Attivo dal 2006 al 2006
Gentile dottore,
Ho 32 anni, e saltuariamente (5/6 volte nell'arco di un anno) ho notato episodi di muco misto a sangue più o meno coagulato. A volte avverto del muco duro dentro le narici pungere, mentre altre volte mi accade di soffiarmi il naso abbastanza violentemente. La scorsa estate ho avuto anche un episodio di epistassi, cui è seguita una visita con rinoscopia anteriore e posteriore, ma non è risultato nessun problema.
Ho letto che la rinoscopia tradizionale (anteriore e posteriore) non è in grado rendere visibili tutte le zone interne del naso: è vero? Le chiedo se ritiene debba fare altri esami? Magari di tipo endoscopico, se effettivamente l'esame tradizionale ha questi limiti?

La ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

Andrea

[#1]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
CODIGORO (FE)
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Paziente,
le cause di epistassi sono molteplici. Vista la Sua giovane età mi orienterei verso l'ipotesi più comune, ovvero la dilatazione di piccole arteriole del setto nasale. L'aumento di pressione sanguigna, anche a seguito della banale manovra del soffiarsi il naso, può rompere le fragili pareti di questi vasi e produrre sanguinamenti più o meno copiosi.
Per una corretta diagnosi Le consiglio in effetti valutazione nasofaringoscopica. Fermo restando che anche banali riniti crostose possono esser causa di epistassi, ed in tal caso la rinoscopia anteriore è già abbastanza sensibile.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#2] dopo  
Attivo dal 2006 al 2006
Gentile Dr. Valieri,
anzitutto la ringrazio per la veloce risposta.
Mi pare di capire che la nasofaringoscopica dovrebbe essere quella tecnica efettuata per mezzo di fibre ottiche.
Il mio timore era quello di presentare polipi o patologie simili; vorrei chiederle se la rinoscopia anteriore e posteriore tradizionale è sufficiente, e se i sintomi che talvolta presento sono comunque tali da escludere questo tipo di problemi?
Grazie ancora per la disponibilità.

Andrea

[#3]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
CODIGORO (FE)
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Andrea,
la poliposi rinosinusale ha un corteo sintomatologico molto più importante del Suo:ostruzione nasale serrata, rinorrea spesso mucopurulenta, cefalea ricorrente. In più la poliposi ha una frequente associazione con la rinite allergica.
Direi che la Sua è un'epistassi isolata, o quanto meno non secondaria ad una patologia più seria come la poliposi.
La rinoscopia anteriore e posteriore sono esami clinici indispensabili ed efficaci, ma pur sempre di primo livello. Se la tecnologia a fibre ottiche esiste mi par legittimo sfruttarne le raffinatezze diagnostiche.
Si rivolga al Suo otorino di fiducia e vedrà che saprà far giusta diagnosi e, di conseguaenza, terapia appropriata.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it