Utente
Sono stata sottoposta a tonsillectomia per giganto ipertrofia tonsille linguali e tonsille palatine.In nona giornata sono tornata in sala operatoria per una emorragia e per cautela sono rimasta per 24 ore in terapia intensiva sedata e intubata.Sono terrorizzata dal fatto che la complicanza possa ripresentarsi.Ad oggi sono trascorsi sedici giorni dal primo intervento e otto dalla complicanza emorragica.Ho ancora dolore e. mi alimentò con cibi freddi e semiliquidi.Per quanto tempo dovrò' ancora aver paura,paura di tossire,di poter starnutire,per evitare una nuova emorragia? Grazie.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Immagino che, dopo l'intervento, le sia stata prescritta una terapia antibiotica ed antiemorragica: quest'ultima da fare per almeno quindici giorni. Penso che possa esserci il rischio di una emorragia ancora per un'altra settimana. Comunque, non viva con ansia questo periodo. Importante è che non faccia sforzi fisici e non si alimenti con cibi che possano graffiare la zona operata come crosta del pane, biscotti, pizza, fette biscottate.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.L'attesa e'pero' snervante.Mi avevano assicurato che non avrei più' corso rischi a partire dal diciottesimo giorno dopo l'intervento iniziale.Anti emorragici inizialmente non ne ho presi,solo dopo la emorragia ho iniziato ad assumerei è continuerò' per un altra settimana.Ma dopo potrò' tranquillamente tossire o starnutire o dovrò' fare ancora attenzione?Potro' iniziare a mangiare cibi più' solidi e caldi e se no dopo quanto tempo?purtroppo mi dovrò' allontanare dal luogo dove sono stata operata e affrontare un viaggio in auto di circa otto ore.Potro' farlo tranquillamente?

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, potrà tranquillamente viaggiare e riprendere la sua normale alimentazione ed attività fisica. Purtroppo, è avvenuta questa complicanza, ormai pero' in risoluzione.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
le riscrivo dopo che in tredicesima giornata dopo l'ultima emorragia ne ho avuta un'altra. In ospedale dove abito,hanno cercato di intubarmi inutilmente(lascio perdere pietosi dettagli) dopo avermi addormentata ,ma sono stato costretti a risvegliarmi senza cauterizzare la lesione. Fortunatamente la perdita si è arrestata spontaneamente . sono stata operata il 24/06,prima emorragia il 02/07,seconda il 14/07,quanto dovrò ancora attendere per stare tranquilla. Mangio ancora semiliquido e freddo ,gli esami che riguardano la coagulazione sono normali,l'emocromo anche(hb11). Grazie

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Devo dire che è stata proprio sfortunata e mi dispiace. Comunque, sono contento che il tutto si sia risolto e bene. Certo è che rimarrà un bruttissimo ricordo!
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
la ringrazio,ma comprenda la mia preoccupazione. Dovrò ancora temere per nuovi episodi di emorragia e se si per quanto tempo ancora. Posso ricominciare ad alimentarmi con cibi più solidi,tossire o starnutire senza paura? grazie

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Credo che, dalla fine di questa settimana, non ci sia piu' il rischio di una emorragia. Per l'alimentazione, puo' iniziare a mangiare tutto. Cordialità
Dr. Raffaello Brunori