Utente 146XXX
Buongiorno Dottori,
scrivo per un problema che mi assilla da agosto.
Mattia mio figlio ha 21 mesi, pesa 11.7 Kg, è alto 86 cm (a maggio pesava 10.7 Kg). E' nato di 3.55 Kg e di 52 cm. E' stato allattato fino a sei mesi , poi ho iniziato lo svezzamento senza nessun problema. Mangia di tutto e quaas sempre tutto il piatto. A maggio scorso ha iniziat a frequentare il nido e da allora si è ammalato spessissimo ...raffreddori frequenti ma anche 4 episodi di broncospasmo ( il primo dei quali a maggio con ricovero in ospedale...per inciso Ospedaletto...siamo di Bari).
veniamo al problema...da agosto , durnate le vacanze ha abbandonato l'alimentazione a base di omogeneizzati e ha cominciato a mangiare tutto quello che mangiamo noi (sughi freschi, pizza, friselle, pasta "noemale" etc). A fine luglio ha avuto la gastroenterite con scariche frequenti e due episodi di vomito. Mi aspettavo che si risolvesse in pochi giorni e invece da allora le feci sono rimaste molli ( fino ad allora sono sempre state compatte) e frequenti ( due tre volte al giorno). Il bambino è sempre stato vispo, vivace, sereno , giocoso. Siamo tornati dalle vacanze, di nuovo nido, di nuovo vari raffreddori...sempre scariche molli anche se meno frequenti.
Da domanica scorsa le scariche si sono accentuate ( sono diventate 3) e sono diventate piu' acquose. Mi sono rivolta nuovamente alla pediatrra (dopo che in occasioni precedenti mi aveva detto di non dare peso alla cosa perchè poteva essere la coda dell'ultima gastoenterite) che, considerando tutto quello che ho scritto sopra, e il pallore in viso di Mattia, ha prescritto una cura di un mese di fermenti e degli esami piu' o meno di routine ( emocromo, ferritina, siderimia, GOT, GPT) , piu' gli anticorpi totali e gli esami per la celiachia. Ha premesso che la crescita è buona e non dovrebbero esserci sorprese ma ovviamente io mi sono spaventata . Ecco i miei quesiti...secondo voi, stante tutto quanto premesso, puo' essere che il bimbo (senza nessun celiaco in famiglia) abbia questo tipo di intolleranza? Esiste una possibile alternativa (magari meno "seria" e piu' probabile) alla celiachia che spieghi il cambiamento cronico nella forma e nella frequenza delle feci, associata al pallore? In attesa dei risultati ( che arriveranno non prima di metà novembre) è il caso che provi ad eliminare il glutine dalla dieta?
Grazie in anticipo della risposta
Una mamma in ansia...

[#1] dopo  
142952

Cancellato nel 2018
Diangosi alternative alla celichia possono essere un malassorbimento cronico conseguente alla gastroenterite infettiva o l'insorgenza di allergie alimentari. Il pallore può essere la conseguenza del malassoribimento o di una gastroenterite emorragica. In ogni caso gli esami saranno dirimenti. Valuterei anche gli esami infettivologici sulle feci.
Comunque una crescita ponderale regolare e buone condizioni generali come quelle descritte dovrebbero tranquilizzarla.
Cerchi inoltre di manterenere un regime alimentare adeguato.

Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 146XXX

Gentile dottore,
la ringrazio per la risposta. Approfitto della sua gentilezza per sottoporle i risultati di quasi tutte le analisi.
Emocromo
eritrociti 5.33
leucociti 12.25
emoglobina 12.5
amatocrito 38.3
MCH 23.5
MCHC 32.6
MCV 71.8
RDW 13
Neutrofili 32.7
Eosinofili 5.4
Basofili 0.7
Linfociti 54.1
Monociti 7.1
Piastrine 482

Glicemia 98
Azotemia 39
Creatinina 0.53
Transaminasi AST 43
Transaminasi ALT 16
Sideremia 24
Ferritina 17.6
PRC negativo
Immunoglobuline G 917
Immunoglobuline A 55
Immunoglobuline M 99
IGE totali 139.5

Mancano quelle delle transglutaminasi.

non ho la possibilità di contattare nell'immediato la pediatra per cui un suo parere mi tranquillizzerebbe. L'emocromo ha un po' di asterischi mentre le altre analisi sembrerebbero ok a parte le IGE e la ferritina.
Nel frattempo il bimbo ha cominciato ha ridurre la frequenza delle feci ( 1 volta al giorno) e sembrano un pochino piu' formate ( merito dei fermenti e della dieta?). Hanno pero' ancora un colore un po' chiaro ( tipo senape).
Cosa ci dicono queste analisi riguardo allo stato di salute del bimbo? Serve approfondire qualche accertamento?
La ringrazio sin d'ora per la disponibilità.