Utente 275XXX
Buongiorno, la mia bimba di 4 mesi 10 giorni, da circa 20 giorni non evacua più autonomamente. Mi spiego meglio : fino a circa un mese fa evacuava regolarmente anche più di una volta al giorno, poi ha avuto un periodo durante il quale ha mangiato di meno ( la allatto al seno) ed in coincidenza con questo ha cominciato ad evacuare con difficoltà anche se sempre con feci molle ma più dense e cremose rispetto a prima.
All'inizio l'ho stimolata con il termometro dopo tre giorni che non scaricava e subito si è' abbondantemente liberata. Poi la stimolazione non ha più avuto questi brillanti risultati ed infatti l'altra sera dopo un pianto disperato, inusuale per lei, ho utilizzato un microclismi che ha fatto effetto.
Da circa dieci giorni ho cominciato a darle un po' di frutta, perlopiu mela o pera in vasetto o cotta da me proprio per cercare di produrre un effetto lassativo.
Quando ha avuto quell'episodio di pianto aveva mangiato una quantità maggiore rispetto alle altre volte di mela cotta da me e frullata con il minipimer.puo' aver inciso nel pianto la grande quantità ?
Oggi dopo due giorni dal microclisma ancora non scarica ne sembra sforzarsi.
La bimba in realtà sembra stare bene però non evacua.
Il pediatra ha ipotizzato o il ricorso al lattulosio ( che però ho paura provochi le coliche) o aspettare qualche giorno e introdurre pappe e brodini di verdure che potrebbero sbloccare la situazione .
Le mie domande sono le seguenti:
- se le feci continuano ad essere molli o al massimo cremose pur senza sforzi apparenti della bimba per evacuare, può essere stipsi o dischezia?
- può essere normale che non la faccia per tre quattro giorni e poi essere costretti a ricorrere astimolazione/ microclismi?
- se decidessi di usare il lattulosio oltre a far aria nel pancino può provocare dipendenza?
- quale potrebbe essere una strategia per risolvere questo problema?
Grazie mille per le risposte che vorrete darmi.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
bisogna valutare se il quantitativo di latte che assume è sufficiente,potrebbe trattarsi di una stipsi da fame.Per quanto riguarda l'uso delle pere cioè delle fibre, questo è controverso, in quanto la stipsi è spesso dovuta a rallentamento del transito rettale ed inoltre è presto per un divezzamento, con aggiunta di alimenti diversi dal latte.Può aiutare dare un poco di acqua tra le poppate e l'uso del lattulosio come consigliato dal suo pediatra.E' preferibile non stimolarla col termometro per non irritare la zona anale,al limite può usare occasionalmente il sondino rettale adeguato all'età,morbido e impregnato di olio di oliva,per stimolarla quando si verifica una evacuazione difficoltosa,per presenza di feci dure;senza introdurlo troppo all'interno.
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 275XXX

Buongiorno Dottore, ora il quantitativo di latte sembra essere tornato nella norma.
Mangia di nuovo volentieri, fa circa 5 poppate al giorno ed aumenta di peso circa 90-100 gr a settimana. Consideri che alla nascita pesava 3560 ed ora a 4 mesi e 10 giorni ne pesa 6620.
Potrebbe essere normale a quest'eta' che evacui ogni 3 giorni?
Come le dicevo le feci non sono mai dure, per quello non sapevo se usare il lattulosio per paura di coliche o dipendenza. Il lattulosio ne crea?
È soprattutto dopo quanto devo provare a stimolarla con il sondino? Le chiedo questo perché la bimba in realtà non si sforza per evacuare ne sembra essere particolarmente disturbata dall'assenza di evacuazioni ed inoltre bagna quei 5 pannolini al giorno.
La ringrazio infinitamente e le auguro una buona giornata.