Utente
Buongiorno Dottori,

lunedi ho avuto un forte mal di gola che non riuscivo nemmeno a deglutire con associato dolore cervicale al collo e febbre a 37 che poi è saliuta a 37.8 e riscesa senza prendere nessuna pastiglia.
Ho alleviato il mal di gola con lo zenzero ma ancora persiste, stanotte poi avevo un forte dolore al collo e leggero all'orecchio lato linfonodo.
Casualmente ieri ho notato na cosa dura nel collo lateralmente non troppo grossa. Stamane sono andato dal medico di base il quale palpandolo mi ha subito detto che si potrebbe trattare di un linfonodo reattivo e di tenerlo sotto controllo aspettando 15/20 giorni per vedere se va via e in caso contrario, fare l'eco già prescritta.
Mi sono dimenticato però di chiedere al medico una cosa:
lui ha controllato se cen'erano altri ma sembrava esserci solo quello...Il fatto di averne solo uno è meglio o peggio? Cioè mi spiego meglio, dipendesse da una reazione al mal di gola è normale che ad ingrossarsi è solo uno e non svariati?
Il linfonodo reattivo inizia a ritornare alla normalità quando il mal di gola finisce giusto? Quindi devo aspettare che mi passi il mal di gola e valutare i 15/20 giorni prima dell'eco?
In internet ne ho letto di tutti i tipi e un po' di ansia cel'ho ma spero che sia relativo al mal di gola. L'ansia mi viene perchè non so se c'era anche prima del mal di gola.
A volte sembra più grosso e altre stento a trovarlo. Toccandolo si infiamma? Meglio non toccarlo e controllare la sua presenza e/o dimensione ogni tanto? Posso farci impacchi di zenzero?

Vi ringrazio e cordialmente saluto.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non deve palpare il collo ed eviti gli impacchi che non servono a nulla. Con molta probabilità, la faringite ha determinato l'ipertrofia dei linfonodi: il tutto dovrebbe regredire alla fine del processo infiammatorio in atto. Con molta probabilità, quello diagnosticato dal Medico è il piu' grande di dimensioni ma, sicuramente, sono presenti altri piu' piccoli. Il numero dei linfonodi non è importante.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,

La ringrazio per la cortese risposta.
Sto prendendo Broser da 10 gg al tatto il linfonodo sembra essere meno gonfio ma ancora presente.
L'infiammazione è passata anche se persiste un po' di catarro e cervicale. Questa mattina mi sono svegliato con un leggero mal di gola e linfonodo leggermente più grosso di ieri.
Quanto tempo ci vuole per riassorbire?

Grazie mille

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non c'è un periodo preciso, calcoli una quindicina di giorni
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Grazie. Comunque fosse qualcosa di grave sarebbe aumentato di volume?
Secondo lei devo fare eco?

Grazie

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La gravità non comporta l'aumento di volume di un linfonodo. Nel suo caso, essendoci una infiammazione della faringe, non occorre che si sottoponga ad un esame ecografico: basta una semplice palpazione da parte del Medico curante.
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio dottore...se mai aspetto 1 settimana e poi faccio un salto dal medico curante per un ulterioŕe controllo....La mia ansia è dovuta al fatto che non so se c'era prima del forte mal di gola o se venuto cln esso...
È' stato gentilissimo...
Grazie

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Condivido la sua decisione e la invito a non preoccuparsi in quanto, sicuramente, la linfoadenopatia è esito della recente infiammazione faringea
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Grazie Dottore le auguro una buona giornata