Utente
Buongiorno,

sono una ragazza di 27 anni e scrivo relativamente a una neoformazione alla parotide sx. So che avete già fornito consulti molto esaustivi in merito ma, rispetto alle segnalazioni che avete analizzato, credo che il mio caso presenti aspetti differenti.

Durante il mese di agosto ho iniziato ad avvertire un dolore molto forte tra orecchio e mandibola sinistra che mi ha impedito per alcuni giorni di masticare e, a volte, persino di parlare. Dopo una settimana il dolore ha iniziato ad attenuarsi ed è scomparso dopo due/tre settimane grazie all'uso di ghiaccio e (pochi) anti-infiammatori. Tale dolore è ricomparso nel mese di novembre solo a seguito di masticazione di un cibo particolarmente duro ma dopo un paio di giorni se n'è andato senza uso di farmaci.
A fine dicembre ho avvertito un piccolo gonfiore a livello dell'articolazione mandibolare sinistra, sulla guancia vicino all'orecchio (trago): sono riuscita a fare un'ecografia dopo qualche giorno ma il gonfiore (simile a una pallina) era sparito, mi era rimasto solo il dolore nello sfiorare la zona (che ho tuttora). L'esito dell'ecografia è il seguente: " In corrispondenza della tumefazione riferita dalla paziente e attualmente non più rilevabile palpatoriamente, si apprezza, nel contesto della ghiandola parotide, formazione ovalare di circa 8x8x4 mm. In prossimità di quest'ultima ulteriore analoga formazione con le dimensioni di circa 12x5. Tali formazioni sono ascrivibili con ogni verosimiglianza a linfonodi intra-parotidei. Non apprezzate ectasie duttali nè focalità sospette in ambito ghiandolare. Alla parotide dx, in posizione analoga, identiche, lievemente più voluminose formazioni. Non adenomegalie distrettuali significative."

Il mio medico di base mi ha detto semplicemente di aspettare sei mesi e fare un'altra ecografia per monitorare le dimensioni della formazione. Vi chiedo gentilmente se, a vostro parere, i due episodi (dolore e piccolo gonfiore) sono collegati (specifico che sul lato dx non ho mai avuto disturbi) e se può trattarsi di neoformazioni pericolose, siano esse benigne o maligne.

Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità e l'attenzione.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non condivido il parere del Medico curante: è necessrio che si sottoponga ad una visita specialistica otorinolaringoiatrica per un esame clinico e la lettura delle immagini dell'ecografia cui si è già sottoposta. Necessaria anche una tac della ghiandola salivare con mezzo dio contrasto, oltre un agoaspirato. Comunque, sarà lo Specialista cui si rivolgerà a farle le prescrizioni necessarie. Ovviamente, in mancanza di dati specifici, non sono in grado di dirle qualcosa sulla natura della patologia: importante, come per tutte le malattie, è intervenire repentinamente. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore. In questi giorni il medico di base mi ha prescritto una cura con anti-infiammatori: 1 ciclo di 10 giorni al mese per tre mesi. Credo che seguirò il suo consiglio relativo ad una visita specialistica al termine della cura per verificare se effettivamente si tratti solo di una temporanea infiammazione o di qualcos'altro... Lei concorda sul fatto che i linfonodi si possano temporaneamente e localmente (solo quelli intra parotidei) 'infiammare'? La ringrazio nuovamente in anticipo e le auguro una buona settimana.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non sono d'accordo sulla cura, o meglio sulla durata della stessa e, er questo, la invito a sottoporsi alla visita specialistica. La linfoadenopatia è l'esito di questo processo infiammatorio. Un buon proseguimento anche per lei. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#4]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la concomitanza con il dolore all'Articolazione temporo Mandibolare (ATM) e i disturbi alla masticazione mi farebbero pensare anche ad un possibile problema di malocclusione , con coinvolgimento appunto dell'ATM.
Una simile problematica potrebbe anche spiegare il suo problema alla Parotide, che va senz'altro sottoposto comunque ad uno specialista ORL.
Nell'attesa, le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, all'articolo linkato qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema, nel qual caso le suggerirei di chiedere un consulto anche ad un dentista-gnatologo esperto in problemi dell'ATM.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-e-calcoli-salivari-colpa-dei-denti.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5] dopo  
Utente
Grazie dott. Brunori per la sua pronta risposta: seguirò il suo consiglio e anticiperò la visita specialistica ORL.

Gentile dott.Bernkopf, la ringrazio per il suo intervento. A questo proposito ho alcuni aspetti da aggiungere che possono completare il quadro.
Nel 2008 ho effettuato una visita da un dentista-gnatologo per correggere la dentatura di entrambe le arcate attraverso l'apparecchio Invisalign. Ho portato 20 mascherine, la cura è durata poco più di un anno e dal 2009 porto la mascherina di mantenimento la notte. Sino all'estate 2012 non ho mai percepito dolori, fastidi o rigonfiamenti come quelli da me descritti recentemente. A settembre, approfittando della visita di controllo, ho chiesto al dentista-gnatologo se il dolore percepito in estate fosse causato, ad esempio, dai denti del giudizio: lui mi ha risposto che era il movimento della deglutizione che era sbagliato e questo provocava di conseguenza il dolore. Ho cercato di svolgere degli esercizi per correggere la deglutizione ed in particolare la posizione della lingua. Ad oggi non l'ho corretta al 100% ma all'ultimo controllo effettuato ai primi di dicembre il dentista mi ha dato un feedback positivo dicendo che il tutto si era sistemato. In effetti non ho più avuto dolori durante la masticazione ma il rigonfiamento e il dolore sulla guancia in prossimità del trago - mai presentatosi prima - si sono verificati qualche settimana dopo.
Quello che non mi è chiaro è:
- come mai fino alla scorsa estate io non abbia mai avuto fastidi/dolori/rigonfiamenti pur deglutendo in modo errato
- dall'ecografia risulta che le formazioni ovalari sono presenti sia a dx che a sx ma il dolore io lo percepisco solo a sx
Mi scuso per essermi dilungata in molti dettagli e la ringrazio vivamente per l'attenzione che vorrà dedicarmi.

[#6]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente,ovviamente via rete si possono fare solo supposizioni.
Non é solo la deglutizione che può sostenere un problema come il suo.
Se la mia ipotesi fosse giusta, il suo problema é bilaterale con una prevalenza a sn.
Senza un esame diretto non è possible dire di più.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#7] dopo  
Utente
Certamente, la ringrazio Dottore per avermi evidenziato anche questa possibilità: approfondirò questo aspetto con una visita specialistica. Cordiali saluti.