se possibile, grazie ancora !!
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
In effetti, la terapia prescritta dallo Specialista è insufficiente per risolvere il problema sofferta: la specialità consigliata pulisce dal muco le fosse nasali, decongestiona le mucose ma, ripeto, da sola non è sufficiente.
Lo Specialista Maxillo-facciale si interessa piu' specificamente dell'Odontoiatra dell'articolazione della mandibola , delle ossa del cranio (faccia); l'ortodontista cure le anomalie dei denti.
Come già consigliato, iniziamo con il risolvere il problema respiratorio nasale che gioverà anche per il lavoro degli altri Specialisti per le altre patologie di cui soffre. Buona serata
[#4]
dopo
Utente
Utente
GENTILI DOTTORI ,

Continuo ad avere difficolta' a respirare ho effettuato un ennesima visita da un otorinolaringoiatra con fibrolaringoscopia e stroboscopia, in pratica tutto ok a parte evidente ipertrofia delle vegetazioni adenoidee e una lieve flogosi catarrale ,e orecchie un po' infiammate .

mi e' stato prescritto sterimar lavaggi e argento proteinato 1% per 3 mesi ,dopodiche si poteva valutare di operare per togliere sudette adenoidi,

il punto e' che attualmente lamento pruriti alle orecchie con lieve dolore sopratutto all'orecchio sinistro interno e non riesco a deglutire e espettorare catarro , visibilmente sono affaticato durante la giornata con abbassamento dell'umore e lamento un aumento di stati ansiosi rispetto a quello cui son abituato ,

piu' di un anno fa' infatti mi sono curato da una micosi presa in piscina con dermatologo che mi prescrisse antimicotici, gel corpo e shampo, purtroppo il prurito diminui notevolmente ,ma rimase un leggero prurito sopportabile ,tanto che mi ci sono abituato nel tempo ......

poco tempo fa ho trovato una ricetta passata di quel periodo ,di un otorinolaringoiatra (di una visita complementare a quella dermatologica gia' fatta) che mi prescriveva C.U.I GOCCE x 21 GIORNI ma che non ho mai preso per dimenticanza

la mia domanda e' questa , e' possibbile che io abbia un intossicazzione da micosi che non ho curato bene da collegare ai disturbi globali inclusa respirazione ???
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Una cosa è la micosi, un'altra la respirazione cattiva da ipertrofia adenoidea. Prima di fare una cura per la micosi sospetta, è bene fare un tampone auricolare per la ricerca di germi patogeni e miceti. Per l'ipertrofia, mi sembra inutile attendere altro tempo: occorre l'intervento chirurgico. Un cordiale saluto
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori , il mio stato di salute e' un po' peggiorato nell'ultimo anno, ho seguito tutte le precedure ,sono andato da uno specialista maxillofacciale all' Eastman di Roma che mi ha dato diagnosi di sindrome algico-disfunzionale A.t.m. e mi ha spedito in ortodonzia che mi hanno messo in lista-attesa (da oltre 15 mesi) per una soluzione ortodontica.
Ho eseguito nuovi accertamenti dopo la cura decongestionante e fluidificante del muco ,in sintesi :
-visita otorino con fibroscopia : esito di flogosi catarrale lieve e fitta vegetazione adenoidea
-TAC seni paranasali: regolare conformazione e trasparenza dei seni mascellari, tuttavia nel sinistra e' presente un setto osseo che lo attraversa.
Modesta scoliosi DXconvessa del setto nasale osseo
Ipertrofia mucosa dei turbinati di destra

-ecografia tiroidea : LInfoadenopatia laterocervicale subcentrica di forma allungata di verosimile natura infiammatoria .
Ho effettuato nell'arco di 18 mesi cure con Avamis , poi con Rinelon , infine l'otorino mi ha prescritto lavaggi nasali con Sterimar e argento proteinato , i sintomi ado oggi sono:

-naso e orecchie tappate, fatica a deglutire, dolore sublinguale e alla base della lingua , vertigini, dolore orbite oculari , disturbi dell' attenzione e della concetrazione , respirazione faticosa e problemi ad articolare bene ,,
mi fa' molto male la lingua e non riesco a cantare ,non senza avere forti dolori alla lingua e mal di testa , un fatto curioso e' che se mi accendo una sigaretta mi si appanna la vista e mi sento mancare per qualche istante , poi mi passa (infatti ho smesso )
Quello che non capisco e' quali sono le procedure per essere messi in lista con l' S.S.N.per un intervento chirurgico , devo avere un impegnativa del medico di base oppure un foglio scritto di uno specialista O.R.L. ?
Non mi posso permettere un intervento da privato , ma quale e' l'iter da seguire per prendere in seria considerazione l'intervento con la MUTUA ??
GRAZIE e scusate se mi sono dilungato , distinti saluti !!!
[#7]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Deve farsi fare l'impegnativa dal medico di famiglia per una visita specialistica otorinolaringoiatrica. Quindi, si deve presentare allo sportello di un ospedale o tramite il CUP e prenotare una visita ambulatoriale con uno Specialista esperto in chirurgia del naso. Il Medico che la visiterà la metterà in lista per l'intervento. Cordialmente
[#8]
dopo
Utente
Utente
grazie per la risposta tempestiva , Dott.Brunori ,gia' fatto la visita specialsitica dall'otorino medico chirurgo ce l'ho i primi di maggio, ne ho abbastanza di cortisone e decongestionanti , appena ne ha il tempo vorrei capire cosa significano i controlli che ho citato sopra (tac-maxillo- eco tiroide) effettuate poche settimane fa'
e cosa ne pensa lei sul da farsi es. :
tipo di intervento e quale tecnica va' presa in considerazione (microdebrider-adenoidi-radiofrequenze -settoplastica) va' fatto tutto in una seduta, la mia unica preoccupazione e' che il medico potrebbe non prendere l'idea dll'intervento , speriamo bene , Grazie di nuovo , cordiali saluti !!!
[#9]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Mi farà piacere conoscere l'esito della visita. buona serata

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test