Utente
Buongiorno,
sono un ragazzo di 29 anni ho avuto un forte raffreddore circa 1 mese e mezzo e dopo una settimana i sintomi da raffreddamento erano passati ma mi sono rimasti alcuni residui come catarro retronasale giallo al mattino sopratutto, voce nasale. Sono andato quindi dal medico e dal pneumologo perchè sembrava che il catarro provenisse dai bronchi, il pneumologo ha escluso cause da bronchi o polmoni mentre si è soffermato a diagnosi di sinusite, anche il mio medico l'aveva ipotizzata. Mi ha prescritto 10 giorni con antibiotico specifico + aereosol con cortisone e fluimucil antibiotico. Alla fine della terapia respiravo molto meglio e il catarro al mattino era diminuito notevolmente anche se non del tutto. Ora 2 settimane dopo respiro bene dal naso ma al mattino, dopo colazione ho da espettorare sempre del catarro che sembra nn + giallo come all'inizio dell'antibiotico, ma più chiaro però denso e filoso ( come palline ) che sento staccarsi , come se fosse depositato dalla notte, poi durante il giorno non ho più niente a parte qualche schiarimento di voce ma non con catarro.
Potrebbe essere un rsiduo della sinusite o devo pensare a un'altra infezione batterica. Ora stò prendendo acetilcisteina 1 bustina da 600 alla sera e lavaggi nasali con isomar 3 volte al giorno.
Che altra causa potrebbe avere?
Grazie mille!!!

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Da cio' che descrivi la patologia in questione sembra essere una rinosinusite. La terapia farmacologica prescritta è idonea, solo che occorre eseguirla per una ventina di giorni, antibiotico escluso, magari aggiungendo un antistaminico. Consulta a riguardo il tuo Medico curante. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio della celere risposta, consulterò il mio medico per assumere degli antistaminici.Un'ultima domanda.. ma perchè il catarro devo espettorarlo con colpi di tosse solo il mattino 1 ora dopo sveglio, è un deposito notturno? E se dovrebbe essere trasparente e incolore?Grazie

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A letto, in posizione supina, il catarro ristagna e per la sua rimozione necessita agire attraverso un colpo di tosse, appunto. Il colore giallognolo del catarro e la sua densità è indice di un processo infiammatorio delle alte vie respiratorie, come nel tuo caso.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
volevo aggiornare la mia situazione, ho fatto circa 20 giorni con acetilcistena compresse e 3 volte al dì lavaggi nasali, non ho preso degli antistaminici perchè il mio medico mi ha detto che non era il caso.
Ora diciamo che il muco è diminuito di molto, esce qualcosa dal naso durante i lavaggi , tipo muco molto gelatinoso e di colore giallino chiaro, e la mattina ho qualche episodio di tosse in cui esce questo muco molto denso , ma molto poco e in mezzo alla saliva ( tipo palline ).
Ho pensato che possa essere un reflusso, perchè ho letto che dà anche questi sintomi, bò!!
Le chiedo se è normale che esca ancora muco o secondo lei è meglio farmi vedere da un'otorino o fare una TAC ai seni paranasali?
Premetto che ho una deviazione del setto nasale e una sinechia alla narice sx dovuta a delle causticazioni (avuta circa 3 anni fà) ma prima di adesso non ho mai sofferto di raffreddori, sinusiti o altro.
Non ho altri sintomi o altro a parte questo catarro mattutino, dovuto come mi ha già detto lei al residuo notturno.
La ringrazio e mi affido alla sua esperienza.
Basuino Andrea

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Caro Andrea, l'antistaminico assieme al mucolitico ed allo spray nasale è la terapia che normalmente viene prescritta in un caso come il tuo. Purtroppo, il tuo medico di famiglia non ha ritenuto opportuno l'antistaminico ma, in questo caso, l'esito della terapia non è andata a buon fine. A questo punto o iniziamo d'accapo una terapia completa, oppure sentiamo il parere di uno Specilista. Attenderei prima di fare una tac. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio della sua risposta, ma volevo chiederle, l'antistaminico a cosa servirebbe? non viene dato a persone allergiche di solito?
Quale antistaminico andrebbe bene nel mio caso? Così glielo dico al mio medico di base.
Grazie infinite

[#7] dopo  
Utente
Un ultima cosa, potrebbe dirmi che terapia potrei fare secondo Lei?

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, non è questa la Sede per prescrivere una terapia farmacologica. Inoltre, non mi sembra il caso di dire al Tuo Medico Curante cio' che deve prescrivere.L'antistaminico serve anche per asciugare il muco fluidificato dal mucolitico, parlando con parole povere. Qualsiasi tipo di antistaminico è valido per lo scopo. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Brunori,
la volevo informare che sono stato visitato dal PNEUMOLOGO, e ho fatto i seguenti esami: Raggi al totrace- negativi, esame dell'espettorato- negativo.
Ho ancora quel problema di muco denso il mattino (diciamo 2-3 colpi di tosse e poi sento che in bocca risale questo muco denso e filoso giallino chiaro) poi durante la giornata niente.
Mi ha prescritto lavaggi nasali 3 volte al giorno, ancora acetilcisteina da 600mg 1 volta al dì e un'antistaminico XYZAL 1 alla sera, il tutto per 10 giorni.
Ho prenotato la visita dall'ottorino per il 13 aprile.
Volevo sapere se poteva essere la soluzione giusta questa cura e se, scusa se continuo a chiederglielo, è muco stagnante della notte quello che espello a metà mattina...Che altro potrebbe essere???
Un'ultima domanda, ma se fosse catarro stagnante della notte perchè la notte riposo bene, non ho tosse e niente, solo il mattino? Dimenticavo...mi sveglio con una secchezza in gola e una narice quasi sempre chiusa.
L aringrazio e mi scuso per la mia insistenza ma le sue risp. mi tranquillizzano molto
Andrea B.

[#10]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non ti devi scusare assolutamente: siamo qui per questo! Sono d'accordo sulla terapia che ti è stata prescritta anche se aggiungerei un qualsiasi spray decongestionante delle mucose nasali. Certo, una possibile deviazione del setto con aumento di volume dei turbinati, ovvero di quelle mucose che hanno il compito di filtrare, umidificare e riscaldare l'aria respirata potrebbero essere la causa della sintomatologia lamentata. Tutto cio' infatti, potrebbe determinare la respirazione a bocca aperta, specialmente la notte e procurare una formazione di catarro che, in posizione supina, tende a ristagnare, senza dare problemi durante il sonno e con la necessità di espellerlo al mattino. Mi farà piacere conoscere l'esito della visita otorinolaringoiatrica. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
ho fatto ieri la visita Otorinolaringoiatrica e da endoscopia nasale e impedenzometria mi è stata riscontrata una rinite bronchiale simil allergica con infiammazione dei tubinati e iper produzione di muco che scende in gola.
La terapia prevede 15gg + 15 gg con 5 di riposo di Kestine liofilizzato 1 al dì, gocce nasali penso diocren 3 volte al giorno per 7 giorni + 7 giorni con 5 di pausa e 2 volte al dì lavaggi nasali con spray isomar.
Tra 30gg ho la visita di controllo con esame : citologia nasale.
Volevo sapere perchè viene fatto questo esame e a cosa serve.
La ringrazio
buona giornata

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La terapia prescritta è idonea per la patologia in questione. L'esame citologico serve per una convalida del tipo di infiammazione: allergica, batterica ?
Dr. Raffaello Brunori