Utente 253XXX
Buonasera.

Presento una richiesta di consulto che riguarda mia nipote, figlia di mia sorella 39enne.
La bambina ha 16 mesi e gode di ottima salute, è sveglia e vivace e anche piuttosto precoce per la sua età.
E' svezzata da quasi un anno, mangia praticamente di tutto e ormai quasi da sola.
Rifiuta però il latte vaccino (pur mangiando formaggi e yogurt) e il motivo è presto detto.

Mia sorella, con l'appoggio entusiasta della sua pediatra, continua ad allattarla al seno due volte al giorno.
Mi rendo conto che queste poppate rivestono ormai praticamente solo la funzione di coccola, dato che mia sorella ha ovviamente pochissimo latte, il quale è prodotto - credo - soltanto grazie alla suzione della bambina.
Mia sorella, però, è determinata a continuare a offrirle il seno perchè convinta del valore nutrizionale del suo latte (anche se prodotto in modesta quantità) e secondo me perchè condizionata dalla partecipazione ad un forum di madri che come lei allattano i loro figli ormai grandi, o si dispiacciono di non riuscire più a farlo.

Chiedo cortesemente un vostro parere: ha senso continuare ad allattare al seno bambini che hanno superato abbondantemente l'anno di età e mangiano ormai di tutto e regolarmente?
La pediatra di mia nipote dice che alla bambina "non può fare che bene" ma io sono piuttosto perplessa, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto psicologico della questione: mi sembra più un'esigenza della mamma che della bambina e mi domando se non ci sia qualcosa di sbagliato in questo.

Ringrazio chi vorrà darmi il suo parere. Un cordiale saluto.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
non vi è nessuna data fissa per smettere di allattare,ma come giustamente lei ipotizza il latte materno non è in quantità sufficiente alle richieste energetiche e nutrizionali della bambina.Bisogna quindi integrare con latte vaccino,anche per soddisfare il fabbisogno di calcio fondamentale a questa età per la calcificazione delle ossa.
Cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto