Utente
Salve, permettendo che soffro da sempre di sinusite circa 30 giorni fa, ho avuto una banale influenza durata circa 6 giorni ( febbre bassa, mal di gola e raffreddore ) Dopo circa 5 giorni ho avuto una ricaduta con l'aggiunta di forti mal di testa e relativa sensibilità nella zona delle sopracciglia, e di fianco al naso, e la costante sensazione di muco nella zona infondo al naso tra naso e gola.
Ho fatto aerosol con Clenil e antibiotico Velamox, questa cura è servita SOLO a eliminare questa sensazione di presenza di muco dal naso, infatti si è spostata nella zona delle orecchie e da circa 25 giorni continuo ad avere una lieve alterazione della temperatura normalmente ho 36.6 e ora invece la tempratura varia tra 36.8 e 37.3 misurata nell'arco della giornata. Oltretutto ho da 4 giorni 4 afte più altre 3 oggi che ho trovato quando mi sono alzata, quindi 7... voglio precisare che non uso droghe, non fumo, non bevo e conduco una vita ed un alimentazione sana.Ho preso anche antinfiammatorio flomax, e acqua termale di Sirmione, senza grossi risultati per questa "sinusite".Ora dopo questo tempo che non è cambiato granchè la mia dottoressa mi ha consigliato l'antibiotico TAVANIC, e di nuovo clenil in aerosol.
Ho letto però che questo antibiotico ha come effetto collaterale l'irrigiimento dei tendini specialmente quello di achille , tanto che in pazienti anziani rischia di farlo rompere. Vorrei sapere se ci sono altri antibiotici di questa categoria ( forti credo ) per la sinusite e che non presentano questo effetto collaterale.
Ho già fatto la visita dall'otorino che mi ha confermato la stessa cura della dottoressa a parte l'antibiotico ultimo perchè devo ancora tornarci.
Se è il caso di prendere un antibiotico così forte, con tutte queste afte, non vorrà dire che il corpo è indebolito?
Ho fatto anche esami del sangue, urine vorrei sapere se mi consigliate qualche esame come RMN o simili ( vorrei evitare i raggi x )

Grazie

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non esiste un antibiotico pesante, ma solo quello giusto da prescrivere per quella particolare patologia. Quando un antibiotico non dà risultati, vuol dire che, probabilmente, non è quello sensibile per eradicare quel batterio responsabile della patologia o, anche, non si tratta di un batterio ma solo di un virus. In quest'ultimo caso, l'antibiotico è inutile ed inefficace.Consideriamo anche che l'antibioticoterapia abbassa le difese immunitarie e, nel suo caso, visto che sono presenti già le afte, non fà altro che abbassare ulteriormente il sistema immunitario. Che fare? Una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto e, eventualmente un esame citologico della secrezione nasale. Tutto cio' serve per arrivare ad una corretta diagnosi e, quindi, terapia. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Intanto grazie della risposta, per quanto riguarda l'esame citologico avevo già avuto modo di capire che fosse il miglior metodo per individuare la giusta cura (anche perchè onestamente vorrei evitare la tac), ma c'è un problema: non ho muco, e anche durante l'influenza ne ho avuto pochissimo e raramente, per questo temo sia impossibile.
Inoltre da ieri sera ho un lieve dolore all'orecchio sinistro (oltre a questo un sensazione come di "movimento interno", tappamento/stappamento ogni qualvolta sbadiglio, ingoio) , quindi penso che il muco si sia spostato in quella zona; premesso che ho appuntamento con l'otorino tra 4 giorni, volevo sapere se intanto potevo prendere qualcosa (antibiotico escluso)

Grazie

[#3] dopo  
Utente
Intanto grazie della risposta, per quanto riguarda l'esame citologico avevo già avuto modo di capire che fosse il miglior metodo per individuare la giusta cura (anche perchè onestamente vorrei evitare la tac), ma c'è un problema: non ho muco, e anche durante l'influenza ne ho avuto pochissimo e raramente, per questo temo sia impossibile.
Inoltre da ieri sera ho un lieve dolore all'orecchio sinistro (oltre a questo un sensazione come di "movimento interno", tappamento/stappamento ogni qualvolta sbadiglio, ingoio) , quindi penso che il muco si sia spostato in quella zona; premesso che ho appuntamento con l'otorino tra 4 giorni, volevo sapere se intanto potevo prendere qualcosa (antibiotico escluso)

Grazie

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Puo' utilizzare un qualsiasi spray nasale decongestionante le mucose.
Dr. Raffaello Brunori