Corpo estraneo gola

Salve, sono un ragazzo di 32 anni e da circa un anno soffro di uno strano dolore alla gola.
Tutto è cominciato un anno fà dopo una forte tosse, sentivo come la presenza di muco in gola, all'inizio non gli ho dato tanto peso perchè era sopportabile e non persistente ma con il passare del tempo mi è venuta la sensazione di corpo estraneo.
Con l'intensificarsi del fastidio, sono andato a fare una visita dall'otorino all'ospedale che mi ha liquidato dopo 10 minuti dicendomi che fino alle corde vocali era tutto ok e mi ha prescritto esami sangue ed, eventualmente EGDS.
Le analisi del sangue sono buone, allora ho fatto la gastroscopia e mi hanno diagnosticato un reflusso, prescrivendomi esopral 40 per 45 giorni.
Dopo 15 giorni che prendo il farmaco non noto miglioramenti alla gola, dopo mangiato sento come un nodo fastidioso,gola rossa, un pò di sollievo lo ottengo con froben colluttorio.
Premetto che spaventato dai sintomi ho fatto tampone faringeo e dopo un'ecografia alla tiroide, riscontrandone la regolarità e l'assenza di noduli.
Ora chiedo un consiglio, è il caso che vada da un altro specialista privato facendo una rinolaringoscopia a fibre ottiche oppure mi consigliate di aspettare che finisca la terapia pe il reflusso?
Vorrei capire se le visite che ho fatte fino ora possano escludere la presenza di noduli oppure se c'è bisogno di fare altri accertamenti.
Ringrazio in anticipo ed attendo con ansia un parere.Saluti
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Gentile utente,
quanto descrive richiama il cosiddetto "Bolo isterico (nodo alla gola)".

Lei dice <<da circa un anno soffro di uno strano dolore alla gola.....come un nodo fastidioso>>

E' una sensazione di blocco a livello faringo-esofageo, che alcune persone con sintomi ansiosi riferiscono di provare.

In altri casi si può avere la sensazione di un corpo estraneo che impedisce la corretta deglutizione,
in altri si ha percezione di soffocamento durante l’atto di mangiare.

Vi è la sensazione di chiusura della parte deputata alla deglutizione quasi come non si volesse far passare, per esempio, il cibo.(N.B. che comunque passa)

Altre volte abbiamo la stessa sensazione di chiusura ma come se non riuscissimo ad esprimere ciò che vogliamo veramente.

Si consulti con un gastroenterologo che possa darle chiarezza e serenità sia per quanto concerne il reflusso che il suo "nodo fastidioso".

Saluti.

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test