Sospetto danno auricolare da trauma acustico

Ascoltando musica a volume alquanto elevato l'altra sera ho avvertito improvvisamente un dolore all'orecchio destro scomparso spontaneamente dopo pochi secondi. Da allora sento come se l'orecchio sia leggermente "tappato", riuscendo ad alleviare il sintomo per alcuni secondi soltanto muovendo la parte interna dell'organo con la punta del mignolo.Avverto inoltre un lievissimo calo dell'acusia che scompare nei momenti in cui riesco a diminuire il senso di otturazione. Di cosa potrebbe trattarsi? Cosa posso fare affinchè possa diminuire questa sensazione? Ovviamente sto evitando l'esposizione a forti rumori. Ringrazio di cuore chiunque vorrà rispondermi.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Sicuramente, si è verificato un affaticamento del nervo acustico in seguito all'esposizione a forti rumori. Mi auguro che non ci sia stato un danno del nervo. Giusto tenere a riposo per diversi giorni l'orecchio. Utile, pero', una visita specialistica otorinolaringoiatrica con esame audiometrico tonale ed impedenzometria per una verifica dell'esito all'esposizione al rumore. Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dunque lei pensa che l'affaticamento del nervo non debba sfociare necessariamente in danno irreversibile?A distanza di tre giorni la situazione non è cambiata di molto.Sto provvedendo a prenotare una visita orl e il mio medico di base ha detto di aver trovato il timpano "in tensione"...non so se questa informazione può esserle utile.Scusi il disturbo ma credo che in questi casi l'ascolto di diversi pareri aiuti molto...distinti saluti ed ancora grazie.
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Certo, non è detto che l'esposizione prolungata ad un rumore possa detrminare un danno irreversibile ma, al contrario, un affaticamento del nervo. In questi casi, è bene non perdere tempo e verificare con uno Specialista l'esito dell'esposizione al rumore. Prima si interviene, prima si scongiura un eventuale danno. Buona giornata
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,le scrivo nuovamente a distanza di 20 giorni dal trauma per aggiornarla sulla mia situazione.Un'audiometria effettuata 5 giorni dopo l'inizio di una terapia cortisonica ha evidenziato il totale recupero della funzione uditiva,e da allora ho eliminato l'ascolto di musica attraverso cuffie usando anche dei tappi in ambiente domestico per garantire il maggior silenzio possibile.Purtroppo mi è capitato durante alcune uscite di venire a contatto con rumori al di sopra della norma,dai quali mi sono allontanato prima possibile.Venendo al dunque, da ieri avverto un nuovo fastidio all'orecchio destro (sembra un dolorino di tipo esterno) seguito dalla ricomparsa di un lievissimo acufene scomparso con la terapia precedente (attualmente sto ancora assumendo l'integratore tiorex 800,una cpr al giorno). La situazione non è fastidiosa e non avverto particolari ipoacusie,ma mi chiedo: che questo derivi da un nuovo insulto al nervo? Ci sono altre terapie da effettuare o devo rassegnarmi? Ringraziandola nuovamente per i suoi preziosi consulti,porgo distinti saluti.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Aggiungo che da oggi avverto degli "scrocchi" soltanto in alcune occasioni quali le eruttazioni.
[#6]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Mi pare di aver capito che la visita di controllo abbia dato esito favorevole, ovvero abbia confermato la guarigione. Non vedo il motivo per cui tu debba parlare di rassegnazione!. Certo, per il futuro, devi stare attento a non esporti a rumori ad alta intensità ma, ovviamente, non devi vivere nella bambagia: in poche parole, devi fare una vita normale! Continua la cura che stai facendo e non ti fissare se, ogni tanto, avverti l'acufene: bene o male, lo avvertiamo tutti. Buona serata

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test