Utente
Spett.li Medici,

E' ormai circa un mese che soffro di "tumefazione simmetrica delle tonsille linguali di aspetto macroscopicamente normale (liscia, non ulcerata) di consistenza parenchimatosa".

A seguito di questa prima diagnosi, mi sono stati prescritti AUGMENTIN 1 gr x 6gg e MEDROL da 16 mg x 13 gg a scalare.
Al secondo controllo (dopo una settimana) mi è stata riscontrata una diminuzione di circa il 50% del volume delle tonsille e mi è stato detto di terminare la cura e di non presentarmi più in quanto il problema si sarebbe risolto da sè in un paio di settimane.
Terminata la cura, in effetti, non ho più avvertito il fastidio e anche la parte apicale della tonsilla sinistra ben visibile anche da me allo specchio, non si scorgeva più. Ovviamente non so' più in basso come fosse la situazione.

Dopo due, tre giorni, ho riavvertito il fastidio che si manifesta sempre con lo "strusciamento" della tonsilla sinistra oltre che diffoltà a deglutire, senso di "palla in gola" ecc.

Fattori al contorno:
1)Per caso, 2 giorni prima di avvertire in modo consistente il primo disturbo avevo effettuato gli esami del sangue (VES=18,bianchi=4,9 , neutrofili=44, Linfociti=43.9)
1)soffro di riflusso esofageo e ernia iatale anche se in fase non avanzata
2)entrambi i genitori deceduti (in tempi e luoghi molto diversi) per tumore alla gola più altri stretti familiari sempre deceduti per tumori in altre sedi.

Sono andato da un secondo specialista il quale, sempre piuttosto ottimista circa la natura del problema (tessuto parenchimatoso ecc) , mi suggeriva comuque l'immediato intervento chirurgico sia perchè il problema, a suo dire, non è risolvibile per via farmacologica, sia per fare un esame istologico dei tessuti che mi sconsiglia di effettuare via biopsia.

Sono andato da un terzo specialista. Anche qui una diagnosi abbastanza favorevole anche se alla palpazione la tonsilla sx è apparsa un po' meno morbida della dx ma,mi ha detto, spegabile sembre nel quadro infettivo. Visto tutto il quadro, tuttavia, mi ha prescritto di una TAC mdc faringe e collo. Per il fastidio ZEROFLOG 3 volte al giorno.

Il medico curante, davanti alla richiesta di prescrizione della TAC si è mostrato a dir poco molto stupito in quanto, a suo dire, questo accertamento è del tutto inutile perchè non potrebbe rivelare alcunchè.

A questo punto ho due problemi:
1) a chi dare retta? quali sono gli accertamenti o le procedure effettivamente più indicate per tranquillizarmi circa lo possibilità di qualche tumore?

2) il fastidio me lo tengo o si riesce a debellare ?
Grazie

[#1]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
...penso che la tonsilla linguale, quando viene valutata dallo specialista otorino, non sia una cosa che possa dare adito a molti dubbi... è facile da esaminare !!! il fare la TAC ha senso solo se ho delle quasi certezze , altrimenti non facciamo (noi medici) un buon servizio ne al paziente ne a noi stessi. Ma mi perdoni, se ho ben capito lei è sicuro di riferirsi alla tonsilla linguale e non alle tonsille palatine ? perchè se parliamo della tonsilla linguale mi risulta difficile pensare che le abbiano proposto l'intervento .
Agostino Canessa

[#2] dopo  
Utente
Gent.le Dott. Canessa,

Le tonsille palatine mi sono state asportate. Anzi due volte: la prima verso i 3 anni e poi verso i 14 in quanto era rimasto un "moncone" (non so' se il termine sia tecnicamente corretto. La stessa cosa, a titolo di curiosità, è successa a mio fratello e a suo figlio!!!)
Il suo collega, quello dell'intervento, mi ha detto che secondo lui questo tessuto ipertrofico e una "recrudescenza" delle palatine e che toglierlo è un'operazione banale.
L'altro suo collega (quello della TAC, primario otorino specialista in oncologia) mi ha detto che è difficile distinguere tra tessuto linguale e palatino in quanto i due "organi" si susseguono senza soluzione di continuità.
Se ho capito bene, lei sposa il pensiero del mio medico curante che ritiene del tutto inutile una TAC?
Le dirò che avrei preferito che tutti e tre gli specialisti consultati mi avessero dato delle risposte univoche senza obbligarmi alla fine a fare una "media" delle loro opinioni ovvero, in ultima analisi, a fare delle scelte di carattere medico sulle quali non ho la minima competenza.

[#3]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
benvenuto nella dimensione imprecisabile della medicina! non è che ci siano state opinioni diverse... tutti hanno ben preciso il fatto che le sue tonsille non sono un problema organico... c'è chi lo dice chiaro e chi invece, o per accontentare il paziente oppure per utilità personale, a vario titolo ci gira intorno...
Agostino Canessa

[#4] dopo  
Utente
Gent.le Dott. Canessa,

"Non sono un problema organico"? E cosa sono?

[#5]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
ha ragione, mi sono espresso male, intendevo dire che non è un tumore perchè vede lo scopo del medico a cui stà a cuore il paziente è quello di escludere un tumore e poi spiegare il fastidio da cosa è causato
Agostino Canessa

[#6] dopo  
Utente
Gent.le Dott. Canessa,

Capisco e la ringrazio. Rimane il fatto che ho una TAC prenotata per il 13 maggio, una proposta di intervento, un medico curante in disaccordo e una situazione in gola fastidiosissima che permane anche dopo un flacone di ZEROFLOG. Un consiglio?

[#7]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
va bene... faccia la TAC almeno si ottengono dei dati certi... la mia esperienza mi suggerisce che per queste forme di fastidio in gola la causa è più frequentemente legata a reflussi anche solo di vapori acidi dallo stomaco
Agostino Canessa

[#8] dopo  
Utente
Gent.le Dott. Canessa,

Ecco il referto della RMN mdc (fatta poi al posto della TAC):

"La tonsilla linguale appare aumentata di volume (spessore A-P) di mm.15) con lobo ghiandolare sin prevalente sul dx.
Dopo somministrazione di mdc rapido potenziamento contrastografico con presenza di areole pseudofollicolari paramediane sin che non assumono enhancement.
Alcune adenomegalie laterocervicali bilaterali del diametro max di mm. 16 a dx.
Conclusioni: i reperti descritti appaiono compatibili con microascessualizzazini intraghiandolari senza lesioni nodulari sospette".




[#9]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
è quanto ci si può aspettare da un tessuto linfatico cronicamente stimolato... l'importante è che non si sia dimostrata la presenza di " altro "
Agostino Canessa

[#10] dopo  
Utente
Tuttavia il mio oto non è ancora tranquillo per via della forte asimmetria della parte sn per cui mi ha prenotato la sala operatoria per una biopsia in anestesia generale per il 6 di giugno.
L'oto mi ha prescritto AUGMENTIN e FROBEN x 10gg mentre il curante sarebbe più propenso per ZITROMAX su lungo periodo (3 gg + 1 gg x 2/3 mesi)

[#11]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
a questo punto faccio un passo indietro ed attendo con lei i risultati ... ma mi faccia sapere !
Agostino Canessa

[#12] dopo  
Utente
Gentile Dott. Canessa,

Grazie a Dio, il referto istologico è negativo.

Saluti

[#13]  
Dr. Agostino Canessa

28% attività
4% attualità
16% socialità
SESTRI LEVANTE (GE)
RAPALLO (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
appunto ... ma tutto questo quanto è costato e non solo finanziariamente ma anche emotivamente ? a lei ed alla comunità solo per la "solerzia del chirurgo" !!! se sospettava anche un linfoma avrebbe dovuto valutare meglio i valori del sangue... che spesso sono un importante segnale.
Agostino Canessa