Utente
Buongiorno dottore, ho bisogno davvero di essere aiutata questa situazione dura da almeno 10 mesi.
E iniziato tutto al 7 mese di gravidanza un continuo muco abbondante che mi scendeva dal naso alla gola con continuo bisogno di schiarirmi la gola
Sono arrivata ad oggi dopo. Nove mesi con dolore pure alla faccia e alla mandibola. Riassumo tutto ho preso
Cortisone spray nasale
Antibiotico levoflaxicina
Mucolitici fluibron fluimucil
Gastroprotettore
Antistaminico per la mia allergia agli acari (zirtec)
Ho eseguito
Gastroscopia con esito gastrite cronica
Fibroscopia
Tac massiccio facciale (setto lievemente deviato) conca bullosa bilaterale
Bene non so più cosa fare ora l'otorino mi ha ridato nuovamente un Mucolitico. E mi ha prescritto un rx alla mandibola. Insomma io sono davvero giù di corda non riesco nemmeno ad occuparmi in modo sereno di mio figlio che ha solo. 7 mesi sono davvero stressata non ne posso più. Chiedo un vostro aiuto veramente.

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, lei descrive sostanzialmente una situazione di rinsinusite cronica, con causa non precisata, che permane nonostante le cure e i consulti del caso.
Nella patogenesi delle rinosinusiti croniche, é da tutti accettato il ruolo dei "disturbi di ventilazione".
In prima battuta si suole abitualmente considerare problemi anatomici, in particolare la deviazione del setto. Il problema , però., può anche essere disfunzionale, basarsi cioè sulla presenza di uno schema respiratorio orale anziché nasale, specie di notte quando la vigilanza individuale cade. In pratica lo schema interpretativo abituale é: il naso é chiuso, quindi il paziente é costretto alla respirazione orale. Terapia: apriamo il naso (mucolitici, cortisonici, ecc. , come accade nel suo caso.). Esiste però un'altra possibilità, e cioé che lei abbia acquisito primariamente per vari motivi uno schema respiratorio orale. In pratica, specie quando dorme, è possibile che lei tenga la bocca aperta, ma non perché il naso é chiuso. A questo punto l'aria inspirata, potendo scegliere due vie di ingresso, per un principio di meccanica dei fluidi preferisce il transito a minori resistenze, cioé quello attraverso a bocca. Questo, oltre a facilitare con il salto dei filtri nasali varie patologie della gola, esclude la ventilazione nasale, e configura il "disturbo di ventilazione" da tutti accettato come importante elemento patogenetico delle rinosinusiti croniche. In questi casi, quindi, il naso si ammala secondariamente alla respirazione orale, perché a causa di quest’ultima non viene ventilato.
Se così fosse, potrebbe essere utile la correzione dello schema respiratorio orale, per il quale le necessiterebbe la consulenza di un dentista che si occupi abitualmente di disturbi respiratori.
Il mio sospetto si rinforza alla luce di quanto riferisce (" dolore pure alla faccia e alla mandibola.") e della richiesta del Curante "mi ha prescritto un rx alla mandibola" . (mi permetto di sottolineare che questo esame è quasi sempre inutile a chiarire un eventuale problema dell'Articolazione Temporo Mandibolare ATM).
Se ha tempo, visiti il mio sito internet, dove può trovare ulteriori notizie sul suo problema, e veda se negli articoli qui linkati trova qualche elemento di somiglianza con il suo caso.
Cordiali saluti ed auguri

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-il-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-al-russare-e-all-apnea.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com