Acufeni e ipoacusia neuro sensoriale

Salve sono un ragazzo di 33 anni e da circa 2 mesi sto soffrendo di acufeni bilaterali ma il fastidio lo percepisco più sul lato dx, mi sono recato da otorino/audiometrista il quale mi ha fatto tutti gli esami di routine, Timpanometria tutto nella norma, dall' esame audiometrico (mai fatto in vita mia) se capito che ho una perdita delle frequenze alte (deep percettivo) leggo dall'esame percezione frequenze: fino alla frequenza 2000 percepisco il suono su tutti e due gli orecchi tra 17 a 20 db parametri normali.
Freq. 3000 a 30 db orecchio dx a 40 db orecchio sx/ 4000 a 65 db tutte due gli orecchi/ 6000 a 70 db orecchio sx a 50 db destro /8000 a70 db orecchio sx, quello destro a 30 db.
Mi ha diagnosticato un ipoacusia neurosensoriale secondo lui è dovuto da un trauma acustico, la cosa strana che nell' ultimo periodo non ho avuto situazioni in cui poteva riscontrarsi un trauma (solo in disco ma non nell'ultimo anno, passato raramente vicino alle casse) andavo a caccia ma stiamo parlando minimo di 6 anni addietro, e poi ce stato il periodo che ho lavorato con attrezzature edili per fare impianti elettr martello pneumatico, scanalatrice muri ma non tutti i giorni dal 2007 al 2012 non era un lavoro continuo con questi attrezzi.
Infine l'otorino mi ha prescritto di fare RM condotto uditivo interno e angolo poro cerebellare, esito referto: (esame rm cranio encefalo e delle rocche eseguito con tecnica TSE T2/ T1, FLAIR T2, DRIVE 3D sui piani assiali coronali e sagittale, Non si osservano aree di alterato segnale a carattere di patologia interssanti il tessuto nervoso encefalico, Sistema ventrincolare sopra e sottotentoriale in sede e regolare.
Normali gli spazi subaracnoidei pericerebrali e pericerebellari, in asse le strutture della linea mediana.
Conservata pneumatizzazione delle celette mastoide e dell' orecchio medio da ambo i lati.
C. a. i simmetrici di contenuto normale, Regolarmente rappresentate le strutture nervose dell' angolo ponto cerebellare bilateralmente.
Assenza di segni di flogosi dei seni paranasali, non evidenti riduzione della diffusità a carattere di patologia in fase acuta) e aggiungo che soffro di cefalea tensiva da aprile 2019 e di bruxsismo infatti da un mese sto portando il byte, sotto indicazione del neurologo vado dal dentista il quale scopre che serro i denti anche se gli acufeni possono comparire da questi problemi nel mio caso non credo. Dopo tutti l otorino mi ha proposto una terapia col laser che tutt'ora sto facendo stiamo alla 3 seduta ma pare che a volte l' acufene lo sento più fastidioso si alterna tra alti e bassi più a destra che a sx! il laser si chiama K LASER e una terapia innovativa non invasiva, qualcuno ha avuto benefici ma io nulla, dice il medico per avere qualche risultato bisogna aspettare 5/6 sedute, sono un po scettico su questa terapia ma si sa qualcosa? ho paura di peggiorare? col tempo perdere l'udito.. mi date un consiglio, dovrei fare altri controlli? provare con la TRT grazie mille
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,5k 1,1k
Purtroppo, l'ipoacusia e, di conseguenza, l'acufene sono esito, probabilmente, di una esposizione a rumori o suoni ad alto volume prolungati nel tempo. nel suo caso, mi riferisco al rumore subito durante il lavoro. Non ci sono terapie che possano risolvere la sintomatologia e, quindi, consiglio di interrompere quella in atto. Proverei, semmai, una cura farmacologica che possa favorire la riduzione dell'intensità dell'acufene e, cosa piu' importante, che rallenti, nel tempo, un suo peggioramento. Questo è il mio consiglio. Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dott. Brunori , grazie per il vostro consiglio, mi domandavo ma se non mi espongo a rumori la mia situazione può peggiorare? cmq da diversi anni che ho cambiato lavoro, attulamente non ho a che fare con rumori , la cosa strana anche se il trauma e avvenuto diversi anni fà adesso mi sono arrivati i sintomi è normale? non avevo mai fatto un test dell' udito in passato, per cui non posso saper se in passato ho avuto un caldo dell' udito.
Volevo aggiungere a parte i fischi sento leggere fitte all' orecchio senso di ovattamento e come avessi l'orecchio compresso , indolenzito sensazione strana.. Cosa mi consiglia come cura farmacologica? o anche integratori?
grazie mille dottore e attendo un vostro riscontro, è bruttissimo a 33 anni soffrire di queste patologie, la mia paura che col tempo possa avere anche un calo sulle frequenze del parlato (anche sena espormi a rumori forti)
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,5k 1,1k
Vorrei esserle di aiuto ma, come ben puo' capire, non conoscendo personalmente il suo caso, non posso consigliarle alcuna terapia. Certamente, con il passare degli anni, la sintomatologia, tendenzialmente, potrà peggiorare e, per questo, è bene che venga seguito periodicamente da uno Specialista. Probabilmente utile, una tac dell'orecchio medio senza mezzo di contrasto.

Dr. Raffaello Brunori

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore capisco ,cmq lo specialista precedente mi ha fatto fare un Rm senza mdc angolo poro cerebellare e condotto uditivo interno,avevo scritto anche il referto nel primo consulto,(tutto nella norma) e differente la tac da questo esame cioè si va più a fondo? o stessa cosa.
sicuramente mi recherò da un altro specialista della mia zona. L'otorino precedente mi aveva detto che se non mi esponevo a rumori il tutto rimaneva stabile eccetto l' abbassamento uditivo causa età, concludo che per lui non c'era nessuna terapia farmacologica , al massimo provare con gli integratori o provare con la terapia innovativa con il K LASER per attenuare gli acufeni. L ho fatta 3 volte ma non ho avuto miglioramenti anzi ho sentito di più i fischi e ho lasciato perdere, consisteva di posizionare questo pezzo nell' orecchio e dietro per 3 min a sessione x 3 sessioni nella seduta sentivo il calore del raggio, da quanto ho capito si anche in altre terapie, il dottore mi ha detto che altre persone hanno avuto benefici sugli acufeni. La ringrazio infinitamente per i vostri utili consigli attendo un vostro riscontro
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,5k 1,1k
La RM cui si è sottoposto serviva per escludere un tumore benigno dell'orecchio interno, mentre la tac servirebbe per studiare l'orecchio medio che è costituito da osso. Lasci perdere il K Laser e, magari, utilizzi per un lungo periodo di tempo degli integratori o farmaci che possano rallentare la perdita uditiva e migliorare l'intensità dell'acufene

Dr. Raffaello Brunori

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la tua tempestiva risposta, mi può spiegare gentilmente in cosa consiste studiare l'orecchio medio, si riescono a capire possibili cause, escludere altre malattie ecc.. Poi volevo dirle che io 20 giorni fa sono stato al pronto soccorso per un incidente stradale e per controllo mi hanno tac al cranio fortunatamente tt negativo, ma da quella tac non si può risalire alla parte dell'orecchio, lo dico perché vorrei evitare altre radiazioni, può dirmi indicativamente cosa prendere per rallentare la perdita uditiva, cortisonici o altro, integratori tipo acuval come mi avevo detto il medico di base, non chiedo una prescrizione ma un consiglio, grazie ancora per il suo interessamento
[#7]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,5k 1,1k
Studiare l'orecchio medio attraverso una indagine radiologica serve per avere una diagnosi. L'orecchio medio , deve essere studiato con la tac, trattandosi di osso. Comunque, è lo Specialista che dovrà richiedere tale indagine, se lo riterrà opportuno nel suo caso specifico.
Buona serata

Dr. Raffaello Brunori

[#8]
Dr.ssa Loredana Bottalico Dentista, Gnatologo, Ortodontista 4
Buonasera,
dalla sua descrizione ci potrebbe essere una "deglutizione inversa".
Questa alterazione funzionale è a capo di numerosi sintomi da lei elencati:
cervicalgia, disfunzione dell'atm, ipoacusia, acufene
Quindi le suggerirei di indagare in tal senso

Dr.ssa Loredana Bottalico Bari

[#9]
dopo
Utente
Utente
Salve dottoressa La ringrazio per la risposta, a chi dovrei consultare per indagare sulla deglutizione inversa? grazie

L'acufene (o tinnito) è un disturbo dell'orecchio che si manifesta sotto forma di ronzio o fischio costante o pulsante. Scopri i sintomi, le cause e i rimedi.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa