Utente 917XXX
egregio dott. mariggiò, leggendo le risposte ad altri consulti ho incontrato un post in cui consigliava l'uso dell'aginina quale stimolante per la crescita staturale per bambini di bassa statura. mia figlia ha 9 anni ed è alta 143 cm, non ha problemi d'altezza anzi è sempre stata grande. vorrei sapere se somministrandole l'arginina avrei lo stesso l'effetto di stimolare la crescita? lei è sempre cresciuta al 90° percentile peso e altezza, nella mia famiglia (tranne me ma ho avuto problemi ipofisari nell'adolescenza)) sono tutti alti, mio marito è 1,71. accarezzo l'dea che possa non rimanere bassa quanto allo sviluppo, non credo che si vicino (qualche peletto sul pube e tre (!!!) trasparenti su una ascella)
secondo lei le posso dare l'arginina ora che non è ancora in pubertà? avrei qualche effetto sulla statura o le darebbe comunque maggiore benessere?
grazie e buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
gentile Signora
l'arginina ha un effetto anabolizzante ma non può essere somministrata a cuor leggero e tanto meno attraverso un sito medico, il quale fa espresso divieto all'indicazione di qualunque terapia e posologia. Da tener presente che l'arginina potrebbe incrementare la crescita di virus e batteri e quindi non andrebbe somministrata con infezioni in corso. Andrebbe evitata anche in caso di diabete. "Sembrerebbe" e il condizionale è d'obbligo, stimolare anche l'ormone della crescita, ma la sua bambina è perfettamente nella norma, anzi, la sua curva è addirittura oltre il 90° percentile.
Rispondo al suo consulto in quanto il medico da lei appellato, peraltro ottimo collega ed anche ben preparato, è però stato temporaneamente sospeso proprio per le prescrizioni fatte in rete, che assolutamente NON possiamo fare.

Ditinti saluti
Dott.Pozzi Agnesina

[#2] dopo  
Utente 917XXX

buongiorno dott.ssa Pozzi,
grazie per la risposta ed il consiglio che seguirò senz'altro.
non mi fraintenda, non voglio che mia figlia faccia la modella ma io ho sofferto il complesso della statura e volevo evitarglielo. colgo l'occasione, se non le spiace, per porle un quesito: un blocco della funzione ipofisaria nella fase dello sviluppo con prolungata amenorrea(accertata a seguito di esami clinici) è in grado da solo di inibire la crescita staturale di un individuo? è quello che è successo a me che crescevo come mia figlia e provengo da una famiglia in cui tutti sono alti. purtroppo non furono presi provvedimenti, ammesso che, oltre 25 anni fa, ve ne fossero.
le sarei grata se volesse darmi una risposta.
le auguro una buona giornata e buon lavoro

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
l'ipofisi non è una ghiandola che se ne sta lì isolata dalle altre, anzi è il "capo" delle ghiandole! Le ghiandole sono tutte connesse e l'ipofisi nello specifico rilascia i fattori stimolanti la produzione ormonale di altre ghiandole. Quindi un'insufficienza dell'ipofisi riguarda sia l'ormone della crescita che quelli secreti da altre ghiandole.

Per fortuna oggi abbiamo sofisticatissimi metodi di dosaggio ed anche la possibilità di accedere a servizi che 25 anni fa non erano tanto diffusi sul territorio.

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
40088

Cancellato nel 2010
Gentile signora,
qualche giorno fa,per caso,ho letto la sua-meil,indirizzata al sottoscritto e alla quale ha risposto,
la collega dott/sa Pozzi.Rispondo sinteticamente prima a Lei e poi alla collega Pozzi.
Sua figlia è staturalmente al 90 percentile e, pertanto, non ha bisogno di nessuno stimolante della crescita staturale.Però,considerando che Lei, durante lo sviluppo puberale,ha presentato un "blocco della funzione Ipofisaria",con conseguente arresto della crescita staturale,a mio parere,è assolutamente consigliabile, per sua figlia, una "Valutazione Preventiva Endocrinologica".

Gentile collega Pozzi, ti ringrazio innanzitutto per le parole di stima nei miei riguardi;allo stesso tempo, devo comunicarti che la L-Arginina(Bioarginina)non ha effetti collaterali.E' semplicemente un AMINOACIDO,UNA SOSTANZA NATURALE, COSTITUENTE DELLE PROTEINE.
Ti invio la conferma autorevole dell'AIFA,il massimo organo scientifico sul farmaco-MINISTERO DELLA SALUTE.
Cordiali saluti. Dr. antonio Mariggiò

Gent.mo collega Dr.Mariggiò,
in riferimento alla sua richiesta pervenuta al nostro Centro di Informazione sul Farmaco (e-mail del 6 novembre u.s.), desideriamo comunicarle quanto segue.
In relazione ai possibili effetti avversi attribuiti alla L-arginina dal suo collega
omeopata (aumento della crescita di batteri e virus, controindicazione nel diabete) non
possiamo rispondere in quanto non sappiamo quale sia la documentazione scientifica sulla
quale il suo collega basi la sua convinzione. Sarebbe interessante se Le fornisse quanto
meno alcuni riferimenti (ne basterebbe uno) di letteratura scientifica pubblicati su riviste ad
alto fattore di impatto.
Una nostra ricerca su Internet ci ha permesso di verificare che l’opinione del suo
collega è riportata su alcuni blog i cui post sono quasi tutti firmati con "pseudonimi" e su
alcuni "siti parafarmaceutici". Possiamo forse aver usato parole chiave non idonee, ma non
abbiamo trovato neppure una citazione corrispondente a standard accettabili.
Considerato che la molecola in questione è un amminoacido basico non essenziale
per l’organismo umano (se si esclude il periodo dell’infanzia), sintetizzabile dal corpo
umano e contenuto in numerosi alimenti, possiamo solo ipotizzare, che tali effetti si
verifichino in condizioni di sovradosaggio (origine esogena).
Ad oggi, è noto che un sovradosaggio può causare, tra gli effetti indesiderati,
nausea e diarrea.
Rimaniamo a sua disposizione per ulteriori chiarimenti e le porgiamo distinti saluti.
G.M. Centro di Informazione sul Farmaco
FARMACI-line
dott. Valter Patriarca