Utente 754XXX
Buongiorno la mia bambina di quasi 7 mesi il 5 dicembre ha fatto il richiamo della esavalente , ha avuto un giorno di febbre e poi è passata. A distanza di una settimana ha iniziato ad avere dei decimi di febbre che nelle ultime tre settimane non è mai passata. Si sveglia sempre con 37,2 e la sera la febbre in genere aumenta di uno due gradi. Non ha nessun altro sintomo. Mangia benissimo, gioca e dorme tranquilla. Rilevo la temperatura per via ascellare . Gli esami delle urine rilevano dei Luocociti 8-10 , l'urinocultura è negativa. Il pediatra dalla visita ha trovato solo la gola un po' arrossata ma non è certo che sia la causa della febbre. Sospettando una qualche infezione batterica ci ha consigliato una cura con augmentin 35ml (3ml al giorno mattina e sera per 5 gg). Siamo al quarto giorno di antibiotico ma la febbre persiste. Lo stesso pediatra dice di fare le analisi del sangue se non otteniamo risultati con l'antibiotico per indagare meglio. Molti mi dicono che potrebbero essere i dentini, la bimba ha già da due mesi i due incisivi centrali inferiori e mette sempre le dita in bocca. Ma può durare così tanto la febbre a causa della crescita dei denti? un altro pediatra mi ha detto di non misurare più la temperatura perchè la bambina sta bene. Potrebbe essere il vaccino la causa? cosa ne pensate? grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
non si può "tirare ad indovinare" sul "potrebbe essere".

La prima cosa da fare, prima ancora di dare un antibiotico che,
stando ai sintomi, non era neppure indicato, era eventualmente un prelievo.

Certo il vaccino può innescare una reattività di questo tipo ma mi sembra che la cosa
si stia prolungando troppo.
Tenga anche presente che la temperatura sale naturalmente dopo i pasti.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 754XXX

Gent.ma Dott.ssa
la temperatura sia rilevata prima o dopo i pasti indica sempre valori tra 37 e 37,3 al massimo. Il prelievo è stato fatto, non ho con me le analisi ma le posso anticipare che l'unico valore alterato erano i neutrofili alti (9,2). il pediatra dice che potrebbe essere un problema virale e che a questo punto dobbiamo monitorare la febbre e ripetere le analisi tra qualche settimana. Devo anche segnalare che la bambina nei giorni precedenti al prelievo ha avuto la tosse (già passata) ma a mio avviso scollegata con la febbre che si è presentata settimane prima . Io cercando un po' su internet ho letto che potrebbe essere anche un problema odontoiatrico.. potrebbe la crescita dei dentini fare alzare il numero dei neutrofili? Inoltre finchè non sappiamo di che cosa si tratti stiamo evitando di far prendere colpi d'aria alla bimba tenendola più possibile a casa e non la stiamo portando in piscina dove partecipa ad un bellissimo corso di acquaticità. Crede che queste precauzioni siamo indicate? Inoltre pensa che dobbiamo farla visitare da uno specialista? grazie mille

[#3] dopo  
Utente 754XXX

dimenticavo i valori controllati sono stati Emocromo-VES,PCR, GOT, GPT,EBV test, azotemia, creatinina. i cui risulati come dicevo sono tutti nella norma tranne l'innalzamento dei neutrofili.

[#4] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
I neutrofili aumentano (ma poi il valore di riferimento ha delle oscillazioni in relazione all'età. Da 3 mesi ad un anno oscillano 35-40 espressi in valore percentuale sul totale e quindi va considerata attendibile questa valutazione globale; i leucociti in generale variano nello stesso arco da 12000 a 10000) in caso di forme batteriche;

ma l'andamento della febbre, che in realtà è una febbricola nel suo caso, non è di tipo batterico e 'antibiotico non l'avrei dato viste le analisi che ci dimostrano che non c'è alcuna infiammazione in corso.

In caso di forme virali aumentano i linfociti.

L'eruzione dei denti è un momento critico e porta a rialzi febbrili, diarrea, malessere, agitazione. Insomma è una situazione di stress per i piccoli e lo stress può aumentare i neutrofili. Ormai che ha cominciato la terapia e bene portarla a termine però aiutate l'eruzione dandogli qualche oggettino apposito duro con cui grattare le gengive lavandolo bene ogni volta che deve riusarlo), fatela bere a sufficienza, permettetele di sudare non coprendola troppo e non mettendo al massimo i riscaldamenti...possibilmente umidificando l'ambiente;
poi controllate urine, feci, peso, comportamento e non allarmatevi più di tanto.
Prima però di ripetere le analisi (a che pro?) aspettate;

e magari non controllate troppo spesso la temperatura che la stressate di più...

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi




[#5] dopo  
Utente 754XXX


un consiglio spassionato... la piscina è da evitare?

[#6] dopo  
Utente 754XXX

Scusi se la disturbo ancora ma non avevo capito bene quanto comunicato per telefono dal pediatra. Sono molto preoccupata i valori sono questi:

neutrofili 9,2% (valore normale 50-70)
linfociti 81,6% (valore normale 25-40)

il pediatra ci sta indirizzando verso uno specialista ematologo dicendo che potrebbe trattarsi di una malattia del sangue. Io sono preoccupatissima e prego qualcuno di darmi qualche parere sulla possibilità di una malattia grave o se come spero si possa trattare di qualcosa di non grave.

[#7] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Allora chiariamo
bisogna vedere il numero TOTALE dei LEUCOCITI che sono fatti da neutrofili, linfociti, ecc ecc).

In questo totale c'è una percentuale nella norma a seconda dell'età:
ossia i neutrofili sono nei bambini il 12-10% e i linfociti sono il 50-55%.
Quando la percentuale varia molto favore dei linfociti si tratta di forme virali innocue, sempre che non aumenti anche il numero TOTALE dei Globuli bianchi.

L'importante è che NON AUMENTI IL TOTALE dei GLOBULI BIANCHI ossia che non aumenti la percentuale dei LEUCOCITI ben oltre il 12%. per questa fascia di età... ossia che non ci sia una linfocitosi assoluta e forme immature.
Solo in questo caso è consigliabile un parere dell'ematologo.

Ad ogni modo credo sia meglio andare dal pediatra e farsi spiegare bene direttamente. Queste informazioni per telefono rischiano di generare solo allarme. Non ho i dati completi come non li ha lei, non sappiamo la percentuale TOTALE dei globuli bianchi e quindi se sia una linfocitosi relativa ( con neutropenia relativa) o linfocitosi assoluta (ematologo si!).

Pretendete chiarezza e direttamente...
e soprattutto non allarmatevi, l'ematologo eventualmente chiarirà anche qualche dubbio al vostro medico.

Dott.Agnesina Pozzi

[#8] dopo  
Utente 754XXX

Sono stata dal pediatra e mi dice che potrebbe essere o una formna virale o meno probabilmente una malattia del sangue.
il numero di globuli bianchi è 8880 mmc (valori di riferimento da 4000 a 10000).

sicuramente andrò dall'ematologo, ma lei pensa che non sono così bassi quindi?

[#9] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
I GLOBULI BIANCHI TOTALI SONO NELLA NORMA e questo è l'importante!!!!

Se il totale fosse stato ad esempio 50.000 invece che 8880....allora si che bisognava correre dall'ematologo.

i neutrofili (sempre globuli bianchi) sono diminuiti relativamente rispetto ai linfociti (sempre globuli bianchi) che invece sono aumentati.

Ciò accade nelle forme virali. Che c'entra l'ematologo? C'è una linfocitosi con neutropenia relativa.... e non una linfocitosi assoluta con neutropenia...
Mi dispiace che certe "confusioni" creino scompiglio nei pazienti, allarmismi ed inutili spese.


Spero di essere stata esaustiva

Distinti saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#10] dopo  
Utente 754XXX

Carissima Dott.ssa la ringrazio tanto per la sua celerità nel risponderci. Aveva perfettamente ragione. Prima ancora di leggere la sua risposta siamo stati al Policlinico di Catania reparto Ematologia e vedendo le analisi hanno detto esattamente le stesse cose. Per prudenza hanno ripetuto gli esami e ci daranno risposta domani. Nel frattempo però la bambina continua ad avere la febbre. oggi è arrivata a 37,5. Non so se buttare il termometro e non pensarci più o monitorare ancora la temperatura. Certo che finchè ha questa febbricola evito di farla stare all'aperto .
un caro saluto

[#11] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Dall'ematologo, a fare un ripasso, mandateci chi vi ha fatto prendere il coccolone!
Buttate il termometro, date polivitaminico...e lasciatela in pace a smaltire i suoi virusetti
stagionali...

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi