Utente
Gentili medici,

mi chiamo Paolo e ho 22 anni. Ho deciso di chiedere un consulto su "mediciitalia.it" poiché sto attraversando un periodo molto delicato con la salute che mi rende ansioso e preoccupato e che mi limita nella vita e la routine giornaliera. Il calvario è cominciato circa due anni fa dopo aver assunto ISOTRETINOINA per sei mesi per curare l'acne. Ho avuto 16 casi di tonsilliti recidivanti, le mie tonsille erano criptiche, mi sono beccato Streptococco Beta Emolitico di Gruppo C, Stafilococco Haemolitucus. Frequenti raffreddamenti. Nel mezzo ho curato anche l'escherichiacoli che mi aveva causato ritenzione urinaria a tal punto da farmi posizionare catetere normale e poi quello epicisto, la ritenzione urinaria era dovuta anche a spasmi nervosi. Il mio otorino ha ritenuto che le mie tonsille fossero da togliere e così è stato a Dicembre 2017. Ad oggi dopo aver tolto le tonsille ho cominciato ad ammalarmi di faringite acuta, ho fiato corto e difficoltà respiratorie. Sono sempre debole e ho scarsa concentrazione. Assumo Ismigen e Sinerga per le difese immunitarie e cercare di prevenire nuovamente infezioni alle prime vie aeree respiratorie. Soffro di reflusso gastro laringo esofageo. Il mio otorino mi ha prescritto gastroscopia per vedere se il reflusso ha provocato danni all'esofago. Per il reflusso come cura assumo: antiacido al mattino (pantopan 40) marial dopo pranzo e dopo cena, antistaminico prima di coricarmi (rupafin) Sono fumatore e so che questo non mi aiuta ma ho limitato molto (sono passato da un pacchetto a tre massimo cinque sigarette al giorno con l'intento di diminuire e smettere completamente). Spesso mi si infiammano anche in linfonodi della zona collo e gola, sono molto debole e ho difficoltà a concentrarmi. Gli analisi sono ad ora molto buoni. Premetto che prima che cominciasse questo calvario sono sempre stato un ragazzo sano, forte, energico, non mi ammalavo quasi mai (per parecchi anni neanche un semplice raffreddore). Mi chiedo come mai dopo tutte le cure, dopo le cure per le difese immunitarie, ho modificato la mia alimentazione evitando caffè, alcolici ecc. Faccio palestra, bevo molta acqua, come è possibile che continuo ad ammalarmi e ad essere così cagionevole. Tutto questo mi demoralizza e mi fa sentire limitato rispetto agli altri che vivono normalmente la loro vita giornaliera. Sono ormai fermo sul lavoro da un anno, mi tocca fermarmi ogni volta in palestra perché mi ammalo, ho paura di progettare viaggi, cose da fare ecc..Mi sono anche sottoposto ad una visita pneumologica da cui non è risultato nulla, bronchi e polmoni puliti, rx torace perfetta. Dovrò fare i prick test allergici per verificare se sono allergico a qualcosa in particolare che mi da secchezza gola, prurito zona faringe, tosse persistente e sintomi simili all'asma, considerando che ho anche il reflusso. Cosa potrei fare per rinforzare il mio organismo, che tipo di indagini dovrei eseguire? Sono confuso e demoralizzato.

[#1]  
Dr. Alfonso Gianluca Gucciardo

32% attività
20% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
AGRIGENTO (AG)
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
Buonasera. grazie per il suo messaggio. In verità, è un po' difficile darle aiuto da lontano e in una situazione comunque un po' ingarbugliata quand'anche non grave. Innanzitutto, penso che i colleghi che la seguono sono stati molto bravi a gestire sia le urgenze sia l'ordinario. Alla luce di quanto riferisce, io suggerirei ora di valutare l'ipotesi di una qualche malattia infettiva e/o autoimmunitaria prima di procedere con altre indagini. Ne parli con il medico di famiglia. Comunque, non si demoralizzi e perseveri nell'ottima decisione di diminuire sempre più (anche gradualmente) il fumo che - come dice lei stesso - non la aiuta. Ci tenga aggiornati. grazie. cordialità. agg
Alfonso Gianluca Gucciardo
Medicina Voce artistica - Medicina per gli Artisti
www.gianlucagucciardo.it

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Gucciardo,
in primis grazie mille per la sua risposta e il suo supporto.
Quanto al suo suggerimento posso dirle che sono state fatte più volte indagini relativamente a quelle da lei consigliate.
Mi sono sottoposto a test HIV, CYTOMEGOLOVIRUS, esame urine per possibili infezioni urinarie, EBV, MONONUCLEOSI, esame feci, emocromo completo, tiroide, funzionalità epatica, sono state esaminate una volta asportate anche le tonsille (non è risultato nulla) neppure per gli altri analisi effettuati, tutto nella norma insomma. Lei sa consigliarmi altri esami specifici attraverso i quali indagare?
La cosa che non mi spiego è come aldilà delle mie tonsille che erano problematiche e che quindi mi facevano ammalare di tonsillite due/tre volte a cadenza mensile come è possibile che il mio organismo non riesca a rafforzarsi adeguatamente e che io continui a raffreddarmi e ammalarmi. Sono stanco di continuare a prendere ogni mese medicinali che comunque mi debilitano a loro volta. Come le ho spiegato mi restano da fare test allergici e gastroscopia per valutare la sintomatologia del reflusso.
La ringrazio ancora per la sua disponibilità e ne approfitto per augurarle una buona giornata.

[#3]  
Dr. Alfonso Gianluca Gucciardo

32% attività
20% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
AGRIGENTO (AG)
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
Buonasera. Guardi, è veramente molto difficile darle consigli a distanza, ancora più sapendo che appunto lei ha già valutato HIV e altri virus. A questo punto io direi: finisca le sue indagini e poi ci aggiorni subito così magari possiamo provare ad aiutarla avendo però dinnanzi l'intero quadro. per adesso un caro saluto. agg
Alfonso Gianluca Gucciardo
Medicina Voce artistica - Medicina per gli Artisti
www.gianlucagucciardo.it