Utente 367XXX
Buon giorno,
mi trovo a scriverle perchè ormai non so più che fare.
Premetto che la mia gravidanza è stata un pò atipica, soffro di endometriosi e ipotiroidismo e omocistenimia in omozigosi e nonostante tutto ho avuto una gravidanza naturale ( a 34 anni ) , in questo periodo però ho sofferto molto di violenti vomiti fino al 6/7 mese di gravidanza perdendo circa 8 kg e rimettendoli a fine gravidanza circa 6kg.
La mia bimba ha sempre avuto problemi di crescita in gravidanza con un arresto finale che mi ha portato a indurre il parto al termine della gravidanza avendo anche poco liquido amniotico.
La bimba è nata di 2,675 kg con un calo che l'ha portata a 2,380 e dimissione a 2,400kg.
Da quando siamo tornati a casa la bambina è sempre cresciuta poco ( circa 80 gr a settimana , a volte nel migliore dei casi 120 gr). Ora ha 2 mesi e 15 gg e pesa 3,780kg. La pediatra mi assilla per il peso e io non so più che pesci pigliare. L'allattamento è al seno, ma a volte tendo a dargli ( o meglio cerco perchè mi rifiuta il biberon e si fa venire i conati di vomito) l'aggiunta con il biberon o del mio latte o con latte artificiale ma con scarsi risultati.
La bimba sembrerebbe sana, rosea tranquilla ( no apatica ) piange e si fa sentire quando ha fame, dormo poco di giorno ( fa dei pisolini di 30/ 45 min ) mentre di notte dopo l'ultimo pasto attorno alle 23 tira fino alle 6 della mattina.Conto all'incirca 8 pasti al di, tentando di farne uno ogni due ore.
Inoltre a seguito di ulteriori accertamenti abbiamo scoperto che la bimba è cardiopatica afetta da un difetto interatriale ostium secundum ampio, con shunt sx-dx discreto compnso cardio circolatorio.
A tutto questo si aggiunge il fatto che la pediatra due settimane fa mi ha detto che la bimba si comporta come un neonato dismaturo e ha un ritardo neuropsicomotorio ( non riesce ad agganciare lo sguarda, non fa sorrisini e non alza ancora la testa)....
Sono andata nel panico totale, pensando che mia figlia fosse una specie di ritardata mentale...( effettivamente di rado mi guarda negli occhi ma se mi allontano da lei mi segue con lo sguardo e se accendo la tv gira subito la testa per guardarla)
e così mi è stata prescitta una ecoencefalografia e un consulto neuropsichiatrico.
L' appuntamento per l'eco è per fine gennaio mentre la neuropsichiatra ha detto che è ancora troppo presto per fare una visita....
Non so come comportarmi, vorrei conoscore il suo parere soprattutto per quanto riguarda l'allattamento e il peso della mia bimba.
Grazie mille in anticipo per la sua disponibilità...
Da una mamma molto preoccupata..

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Sarebbe opportuno controllare proprio gli ormoni tiroidei perché è vero che si fanno gli screening neonatali.... ma alla nascita l'aumento dell'ormone è quasi fisiologico per consentire ai piccoli di adattarsi; poi cala e dopo 3-4 settimane si stabilizza...e se c'è anamnesi materna di problemi tiroidei, inutile dire che dovrebbe essere ridosato per sicurezza.

Dal momento che lei ha avuto ipotiroidismo e da quanto mi dice sembra che la piccola abbia un rallentamento psicomotorio...mi sembra logico controllare ...prima della visita neuropsichiatrica (??????) gli ormoni tiroidei.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 367XXX

Buon giorno,
la ringrazio sin da subito per la sua celere risposta.
Il risultato degli esami del sangue di mia figlia è risultato negativo per quanto riguarda la tiroide , ematocrito basso ( 31.8 anzichè 32) piastrine alte (442 anzichè 400), linfociti (50.2 anzichè 50) e ferrettina alta ( 269 anzichè 150).
Nel mentre le è stata fatta anche una ecografia transfontanellare che è risultata a posto.
E' comparso un nuovo sintomo in questi giorni, fissando in basso con gli occhi mia figlia inizia a muoverli velocemente su e giù e la pediatra al telefono mi ha detto di farlo notare alla neuorospichiatra e lo ha chiamato nistagamo.
Settemina scorsa la neuropsichiatra mi ha detto che mia figlia ha poco tono muscolare che fa fatica ad agganciare lo sguardo ( da vicino, da lontano fa molta meno fatica) che dovrebbe fare esercizi per alzare il capo e per la vista e mi ha anche prescritto una visita dall'oculista, ha detto che voleva una eco transfontanellare e mi ha chiesto se in famiglia c'erano episodi di ritardo mentale.
A questo punto sono nella confusione più completa, sto ciondolando da uno specialista a un altro senza risposta..... mia figlia è ritardata??? o semplicemnte ha i suoi tempi?...perchè non cresce tanto e questo nuovo sintomo mi deve far preoccupare?
Spero di essere stata abbastanza precisa nella descrizione.
Grazie
Buona giornata e buon lavoro

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Ancora è piccola, fino ad ora distingue il movimento e i toni chiaro-scuri !! La visione comincia a diventare centrale dal terzo mese, in genere, e a maturare piano piano. Cominciano a guardarsi le manine e piano piano varie funzioni si sviluppano a differenti velocità. Il picco è nell'arco che va dal 2° al 6° mese, quindi non abbiate fretta. La ferritina per la sua età è di poco aumentata (VN 200), al primo anno è 140.

Provi a seguire qualche consiglio sull'allattamento e stia serena, la porti a controlli regolari e non si faccia prendere dal panico. Stimoli la sua attenzione con suoni, oggetti colorati, la metta a pancia in giù sul materasso cercando di attirare la sua attenzione verso l'alto. La rassicuri con il suo abbraccio quando l'allatta e non stia apensare se mangerà o meno perché loro sono delle spugne ed assorbono tutto lo stress e le ansie delle persone con cui sono più strettamente a contatto.

Cordiali saluti e Buon Natale


https://www.medicitalia.it/blog/pediatria/919-allattamento.html