Utente
Buongiorno, a seguito di una tac e visita specialistica in cui si evidenzia: deviazione del setto nasale, rinite ipertrofica, conca bullona ed anosmia, il medico mi dice che non c'è cura farmacologica ma solo operazione. E' proprio così? Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Ivano Bruno Bertetto

28% attività
8% attualità
12% socialità
TEMPIO PAUSANIA (SS)
OLBIA (SS)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Buongiorno, il setto nasale e la Concha bullosa ( pneumatizzazione della parte ossea del turbinato medio) sono strutture formate da una parte cartilaginea o una parte ossea quindi rigide, perciò nessun medicinale potrà ridurre di volume o cambiarne la forma per favorire la respirazione, nè per risolvere l'anosmia, che è la mancanza di capacità di sentire gli odori. Le uniche strutture nasali che in parte possono rispondere ad una cura non chirurgica sono i turbinati inferiori ipertrofici. L'unica cura possibile è un ciclo di spray nasale a base di cortisone che va eseguito mensilmente: alcune persone trovano beneficio respirando un po' meglio e riuscendo a percepire meglio gli odori, altri invece non riescono a trovare beneficio. Per questi u ltimi l'intervento chirurgico ha il fine di rimettere in asse il setto nasale e ridurre di volume la Concha bullosa per favorire il passaggio di aria e allo stesso modo di decongestionare i turbinati inferiori per lo stesso motivo. Quindi nel suo caso io le consiglierei di provare dei cicli di spray nasale a base di cortisone ( es. Mometasone, Furosemide o altri) due spruzzi per narice mattina e sera, per 20 giorni al mese, per 3 mesi consecutivi. Se dopo questa terapia non trovasse beneficio, Allora sarebbe utile sottoporsi a un intervento di correzione funzionale del setto nasale, plastica della Concha bullosa e decongestione dei turbinati.
Dr. Ivano BRUNO BERTETTO

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dottore la ringrazio per la risposta. Specifico che io non ho la perdita dell'olfatto ma un'alterazione del gusto e dell'olfatto. Percepisco una sensazione di amaro sgradevole in bocca e cattivi odori come se ci fosse sempre qualcosa di puzzolente. Questa condizione è diventata costante, giorno e notte, solo in alcuni e rarissimi momenti riesco ad avere olfatto e gusto nella norma. La condizione si è aggravata negli ultimi mesi perchè negli anni passati era saltuaria e l'alterazione passava cambiando posizione del corpo. Queste sono le terapie che ho fatto, ma ad oggi non hanno prodotto nessun risultato per questo il medico ha deciso per l'intervento.
Dicembre
Dal 7 al 14 Dicembre: GIASION 400 cp
Dal 7 al 17 Dicembre: aerosol GLAZIDMI e AEROLID
Dal 20 Dicembre per un mese: RINOFLUIMUCIL spray e aerosol: FLUIMUCIL, SEDO CALCIO PLUS, AEROLID.
Gennaio
Dal 10 al 20 Gennaio: NARHIMED spray
Dal 20 Gennaio: BRUSONEX spray
Dal 25 Gennaio: IALOCLEAN spray
Ho sospeso i due spray.

[#3] dopo  
Utente
Dimenticavo un'altra cosa, c'è il rischio di perdere per sempre l'olfatto? Posso recuperarlo? Farò l'intervento a metà marzo... Grazie ancora

[#4]  
Dr. Ivano Bruno Bertetto

28% attività
8% attualità
12% socialità
TEMPIO PAUSANIA (SS)
OLBIA (SS)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Nel suo caso non c'è il rischio di perdere completamente l'olfatto. I nervi responsabili della percezione dell'olfatto si trovano in un'area profonda e alta del naso, sul tetto di un seno paranasale chiamato etmoide che più o meno è all'altezza degli occhi. Quando c'è un problema nasale spesso il flusso aereo con le sue particelle olfattive non riesce a raggiungere quella regione. Dopo l'intervento che ha in programma vedrà che pian piano riuscirà di nuovo a percepire gli odori normali ( gli odori e sapori sgradevoli spesso sono dovuti ad un ristagno di muco nasale paranasale che tende ad infettarsi ) e soprattutto la componente olfattiva dei cibi durante l'alimentazione.
Dr. Ivano BRUNO BERTETTO

[#5] dopo  
Utente
Mi sono sottoposto all'intervento chirurgico, nel foglio di dimissioni il decorso clinico è il seguente: correzione funzionale respiratoria nasale in anestesia generale.
L’intervento è stato lunedì scorso e i tamponi sono stati tolti il venerdì, il medico mi prescrive per un mese uno spray e una pomata. Mi dice che fin da subito posso soffiare il naso. Nel momento in cui, tornato a casa, ho iniziato a soffiare il naso ho nuovamente l’alterazione dell’olfatto e del gusto. Sempre dalla narice sinistra ogni qualvolta soffio il naso si verifica l'alterazione dell'olfatto e del gusto. Nel momento in cui ho una produzione di muco abbondante non c'è alterazione, quando è normale invece si. Sono sconvolto e sto malissimo, perché ho fatto l’intervento proprio per questo e adesso sono nuovamente punto e a capo. Per l'eliminazione delle croste mi ha prescritto abiostil crema e aluned spray due volte al giorno per un mese. Sono molto ma molto deluso.

[#6]  
Dr. Ivano Bruno Bertetto

28% attività
8% attualità
12% socialità
TEMPIO PAUSANIA (SS)
OLBIA (SS)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Buongiorno, Mi perdoni il ritardo nella risposta ma non mi è stata notificata la sua ultima richiesta.
L'intervento al setto nasale E le successive medicazioni comprendono tutta una serie di sintomi ( naso ostruito, abbondanza di croste con muco e sangue, alterazione nel percepire gli odori ed altri) che possano protrarsi nelle settimane nonostante le medicazioni e tenderanno a scomparire nei primi mesi dopo l'operazione. Spesso il paziente si preoccupa perché non sempre informato in modo dettagliato, crede di risolvere i suoi sintomi già nei primi giorni dopo l'intervento cosa che non è possibile ma che piano piano si risolverà nell'arco di diverse settimane.
Immagino, e mi auguro, che la sua situazione sia nettamente migliorata. Un cordiale saluto!
Dr. Ivano BRUNO BERTETTO

[#7] dopo  
Utente
Dottore buon pomeriggio, si figuri, la ringrazio sempre l'attenzione. Purtroppo le cose non vanno bene, anzi dopo l'intervento ho notato un peggioramento relativo al disturbo dell'olfatto e del gusto. Percepisco, dalla narice sx, un cattivo odore e conseguentemente un gusto amaro. Distinguo tutti gli odori ma sullo sfondo un cattivo odore che si verifica sempre anche in assenza di uno stimolo olfattivo. Come le dicevo dopo l'intervento è peggiorato tutto. L'intervento l'ho fatto il 18 marzo e solo a fine giugno ho iniziato ad avvertire olfatto e gusto nella norma. Solitamente il mattino mi sveglio bene, appena inizio a parlare arriva l'alterazione, come se il movimento scatena qualcosa. Ci sono state delle giornate, poche, senza il problema. Ho fatto per 3 mesi normast 600 bustine e xnerv, sono stato anche da un neurologo che mi ha prescritto la lyrica. Secondo l'otorino è cacosmia. Mi creda sono molto stanco e demoralizzato, è passato tanto tempo e il disturbo non mi da pace.