Piercing, orecchio rosso e linfonodi ingrossati

Gentili dottori, mi servirebbe un parere in quanto solo lunedì potrò vedere la mia dottoressa.

Ho fatto l’helix piercing (quello situato sulla cartilagine alta) esattamente una settimana fa, i primi giorni tutto normale, ho provveduto alla cura solita per un piercing (citrosil), due giorni fa però ho iniziato ad avvertire un forte dolore al padiglione dell’orecchio (la parte formata dalla cartilagine), era molto rosso e gonfio, il giorno dopo ho notato che il linfonodo corrispondente era ingrossato, per farvi intendere: si vedeva ad occhio nudo, ho preso oki e qualche ora dopo il brufen e ho cambiato cura iniziando a disinfettarlo con soluzione salina, il dolore è scomparso, l’orecchio è ancora un po’ rosso e gonfio, ma quello che mi preoccupa è che il linfonodo è ancora ingrossato (un pochino meno, ma persiste l’ingrossamento) e soprattutto, come all’inizio della problematica, sento i sintomi della febbre, come dolore muscolare e spossatezza, volevo chiedervi se può essere normale che mi succeda questo o se è ha sintomatologia preoccupante, e sopratutto volevo chiedervi se devo procedere togliendo gli orecchini e quindi lasciar chiudere i buchi, molto probabilmente andando dalla mia dottoressa mi prescriverà una cura antibiotica, però volevo chiedere anche a voi un parere prima di essere visitata,
Vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Consiglio di iniziare subito una cura antibiotica ed antinfiammatoria per via generale, del tipo amoxicillina + ac. clavulanico da 1 g, ogni 12 ore, e 1 mg di cortisone a stomaco pieno, 2 volte al giorno. Rimuoverei il piercing. Se non avesse a casa i farmaci, mi recherei alla Guardia Medica od al Pronto Soccorso, visto che sino a Lunedi non potrà farsi visitare dal suo Medico di famiglia.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test