Utente 247XXX
Salve
da piu di un anno ho un acufene pulsante monolaterale che sento solo quando vado a dormire. Da qualche mese allo stesso orecchio si è aggiunto un nuovo acufene fisso che sento anche di giorno . questo nuovo acufene dura qualche giorno poi va via. Sto due tre giorni senza poi ritorna. Dall'otorino risulta tutto normale : ho fatto l'audiometria in cui risulta solo un lievissimo deficit a sx (il lato dell'acufene) , l'ecodoplller dei vasi del collo (normale) e una serie di esami da un altro otorino in cui a detta di lui risulta una sofferenza della coclea. Mi ha dato un integratore Memory one x un mese , ma non ho avuto alcun beneficio . Ho fatto visita dallo gnatologo ma ha detto che secondo lui l'acufene non ha a che fare con la mandibola perche si verifica solo in casi gravi. Poi ho scoperto che questo acufene sembra dipendere dalla CERVICALE . Infatti se assumo determinate posizioni sento fischi all'orecchio tipo al computer Ho notato che insorge al mattino forse perche dormendo a pancia sotto forzo il collo all'indietro. Ho avuto anche un colpo di frusta un anno fa ma un acufene gia lo avevo allora e il secondo è insorto molti mesi dopo. Sono stato da un fisiatra per fare esercizi del collo e ho notato che con questi si è allungato il tempo in cui l'acufene è assente (tipo 4-5 giorni senza acufene), poi ritorna .Perciò mi sembra chiara che la causa dipenda dalla cervicale. Ora chiedo per scoprire l'esatta causa e la terapia per eliminarlo del tutto: devo fare una risonanza dell'encefalo o della cervicale ? E inoltre che tipo di specialista occorre in questi casi per eliminare l'acufene? Forse un osteopata?

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non penso che l'acufene possa essere determinato dalla cervicale. Sarebbe utile una angioRM dell'orecchio interno per escludere un glomo timpano giugulare
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 247XXX

La ringrazio del consiglio dottore. Per completare la sintomatologia diciamo che ho la quasi certezza che ci sia una correlazione con la cervicale. Mentre sono a letto e muovo la testa da una parte i sintomi scompaiono o si attenuano . Se forzo in un altra posizione rispuntano fuori . Non si spiegherebbe se non ci fosse una correlazione con la cervicale che magari in certe posizioni influisce sulle arterie...Ho letto non ricordo dove che poterebbe esserci un'ìnsufficienza vertebro basilare o che le arterie vertebrali vulnerabili alle compressioni esterne in certi punti possano aver subito una lesione .E comunque anche li cosigliavano un esame angiografico però delle arterie vertebrali.Dopo l'incidente non è poi che abbia fatto molta terapia e credo che la zona sia ancora piuttosto contratta. L'unica certezza che ho al momento(sulla sintomatologia) è che gli acufeni variano con il movimento della posizione della testa.