Utente 239XXX
Salve,sono un ragazzo e ho 18 anni, ho un fastidiosissimo problema alla gola che si ripropone in continuazione in varie fasi della giornata, in modo del tutto casuale. Mi spiego meglio: ho la sensazione di un groppo,un nodo, o un groviglio come lo volete chiamare, in gola.Questo mi provoca un fastidio all'altezza delle corde vocali, sopratutto dopo che parlo per un po' di tempo o a volte dopo che ho mangiato o bevuto, faccio fatica a deglutire. Mi capita durante la giornata o durante un discorso di non riuscire a mantenere lo stesso timbro di voce, e spesso mi si abbassa la voce, me ne accorgo e cerco di alzarla di più, diventando troppo acuta e alta, e così via...peggio ancora a volte mi succede che il groppo in gola(che mi si forma a volte, non ce l'ho costantemente) mi ostruisca proprio mentre parlo, causandomi un restringimento della gola, una sensazione di strozzamento, come se una corda mi tirasse la gola...

Aggiungo che come ho già detto faccio fatica a deglutire e dopo che ho mangiato o bevuto specie succhi di frutta, mi rimane dell'acido in gola,risale in bocca, senza andare giù..

Sono stato da un otorino e mi ha fatto fare la fibroscopia, riscontrando una leggera non chiusura delle corde vocali(ma a suo parere non è niente di cui preoccuparsi), mi ha fatto fare gli esami per il reflusso(ero convinto di averlo, dato che come ho già detto sento spesso la risalita di acidi), ma non ha riscontrato nulla di negativo.
Quando sono tornato da lui mi ha rifatto la fibroscopia e ha notato che ho il setto nasale deviato: dice che il naso è decisamente infiammato, e mi ha chiesto se ho allergie, ma io ho risposto di no, perchè penso di non averne! Insomma, si è concentrato sul naso, per lui è quello il problema, e non le corde vocali..Per un mese mi fa prendere l'acquaSal, me lo spruzzo 5-6 volte al giorno, e devo tornare il 14 maggio, nel frattempo mi ha fatto fare degli esami per vedere se ho allergia, perchè ho troppo muco nel naso a suo dire...

Sinceramente io non ci sto capendo più niente, se possibile vorrei un vostro parere, perchè sono molto preoccupato e onestamente vedo che non ci stanno capendo molto i due otorini che mi hanno visitato insieme..

Grazie per la vostra gentile attenzione

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile giovanotto
la cause di disfagia (difficolta' a deglutire) possono essere molteplici,tra queste le ricordo una acalasia esofagea,cioè una difficoltà' a deglutire per mancato rilasciamento dello sfintere esofageo,questa comporta caratteristicamente difficolta'a mandar giù' i liquidi.Poi vi sono le patologie esofago gastriche che vanno evidenziate bene con una esofago gastroscopia,per esempio l'ernia iatale(parte dello stomaco risalito attraverso il diaframma,oppure i diverticoli esofagei oppure le stenosi esofagee(restringimenti,dovuti prevalentemente a infiammazioni croniche).Le consiglierei anche di praticare un eco cuore ,in quanto l'arco aortico decorre molto vicino all'esofago e se ingrossato può' comportare problemi di compressione esofagea.Se tutte queste patologie organiche vengono escluse,si può' pensare a un problema psicosomatico,il cosiddetto bolo isterico,caratteristica patologia ansiosa ad estrinsecazione psicosomatica.
Un cordiale saluto
Dr. Gaetano Pinto