Utente
Salve,

sono un ragazzo di 24 anni che nelle ultimi estati ha avuto problemi di respirazione.
Giunto il mese di agosto inizio ad avere problemi: il naso sembra essere chiuso, nonostante non ci sia muco da espellere. Mentre presento scolo retronasale in gola: ma non è vero e proprio muco, ma piuttosto una saliva un po' più densa.
Non riuscendo a respirare con il naso, ho difficoltà nell'addormentarmi e necessità di tanto in tanto di fare profondi respiri con la bocca.
Quest'anno presento un nuovo sintomo: ho un senso di pressione al naso, come una sorta di peso.
Andando dall'otorino che mi ha effettuato un endoscopia nasale, non ha rilevato ostruzioni o presenza di ostruzioni, ma solo il setto nasale leggermente deviato e una rinite vasomotoria/allergica.
Mi ha prescritto lo spray "Avamys" che ho iniziato ad utilizzare due giorni fa.
Il senso di pressione non passa e questa mattina ho riscontrato in bocca presenza di un misto di saliva, muco e sangue.
Avendo avuto un passato di ansia e attacchi di panico, comincio a preoccuparmi: questo sintomo (pressione) è normale? E' ricollegabile alla rinite? Può essere l'ansia a scatenarla?
Il sangue è un effetto collaterale dello spray?

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
In presenza di varici del setto, l'utilizzo di uno spray nasale cortisonico puo' favorire la fuoriuscita di sangue da questi vasi. Di questo informerei lo Specialista che ti ha visitato. Onestamente, non penso che la sintomatologia ostruttiva nasale sia legata al tuo stato ansioso. In prima istanza, ti consiglio di sottoporti ad una rinomanometria con test di decongestione dei turbinati per una valutazione della tua effettiva capacità respiratoria nasale. In seconda istanza, consiglierei una RM del cranio e del rinofaringe per capire se sia presente una sinusite od un residuo adenoideo.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori