Utente 436XXX
Salve ho un bimbo di 27 mesi e tra qualche giorno dovrò sottoporlo al vaccino per il meningococco in un'unica dose(meningitec), mio zio che è neuropsichiatra infatile, sconsiglia questi vaccini in quanto sostiene che gli effetti collaterali potrebbero essere gravi (ritardi, deficit deambulatori etc), inoltre, ho letto anche di bimbi deceduti dopo la somministrazione di alcuni vaccini. Lui ha già fatto tutti quelli obbligatori ed anche il Prevenar (pneumococco)ed è andato tutto bene, tranne un pò di "febbriciattola". A settembre andrà al nido. Grazie mille per l'attenzione. Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
D'accordo con il collega Neuropsichiatra. La maggior parte di vaccini facoltativi sono inutili e la campagna di follia sulle vaccinazioni è dettata solo dalle lobbies farmaceutiche. Non si può nè si deve vaccinare a tappeto ma lasciare al loro ruolo fondamentale le vaccinazioni, quando sussistono condizioni per le quali i benefici sarebbero superiori ai rischi.

Del meningococco esistono vari sierotipi e per la scelta del vaccino succede che c'è un tipo allargato a più sierotipi ma non molto efficiente che però non comprende il sierotipo B..

La forma sotto i cinque anni più frequente di meningite è dovuta al sierotipo B ma non ci sono ancora vaccini autorizzati.

Succede quindi che si sceglie il vaccino contro il sierotipo C più pericoloso, ma meno frequente.

La scelta se vaccinare o no spetta certamente ai genitori, i quali però dovrebbero essere informati dettagliatamente su controindicazioni, effetti collaterali, efficacia, reazioni, e poter quindi fare un bilancio informato su rischio-beneficio.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi