Utente
Salve, vi espongo quanto segue; da diverso tempo ho sempre la gola arrossata ed un forte fastidio quando respiro dal naso come se ci fosse un qualcosa che ostruisce tra la base del naso e la faringe, insieme a quest'arrossamento di gola ho muco retro nasale densissimo che a volte faccio fatica a anche a fare uscire; il mio medico generico attribuisce il rossore di gola ad un esofagite da reflusso; questo fastidio che ho e la secchezza della gola possono anch'essi essere attribuiti all'esofagite? è una cosa fastidiosissima a volte ho la sensazione di non poter respirare dal naso a causa di questo fastidio ma è solo una sensazione ed è come se la gola mi si chiudesse... che mi consigliate? sono anche un tipo molto ansioso quindi ho anche pensato che potrebbe essere il classico bolo ansioso di cui si parla spesso... ma il rossore c'è... quindi sono abbastanza confuso... vi ringrazio anticipatamente per ogni eventuale intervento da parte vostra
Distinti saluti
Stefano.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Caro Stefano, comprendi che, a distanza, senza un esame clinico, mi è impossibile capire cio' che possa determinare la sintomatologia sofferta. Certo, una esofagite da refluso puo' essserne una spiegazione, ma anche una rinosinusite o dei residui adenoidei presenti nel cavo rinofaringeo. Per questo, è necessario che ti sottoponga ad una visita specialistica otorinolaringoiatrica con rinolaringoscopia a fibre ottiche. Mi farà piacere conoscere l'esito della visita. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Brunori la ringrazio immensamente del suo consiglio, proprio stamani mi sono recato nuovamente da medico generico a causa di un afta in bocca... e per riferirgli nuovamente del muco retro nasale in quantità industriali, visitandomi e tastandomi i lati del collo, la classica visita per vedere se si hanno le ghiandole gonfie, mi disse che si tratta di tonsillite ecco spiegato i sintomi, e anche l'afta in bocca mi ha detto..., mi ha prescritto undidrox 600 mg e areosol con una fiala di prontinal 15 gocce di lunibron e 15 gocce di fluibron... ora quello che voglio capire io è possibile che una tonsillite si presenti senza alcun dolore ma con i fastidi che le ho elencato? ma sopratutto che non si veda guardando in gola?! ma soltanto tastandole?? la ringrazio nuovamente in anticipo per la sua cordialità..

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Una tonsillite viene diagnosticata attraverso un'ispezione del cavo orale ed una eventuale spremitura delle tonsille. I linfonodi reattivi si manifestano in seguito a tale processo infiammatorio. Il tastare solo il collo non porta ad una diagnosi di tonsillite. Se non c'è febbre, non assumere antibiotici che, invero, fanno peggiorare l'afta, con un ulteriore abbassamento delle difese immunitarie. Non condivido nemmeno l'aerosolterapia. Il consiglio che posso darti in questa Sede è quello di farti visitare da uno Specialista
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Dottor Brunori grazie nuovamente per la tempestività della sua risposta... mi trovo al quanto disorientato... è come se fossi nelle mani di nessuno (medicalmente parlando) seguirò il suo consiglio... lei saprebbe indicarmi uno specialista nella mia zona? di sua fiducia... grazie nuovamente cordiali saluti.

Stefano

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per il tuo caso, ti puoi tranquillamente rivolgere presso l'Ambulatorio otorinolaringoiatrico dell'Ospedale della tua città. Mi farà piacere avere notizie dopo la visita.
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Dott. Brunori salve, stamattina mi son fatto la faccia tosta ed ho chiesto un consulto medico ad un altro dottore generico del paese il quale mi ha detto che la tonsillite nn c'entra nulla alla gola nn c'è niente di smettere l'antibiotico e di nn fare l'areosolterapia (fra poco mi sa che questo diverrà il mio medico perchè quello di prima mi sa che non va) mi ha anche detto di non escludere un problema tiroideo, giovedì andrò a fare l'ecografia alla tiroide nel frattempo provvederò per la visita otorinolaringoiatrica, grazie per la sua disponibilità le farò sapere sicuramente....

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ne sono contento per te. Comunque, aspetto sempre tue notizie dopo la visita specialistica
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Dottor Brunori Salve... Come sta? spero bene... comunque sembra che sia venuto a capo di tutti i disturbi che accuso ovvero, l'ecografia alla tiroide mi ha riscontrato una tiroidite... L'ecografa che mi ha effettuato l'esame mi ha spiegato che il senso di ostruzione in gola è causato dall'ingrossamento della tiroide oltre ad essere infiammata e disomogenea almeno così mi ha detto... anche l'ansia di cui le dicevo mi ha detto che è dovuta ad essa... oggi ho fatto le analisi per il dosaggio ormonale, le volevo chiedere dato che lei è uno specialista dell'orecchio, naso gola, l'arrossamento della gola può essere dovuto anche alla tiroidite? mi suona strano!!! sarà lei a delucidarmi, un cordiale saluto e con simpatia

Stefano.

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Finalmente abbiamo una diagnosi, grazie anche al Collega che hai consultato. La sintomatologia sofferta dipende, quindi, da una infiammazione della tiroide. Giustamente dobbiamo attendere i risultati delle analisi. Tale infiammazione si ripercuote anche sulla faringe.L'arrossamento, comunque, non è stato riscontrato nell'ultima visita, almeno cosi' hai detto. Si tratta di un dolore riflesso, probabilmente.
Ti auguro buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Salve Dottor Brunori, finalmente ho effettuato la visita otorinolaringoiatrica... dato che dopo aver fatto i dosaggi ormonali per quanto riguarda la tiroide essi sono nella norma quindi si esclude qualsiasi forma di tiroidismo... dalla vosita otorinolaringoiatrica è uscito fuori: turbinati gonfi.... due tappi alle orecchie.... e come da consueto gola in fiamme.... il suo collega mi ha detto quanto segue:

Caro stefano la diagnosi è semplice il fastidio retronasale che avverti sono le code dei turbinati gonfi, che la notte non ti permettono di respirare con il naso, quindi incosciamente respirando con la bocca l'aria entra per come è, senza essere filtrata... quindi con polvere e tutto ciò che potrebbe esserci in aria... il rossore della gola è dovuto a ciò.

quello che a lei vorrei chiedere gentile dott Brunori è il dolore che avverto al naso nell'osso almeno credo... la sensazione come se la gola si chiudesse... e ora anche stordimento e vertigini... e sbandamenti possono essere dovuti anche ad essi... finora attrimbuiti ad una cervicalgia

le chiedo tutto ciò perchè da una diagnosi si passa ad un altra in tempo eccessivamente repentino e i sintomi sono sempre quelli... sono al quanto confuso... so che per lei senza aver davanti il sogetto da visitare le viene difficile poter fare delle considerazioni in merito... credo sia per tutti che la senzazione di non poter respirare è veramente fastidiosa che porta ad uno stato d'ansia che nn permette di svolgere una quotidianità regolare il più delle volte... e a causa di ciò sono stato anche vittima di tre sporadici attacchi di panico... che tengo sotto controllo con degli anziolitici...

Mi scusi per essermi prolungato così tanto... e grazie in anticipo per la sua estrema gentilezza...

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A parte lo stato ansioso che puo' ingigantire la sintomatologia, l'ipertrofia dei turbinati puo' essere, in effetti, la causa della cattiva respirazione notturna. Per risolvere tale sintomo, sarebbe sufficiente una riduzione dei turbinati con le radiofrequenze. Circa, invero , il dolore al naso, non so proprio cosa dirti: dovrei vederlo. Per il senso di chiusura della gola, le vertigini, penso che siano legati allo stato ansioso. Tieni sempre presente che mi sto basando solo su quanto da te riportato! Mi dispiace non poterti essere utile piu' di tanto. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori