Utente 332XXX
Aiuto sono disperata!
mio figlio di 3 mesi, rifiuta il seno perchè troppo affezionato al ciuccio! peccato che questa settimana ha messo su solo 50 grammi! poppa 6 volte al giorno,ma le poppate diurne sono brevi (5 minuti) e travagliate...di notte invece durano anche 15 minuti e sono 3 poppate..
sono preoccupata, al consultorio mi hanno detto di buttare il ciuccio ma lui piange disperato! mi si spezza il cuore! posso toglierlo così di punto in bianco?
non so cosa fare

[#1]  
40088

Cancellato nel 2010

Gentile signora,

ho il dubbio che il suo latte al seno non sia sufficiente. I bambini possono rifiutare il seno quando
il latte è scarso. Si assicuri.
Cordialmente

[#2]  
132359

Cancellato nel 2009
“il bambino prende le abitudini che gli diamo noi…”

Gentile signora
il suo bambino non rifiuta il seno, visto che cresce, e probabilmente in modo adeguato. (non guarderei la pesata settimanale che è indicativa nei primi 15-20 giorni al solo scopo di rassicurare la madre dell'avvenuta crescita, ma dopo è fuorviante poichè la velocità di crescita diminuisce e cambia nel tempo. )
Il fatto poi che Il suo bambino mangi più velocemente di giorno che di notte, quando siete più rilassati è privo di importanza: mangiare più velocemente o lentamente non vuol dire mangiare poco o tanto.
Il fatto è che il bambino è stato abituato a calmarsi usando il ciuccio piuttosto che nel modo naturale, cioè nella relazione con la mamma o con l'adulto che si prende cura di lui.
Il calmante vero per un neonato eccitato è in primis essere preso e tenuto in braccio, sentire il respiro e la voce tranquilla ,il canto della mamma,il suo sguardo. A tre mesi ormai la riconosce e le sorride, gorgheggia, avete modo di vivere dei momenti di reciproco piacere nel dialogo, nel gioco,ma anche nella poppata.
E’ importante quindi abituare il bambino a calmarsi perché sente la presenza tranquilla ( non vedrei motivo di essere disperata o spaventata ) e potrà quindi perdere l’abitudine al ciuccio, che gli abbiamo dato per paura del suo pianto - che è solo il suo modo per chiamarci - e che sarà sostituito da coccole, sorrisi, sguardi e parole…..