Riesco a farmi scrocchiare le orecchie

Buonasera, mi ritrovo qui a scrivere per soddisfare una mia curiosità. Non so esattamente da quanto tempo, ma riesco a farmi scrocchiare" le orecchie. Non muovo nessun muscolo facciale nel farlo (forse irrigidisco leggermente la mascella). Ho cercato su internet per vedere se anche altri ci riescono ma non sono stata in grado di trovare niente. Come.ci riesco?
La mia seconda domanda é questa: sono.completamente dipendente da spray nasali (nello specifico faccio uso dello spray Otrivin da un anno e mezzo tutti i giorni) perché ho la sensazione che mi.si attappino.le.narici non appena mi corico (so che potrebbe essere dovuto alla.dipendenza, ma ogni volta che provo a smettere di farne uso mi sveglio la notte perché non riesco a respirare, quindi posso dire che sia abbastanza sicura che non sia solo una sensazione). Parlo di questa dipendenza perché ho notato che quando sono raffreddata questa "capacità" aumenta e io ormai riesco a farmi scricchiolare le orecchie ogni volta che voglio. Potrebbe essere questo collegato al fatto che non riesco a smettere di usare gli spray nasali? Potrebbe essere vero che ho costantemente del muco che mi.impedisce di respirare?
[#1]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,5k 190 26
Gentile Paziente, non è chiarissimo cosa definisca "riesco a farmi scrocchiare" le orecchie"
Potrebbe trattarsi di una disfunzione tubarica, cioè di un cattivo funzionamento di quel tubicino (la tromba o tuba di Eustachio) che mette in comunicazione il retrobocca con l’orecchio medio, e serve ad aerarlo, a drenare il catarro che si forma e a compensare eventuali sbalzi di pressione fra le due superfici del timpano. All’interno della tuba può ristagnare del muco. Il funzionamento della tuba è stimolato dai movimenti del condilo mandibolare e dai muscoli coinvolti nella deglutizione: in presenza di muco si percepiscono a volte dei rumorini dovuti alla mobilizzazione del muco stesso, o una sensazione di "ovattamento" o di "pienezza" dell'orecchio.
Molto spesso il cattivo funzionamento della tuba è legato a sua volta ad una disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare, giacché il funzionamento della tuba è stimolato dai movimenti del condilo mandibolare e dai muscoli coinvolti nella deglutizione: infatti , quando sentiamo questo "tappamento", solitamente cerchiamo di muovere la mandibola o deglutire, il che, in un orecchio normale, favorisce lo "stappamento" , che é in realtà un ripristino della pervietà tubarica e un compenso delle diverse pressioni sulle due superfici del timpano: é questo il suo "scrocchiare"?.
Quando invece, come mi pare di capire nel suo caso, questo non accade, o accade con difficoltà, (disfunzione tubarica) a volte siamo di fronte ad un conflitto che si instaura fra la tuba e il condilo della mandibola, che può essere dovuto a sua volta alla malocclusione dentaria con malplosizione mandibolare: in pratica, se da un lato il movimento di apertura della bocca viene comunemente sfruttato per il ripristino, all'interno della cassa timpanica, dell'equilibrio pressorio alterato ad esempio per sbalzi di quota, dall'altro un cronico dislocamento posteriore di uno o entrambi i condili e lo squilibrio dei muscoli della masticazione e della deglutizione, possono dar luogo ad una ipofunzionalità tubarica e quindi alla spiacevole sensazione che lei lamenta.
Ovviamente, ogni condizione di aumento delle secrezioni mucose contribuisce all’aggravamento della situazione: il problema del suo naso, però potrebbe anche essere legato ad una problematica analoga: apra questo link:

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca.html

Le consiglio pertanto di farsi visitare anche da un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e di rapporti fra questa e l’Orecchio.
Anche nella letteratura scientifica comincia ad affermarsi il concetto che quando un problema all'orecchio non trova spiegazioni in ambito specialistico Otorinolaringoiatrico, spesso é all'Articolazione Temporo Mandibolare che bisogna guardare.
Le consiglio anche di dare un'occhiata ad un caso che potrebbe essere simile al suo, sempre su questo sito:

https://www.medicitalia.it/consulti/otorinolaringoiatria/72945-il-medico-ha-diagnosticato-una-infiammazione-della-tuba.html

e a questi articoli su questo stesso sito, nell'ipotesi che possa riconoscervi qualche elemento di somiglianza con il suo caso.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-e-disfunzioni-dell-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html

http://www.studiober.com/pdf/Malocclusioni%20e%20patologie%20respiratorie%20ostruttive.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, grazie mille per la sua risposta. Da quanto ho capito temo di aver omesso un particolare importante che credevo non fosse inerente.
Tempo fa sono stata visitata da uno specialista maxilo-facciale che tra i vari esami tutti negativi) mi ha richiesto una TC mandibolare dalla quale è emerso
"L'esame tomodensitometrico documenta dismorfismo dei condili mandibolari con ipoplasia del condilo mandibolare destro rispetto al controlaterale" (Le scrivo solo questa parte del referto perchè il restante è negativo).
Lo specialista mi aveva sconsigliato l'intervento chirurgico in quanto il mio problema era puramente estetico (anche se ultimamente ho notato dei peggioramenti in quanto mi sento la mandibola "bloccata" e dolorante sempre più spesso, possiamo parlare comunque di eventi occasionali)
A questo punto mi chiedo, potrebbe essere questo la causa del mio "naso chiuso"?
La ringrazio ancora.
[#3]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,5k 190 26
Gentile Paziente, relativamente alle disfunzioni dell'Articolazione Temporo Mandibolare, rarissimamente il Chirurgo Maxillo Facciale é lo specialista da consultare, e comunque non per primo.
Neanche l'estetica é l'elemento da considerarsi per primo, ma spesso é legata alla funzione, tanto é vero che l'approccio all'ATM (ripeto: quasi mai chirurgico) torna ad emergere dopo essere stato accantonato ("anche se ultimamente ho notato dei peggioramenti in quanto mi sento la mandibola "bloccata" e dolorante sempre più spesso").
Via rete, senza un esame diretto, non credo si possa dire di più.
Le suggerirei di dare un'occhiata all'articolo linkato qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi altri elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test