Utente 339XXX
Egregi Dottori, ho un bimbo di 4 anni, da settembre abbiamo iniziato con tosse grassa diurna e nottura, e febbre una volta al mese settembre ottobre e novembre.
Poi a febbraio ha avuto la varicella.
Settimana scorsa ha iniziato con vomito e inappetenza e la pediatra mi parlava di rotavirus prescrivendomi fermenti lattici e indusil, poi venerdì è arrivata la febbre 39.
Visto che la febbre ritornava alta di sera sono andata in ospedale sabato e la pediatra mi ha detto che si trattava di adenovirus poichè ha anche tosse grassa e occhi arrossati con secrezione giallastra. La dott. mi ha confermato i fermenti e mi ha aggiunto degli spray nel distanziatore.
Ci tengo a precisare che non posso fargli aereosol perchè ha subito fuoriuscita di sangue dal naso.
Sono molto preoccupata per questo alternarsi frequente di malanni.
Quadro clinico attuale: da due giorni senza febbre. Tosse molto grassa. Inizia a grattarsi l'orecchio destro. Appetito mediocre
Vorrei capire da dove devo iniziare .....

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, la tosse è un sintomno di molte malattie, alcune gravi , alcune banali. Pertanto è ben difficile esprimersi senza poter visitare direttamente il caso.
Il bambino , peraltro, si é già sottoposto alle indagini e alle cure del caso, e poiché il problema perdura, le suggerirei di considerare anche un aspetto che spesso può sfuggire, cioé la presenza di uno schema respiratorio abituale di tipo orale. Lo schema respiratorio che abitualmente si impiega può essere di tipo orale o nasale. Il più corretto a riposo prevede l’impiego della via nasale. La presenza di uno schema respiratorio orale può avere riflessi significativi anche sull’ insorgenza della Tosse Cronica, specie se il paziente presenta una particolare sensibilità e iperreattività dei recettori della tosse.
In presenza di uno schema di Respirazione Orale Primaria (ROP) una considerevole quota di aria inspirata salta il fisiologico filtro costituito dall'epitelio nasale ciliato e investe, non preriscaldata e umidificata nelle fosse nasali e nei seni paranasali, la mucosa faringea. Oltre a favorire l’irritazione di quest’ultima con meccanismo fisico, la mancata filtrazione nasale favorisce l’introduzione di agenti patogeni e allergeni di vario tipo, anche perché il transito orale aggira il filtro costituito dalle difese ( interferon, macrofagi e trasporto muco ciliare) , presente nelle mucose rinosinusali. In questi casi il paziente durante il giorno sta abitualmente con la bocca semiaperta (anche di poco) , e di notte tende più facilmente a russare.
La malocclusione dentale e la malposizione mandibolare sono spesso alla base dell’instaurarsi di uno schema respiratorio orale. Lo schema respiratorio non costituisce una caratteristica fissa di un soggetto, ma può variare anche spontaneamente nell’arco della giornata e delle sue condizioni psicofisiche, e, sopratutto, costituisce un parametro fisiopatologico modificabile con adeguato trattamento.
Il ripristino di uno schema respiratorio nasale, ottenibile con l’applicazione di dispositivi endoorali di tipo ortodontico, comporta una ricaduta respiratoria positiva a vari livelli, compresa la Tosse Cronica. Inoltre la profilassi attuata con il ripristino delle difese respiratorie che le vie aeree nasali assicurano non può che riverberare positivamente sulla salute respiratoria generale. Per tutto ciò le consiglierei di consultare anche un dentista esperto in problemi respiratori.
Se ha tempo , dia un’occhiata agli articoli qui linkati, nell'ipotesi lei possa riscontrare elementi di somiglianza con il caso del suo bambino.
Cordiali saluti ed auguri.

www.studiober.com/pdf/Tosse_Medico_Pediatra.pdf
http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/983/Problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca
http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 339XXX

Egr. Dottore,
la ringrazio per la sua chiarissima risposta.
Le dico che il mio bambino molte volte respira di bocca, specialmente di notte.
L'altra notte non ho dormito perchè continuava a respirare con la bocca e ad un certo punto tossiva, spesse volte russa anche se si appisola di giorno. Poi si sveglia con la voce rauca.
L'otorino al quale mi sono rivolta mi parlava di un ingrossamento di adenoidi e tonsille, ma nessuno mi spiega la causa.
Ho scaricato il pdf dell'articolo e mi accingerò a leggere con attenzione al ritorno dal lavoro.
Egr. Dott. se volessi accertarmi che si tratti realmente di una malaocclusione o altro mi può consigliare un suo collega nella provincia di Napoli o Salerno??

Grazie Dottore confido in lei che mi ha fatto aprire gli occhi.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, quasi sempre si pensa che l'ipertrofia adenotonsillare provochi la respirazione orale, ma è anche assai spesso possibile che sia la respirazione orale primaria a provocare l'ipertrofia adenotonsillare, tanto è vero che le adenoidi possono recidivare.
Veda anche questo articolo:

https://www.medicitalia.it/minforma/Pediatria/1400/Adenotonsillectomia-nel-bambino-si-o-no

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 339XXX

Grazie ancora Dottore,
io le chiedo una cortesia, lei mi può mettere sulla strada da dove iniziare, quali indagini effettuare e a chi rivolgermi....
Vorrei venire da lei ma la distanza mi blocca un pò.
Mi aiuti non so da quanti dottori e specialisti ho portato mio figlio senza beneficiare di nessun risultato.
Adesso dopo 5 giorni di antibiotico e 6gg di bentelan ho paura che inizi tutto d'accapo.
La cura che mi ha dato l'otorinolaringoiatra è:
Zaditen 3.5mm mattina e sera
Singulair 1 bustina sera
e la pediatra mi ha dato "leucodif" 1 al giorno x 14gg da ripetere x 3mesi.
Ma risentendo l'otorino per il problema del naso chiuso lui mi ha detto di usare "Rinelon spray"...risolverò?
Non posso usare troppi cortisonici o aereosol perchè il mio bimbo soffre di emorragie al naso spesso.....anche adesso....gli sto dando "Leovital" mirtillo e una crema di cui non ricordo bene il nome tipo "emostax" una cosa del genere.
Attendo con ansia una sua risposta.

Grazie per la cortesia e disponibilità

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora , credo che di indagini ne abbia già fatte abbastanza. Se ritenesse di provare la strada che ho proposto, in prima battuta sarebbe necessaria una semplice visita specialistica presso un dentista esperto in problemi respiratori e nel sonno.
Credo che via rete non si possa dire di più.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6] dopo  
Utente 339XXX

La ringrazio per i suoi preziosi consigli

Saluti