Utente
Salve,

scrivo in quanto da settembre sento un'infiammazione soprattutto da naso e seni paranasali. Ho anche un leggero aumento di temperatura, che arriva a 37 rispetto alla mia normale (circa 36). Mi sembra di avere sempre un dito che spinge tra le sopracciglia e sopra il naso.

Ho effettuato una TAC a novembre e mi è stata diagnosticata una deviazione del setto e ipertrofia dei turbinati. A metà novembre mi sono operato.

Ora, dopo quasi 3 mesi respiro meglio dalla narice sinistra (era quasi sempre chiusa), non sento più puzza, però quell'infiammazione non è ancora passata e anche la temperatura è sempre di circa 37. E' molto fastidioso.

Ho fatto il prick test anni fa ed era negativo; qualche settimana fa ho fatto il tampone nasale ed S-IgE Totali ed è tutto nella norma. Esami del sangue (che magari esporrò in seguito) ed è tutto nella norma. Esame di citologia nasale ed è tutto nella norma.

L'unica nota positiva è stata che dieci giorni fa ho avuto una gran influenza, sono arrivato a 40 di febbre, avevo un mal di testa pesantissimo nel solito punto (tra sopracciglia e naso). Dopo quell'influenza ho notato che la temperatura è scesa e anche il mal di testa si è fatto più lieve.

Non so se possa esser dovuto all'antibiotico usato (Claritromicina), o alla febbre che ha smosso qualcosa, o agli effetti dell'operazione, fatto sta che verso sera invece che avere 37 avevo 36,5. E poi, qualche ora dopo mangiato, una temperatura normalissima.

Adesso però, dopo qualche giorno, sto tornando ad avere fastidio e la situazione è veramente deprimente. Inoltre l'OTL mi ha detto che ho ancora i turbinati ipertrofici. Cosa posso fare? Riprovare a prendere l'antibiotico? Fare qualche altro test specifico per un'infezione batterica o virale? Cosa potrei avere che non sia stato ancora considerato? Ho anche la papilla retroincisiva infiammata, ma non so se possa servire.

Potrei ricevere un consulto? Perchè è da settembre che sento questo fastidio interminabile.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sarebbe il caso di sottoporsi ad una fibroscopia nasale per accertare o meno una rinosinusite. Iniziare una cura antibiotica senza una diagnosi precisa mi sembra inutile. In attesa dell'esame, farei una cura antinfiammatoria, meglio con un corticosteroide, per una decina di giorni. Consulti a riguardo il suo Medico di famiglia.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dottor Brunori, la ringrazio per la risposta. Proprio oggi ero andato dall'OTL, mi ha fatto una endoscopia, da cui è emerso che ho:
"minimo residuo di deflessione settale, buon flusso nasale, ipertrofia dei turbinati".

A fine settembre (prima dell'operazione) avevo provato diverse cure antinfiammatorie, senza alcun successo. Avevo anche assunto Bentelan. Nessun risultato.

Volevo chiedere, può esistere una correlazione tra questa rinite che non riesco ad risolvere e l'infiammazione della papilla retroincisiva superiore? E' molto strano il fatto che sia infiammata da settembre.

Devo andare da un dentista? E ultima cosa, devo rifare la TAC?

Scusi se la inondo di domande ma sentire questo fastidio 24/24 h e non vedere miglioramenti dopo 6 mesi di mal di testa (solo dai senti frontali), rinite e febbriciattola, visite su visite e anche un'operazione è molto pesante.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non c'è alcuna correlazione fra la rinite e la presunta infiammazione della papilla retroincisiva. Ma siamo sicuri che si tratti di questo o di un ascesso o di una tasca della gengiva? Consiglio, quindi, una visita da parte del suo Odontoiatra.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio, farò la visita dall'odontoiatra.

Proprio oggi la temperatura è tornata ad essere a 37, sento sempre caldo tutto intorno al naso e dai seni frontali. Mi vien sempre da schiacciarmi il naso ai lati con le dita, dal fastidio che ho.

Farò anche una visita dall'allergologo su consiglio dell'OTL.

Mi sembra strano che possa essere sinusite, avevo fatto la TAC prima dell'operazione e avevo solo una rinite, con tutti i seni liberi. Poi ok, avevo anche ipertrofia dei turbinati e setto deviato.

Mi sembra una situazione senza fine, le sto provando davvero tutte, nessuno riesce a capire cosa io abbia. Sono 6 mesi che sto male e non c'è mai un miglioramento. Almeno con la settoturbinoplastica ora respiro meglio dalla narice sinistra e non sento più puzza. Però il problema principale non è scomparso. La terrò aggiornata, cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi dispiace di non esserle stato molto di utilità, ma la distanza impedisce da parte mia un esame clinico, necessario per confermare una diagnosi. Mi farà piacere ricevere sue notizie dopo la visita odontoiatrica.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,

la visita odontoiatrica è fissata per domani; le scrivo comunque poichè ho effettuato un prick test per inalanti e sono risultato positivo per graminacee mix (3), betulla (+1) e parietaria (+1). L'allergologo mi ha detto comunque che difficilmente queste allergie potrebbero causarmi la febbricola di cui soffro da Settembre, oltre a mal di testa e infiammazioni varie in faccia. Dovrebbero essere un problema tra Marzo e Settembre. Anche perchè avevo fatto un esame per le IgE totali e non si era trovato nulla. Appena ho i risultati della visita odontoiatrica ed eventuale TAC, le farò sapere.

Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono d'accordo con quanto dedotto dall'Allergologo. Ci aggiorniamo dopo la visita odontoiatrica.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Buonasera dottore,

dalle due visite con due diversi dentisti mi è stato detto che il problema di infiammazione dell'arcata superiore è dovuto ai seni paranasali infiammati (l'altro in realtà non ha neanche considerato il quesito).

Ad oggi la narice sinistra (che ha beneficiato dell'intervento al setto) risulta respirare meglio, anche se quando tocco tra la punta della narice sinistra - denti -inizio guancia, sento sempre infiammato.

Il medico di base mi ha comunque detto che non posso fare TAC perchè l'ho fatta a novembre e non va bene per la radiazioni.

Adesso sto facendo lavaggi alla sera con fisiologica e al pomeriggio aerosol con l'acqua termale.

Solo ad inizio marzo ho avuto un miglioramento, per una settimana avevo alla sera massimo 36,5 . E non avevo fatto niente, avevo solo preso per qualche giorno della vitamina B, però riprovando a prenderla anche adesso non ho avuto miglioramenti.

Potrebbe essere stato il caldo a farmi star meglio? Magari poi son tornato a peggiorare causa allergia alle graminacee.

Non so che dire, tutto il giorno ho questo fastidio/pressione tra sopracciglia e naso, le gengive e denti superiori che mi pulsano e questa febbrina che non va via. E' da settembre che son messo così. Sto iniziando a perdere colpi.

Ha qualche idea del perchè potrei avere questa febbrina? Infezioni non ne ho perchè la PCR è negativa.

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, se necessario, si deve ricorrere ad una nuova indagine radiologica, come nel suo caso. Al limite, puo' fare una cone beam dei seni paranasali, che è una nuova tecnica radiologica con una bassissima esposizione a radiazioni. Fisiologica ed acqua termale sono utili, ma non curano il processo infiammatorio. Anche la vit. B serve a poco nulla.
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Buonasera dottore,

le scrivo poichè ho qualche novità, forse fondamentale per il mio problema. Ho rifatto le analisi e non si è notato nulla tra urine, TSH ed Emocromo. C'è però una carenza di vitamina D:

Vitamina (D2+D3) = 9 ng/mL (>20)

Penso possa essere questa la causa dei miei continui mal di testa frontali cronici, aumento di temperatura e male alle gengive. Ho letto che influisce sul sistema immunitario. Spero sia davvero questa banalissima carenza la causa di tutto. Forse perchè assumo spessissimo il gastroprotettore (Esomeprazolo).

Inoltre ho sempre la glicemia al limite (97 mg/dL) (<100)

Ho letto che c'è correlazione tra queste carenza di vitamina D e diabete di tipo 2.

Ho anche anti Nucleo (ANA) al limite:
(ANA) 80 (<80).

Magari qua non è più la sede giusta per parlare del mio problema, però se potessi risolvere il mio problema, magari qualcuno potrebbe leggere com'è andata a finire e risolvere subito un problema coi miei stessi sintomi.

Mi è stato detto di prendere una volta a settimana 30 gocce di Di Base (250 UI a goccia). Secondo lei può essere una terapia giusta o la mia carenza necessita di più gocce ?

Cordiali saluti

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La terapia prescritta puo' essere utile per incrementare il valore vitaminico in questione. In verità, non credo chge tae carenza possa determinare la sintomatologia descritta. Per quanto riguarda il dosaggio, condivido.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente
Buonasera dottore,

avendo già fatto:
-l'esame emocromocitometrico (nei limiti),
-vitamina b12 (nei limiti),
-acidi folici (nei limiti),
-formula leucocitaria (nei limiti),
-TSH (nei limiti)
e avendo solo carenza di vitamina D,

volevo chiederle, potrebbe essere sindrome da bocca urente? Potrebbe essere la causa dei miei fastidi?

Aggiungo che ho ernia iatale di medie dimensioni con conseguetne reflusso (prendo già esomeprazolo 40 mg).

Sono stato da un medico interno, mi ha detto di fare una RMN encefalo per studio sella turcica e analisi per IGF1, HPRL, FSH, LH, ACTH, cortisolo urinario delle 24 ore, ormoni T3, T4, anticorpi TPO, anticorpi ANTI-TG, calcemia, e tamponi orali per Candida, corynebacterium, staphylococcus, ed analisi per vitamina b2,b6,b1.

[#13]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, deve fare gli accertamenti prescritti dall'Internista consultato, cosi' come il reflusso puo' contribuire sicuramente al sintomo sofferto. Che poi possa trattarsi di bocca urente, è anche possibile. Dobbiamo andare, nel suo caso, per esclusione.
Dr. Raffaello Brunori

[#14] dopo  
Utente
Salve dottore,
solo per metterla al corrente:

Ho fatto diverse analisi, alcune devono ancora arrivare. Però per ora ho questi risultati:


TSH 2 (0,27-4,20)
S-fT4 1,36 (0,93-1,70)
S-fT3 4,18 (2-4,40)
S-Ab Tireoglobulina 1078 H (<116)
S-Ab Tireoperossidasi 12 (<35)

Inoltre ho

ASCA igA 30 H (<7)
ASCA igG 6,7 (<7)

Non so se questa possa essere la sede giusta, però insomma la mia storia l'ho scritta tutta qua. Mi parlavano di un possibile morbo di Crohn, che potrebbe spiegare febbrina e cefalea. Mi vien solo da ridere amaramente poichè ho insistito sul naso per diversi mesi, e molto probabilmente non era quello il problema.

Cordiali saluti

[#15]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
In effetti, la risposta parziale degli esami cui si è sottoposta mostra una alterazione dei valori della tireoglobulina che merita una valutazione da parte di un Endocrinologo e dei valori degli anticorpi ASCA che farebbe pensare ad una infiammazione intestinale, meritevole di valutazione da parte di un Gastroenterologo.
Dr. Raffaello Brunori