Utente 134XXX
buongiorno sono la mamma (preoccupata!) di un bambino di 4 anni che da quando ha 9 mesi soffre di iperattività bronchiale.
il bambino viene monitorato e tenuto sotto controllo nel centro di pneumologia dalla mia città ( nn so se posso citare l'ospedale ) il "problema" è questo: da circa 2 anni e mezzo il bimbo prende la singulair da 4 mg masticabile per aiutarlo a gestire le crisi d'asma ma sin'ora non è risultato soddisfaccente, a fine gennaio a causa delle adenoidi ipotrofighe le è stato agiunto lo zaditen e l'himunostar.lo zaditen diviso in 3,5 ml la mattina e 4ml la sera ( la singulair la prende prima di cena) questa cura la deve fare per 40 giorni. il bambino durante la mensa scolastica si addormenta e difficilmnete si risveglia e ho proveduto quindi a portarlo via dopo la mensa, ma nn ce verso, lui tutti i giorni si addormenta sul piatto.a questo punto nn so se portarlo via dalla mensa o levare lo sciroppo. è al suo primo anno di materna e fatico molto a portarlo a scuola, nn so che fare, grazie a chiunque mi possa aiutare. alex

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
la sonnolenza può' essere collegata allo sciroppo di chetotifene.Per quanto riguarda la profilassi di fondo,le linee guida consigliano di iniziare una profilassi farmacologica se il bimbo soffre di asma persistente,cioè' deve avere crisi di asma superiore a una volta a settimana di giorno e e superiore a due notti al mese.I farmaci da utilizzare in prima battuta sono i cortisonici inalatori:Se il bimbo ha effettuato i prick test e risulta allergico agli acari della polvere,a questa terapia va affiancata una profilassi ambientale e l'eliminazione del fumo di sigaretta passivo ,in caso in famiglia si fuma.
Distinti saluti ed auguri
Dr. Gaetano Pinto