Utente
Buongiorno, sono una ragazza di 27 anni e soffro di ipoacusia all'orecchio sinistro e forti acufeni. La mia storia: Luglio 2013 iniziano gli acufeni dopo una serata con musica a volume molto alto. Da allora non mi hanno più abbandonata neanche un solo giorno. Pochi mesi dopo inizio a soffrire di vertigini, per mesi non riconosciuti come tale e quindi non curati in quanto il mio curante sosteneva che questi giramenti di testa dipendessero dalla mia pressione bassa. Fatti vari esami (cardiaco, tiroide e sangue) il mio curante decide che i miei giramenti di testa fossero in realtà attacchi di panico, per cui mi manda da uno psichiatra da cui sono tuttora in cura. Il tutto è andato avanti fino ai primi giorni di gennaio quando da un giorno all'altro, rispondendo al telefono, mi accorgo non sentire più dall'orecchio sinistro. Provando ad ascoltare la musica a volume alto con le cuffiette riesco ad udire delle voci storpiate senza ahimè comprenderne del tutto le parole. Preoccupata chiamo il mio otorino che mi consiglia di correre al pronto soccorso. Al pronto soccorso mi rimandano a casa con un impegnativa per fare un audiometria (un mese e mezzo dopo). Tornata a casa mi accorgo di avere la febbre alta, nausea, vomito, vertigini e mal di gola. trascorsi 15 giorni dalla perdita d'udito decido di recarmi dall'otorino il quale mi mando immediatamente in ospedale con una richiesta di ricovero urgente. Ho trascorso 12 giorni ospedale durante i quali sono stata sottoposta a terapia cortisonica senza alcun miglioramento della soglia uditiva mentre le vertigini sono parzialmente sparite. Diagnosi: "Cocleopatia improvvisa sx con transitoria sofferenza labirintica- cefalea vasomotoria- occasionale riscontro di sospetto angioma venoso profondo a livello della corano radiata". Dopo sono stata sottoposto per 3 volte ad iniezione intratimpanica e anche in questo caso senza miglioramento alcuno. Mi è stato detto che non ci sono più possibilità di recupero e che dovrò abituarmi. Vorrei sottolineare l'impatto psicologico che posso avere tutto ciò in una ragazza di 27 anni. Mi sento molto a disagio, specie quando sono in posti rumorosi, quando la gente mi parla e non capisco, quando fatico a comprendere da che parte arrivano i suoni...credo sia molto invalidante.
La domanda che rivolgo a voi di medicinali, davvero non posso più fare niente sia per l'udito che per gli acufeni? Mi è stato detto che la manipolazione fasciale può aiutare in caso di acufeni, siete d'accordo? ringrazio anticipatamente chiunque voglia rispodermi.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prendendo per buono cio' che ha riportato e, quindi, confermando la diagnosi formulata, non posso che concordare con i Colleghi che l'hanno potuta seguire. Purtroppo, farmacologicamente, non ci sono le possibilità che la sintomatologia possa regredire. Circa la manipolazione che le è stata proposta, non so che dirle: dubito del buon esito. Comunque, segua sempre le indicazioni dello Specialista che la segue.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Brunori, la ringrazio per la sua cortese risposta.
Avrei un altro paio di domande: secondo lei, nel mio caso, potrebbe trattarsi di Meniere?
Glielo chiedo perché ho letto che questa malattia è spesso collegata ad altri problemi di salute. Nel mio caso specifico, soffro di colite da anni, ho frequenti attacchi di gastroenterite, dissenteria cronica da oltre 10 anni ed eccessiva magrezza. Potrebbe essere collegato secondo lei?

Per quanto riguarda gli acufeni invece, ho letto qualcosa sulla terapia TRT, secondo lei può essere efficace? E nel caso mi saprebbe indicare a chi devo rivolgermi per provare questa terapia? Io vivo in Veneto.
Altra cosa.. ho letto sui vari forum dedicati a coloro che soffrono di acufeni che qualcuno ha trovato sollievo con l'agopuntura, lei ne sa qualcosa?

Concludo con questo link http://virtualblognews.altervista.org/scoperto-farmaco-per-ripristinare-la-perdita-permanente-delludito/25814761/
secondo lei è attendile questa notizia?

La ringrazio ancora per l'attenzione

La Saluto Cordialmente

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non vada in giro su Internet, altrimenti le idee si confondono. La diagnosi viene fatta dallo Specialista in base ai risultati degli accertamenti fatti. Personalmente, ripeto, concordo in pieno con il parere dei Colleghi Siciliani. Se proprio vuole avere un altro Consulto, si puo' rivolgere al Policlinico Universitario di Verona Borgo Roma, Clinica Otorinolaringoiatrica.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Gentili Dottori di Medicitalia, vorrei aggiornarvi sulla mia situazione.
Ultimamente ha iniziato a tapparsi l'altro orecchio (quello da cui sento, il dx) così su consiglio del mio otorino, mi sono operata al setto per migliorare la respirazione dato che avevo il setto deviato e un ipertrofia dei turbinati. Secondo il mio otorino con un naso che respira bene si riduce il rischio di insorgenza di virus che possano attaccare l'orecchio buono.
Mi sono operata il 3 di aprile però continuo ad avere disturbi all'orecchio buono (si tappa e a volta fa male). Vivo nel terrore di diventare completamente sorda, proprio ieri sono andata a far un controllo dall'otorino e sia timpano che riflessi risultano buoni nell'orecchio buono (dx), mentre timpano ok riflessi no su quello sx (e questo lo sapevo già).
Il mio otorino dice che non devo vivere con l'ansia di perdere l'altro orecchio e che al momento è tutto apposto, ma io ho paura. Ogni tanto provo ad eseguire una manovra du valsalva ma l'orecchio non si stappa mai.
Qualcuno ha un consiglio da darmi? Mi è stato detto in un centro che tratta gli acufeni e problemi di udito che visto che il mio orecchio dx sta lavorando da solo è continuamente sotto stress rischio di perdere l'udito anche da quel orecchio, è vero? Il mio otorino sostiene che stanno solo cercando di vendermi un apparecchio acustico... Voi cosa ne pensate? Ringrazio anticipatamente chiunque abbia voglia di rispondermi