Utente 904XXX
salve bimba anni 5 faringite streptococcica positivo al test veloce dal pediatra,presritto augumentin 10 giorni,dopo il primo giorno già sparita la febbre. premesso che frequenta l'asilo a marzo ha già avuto la stessa cosa curata in ugual maniera,io e mia moglie facemmo anche noi test ,risultati positivi ,ci curammo con antibiotico secondo antibiogramma.
anche questa volta sia io che mia moglie siamo risultati positivi con una carica bassissima:rispettivamente 10^3 10^2 streptococco beta emolitico,le chiedo se è necessario fare la cura anche con carica così bassa, o permane il rischio di ricontaggiare la bimba.inoltre da marzo ad oggi 2 episodi( la bimba)è un lasso di tempo preoccupante?infine avendo già preso augumentin a marzo sarà efficace per la bimba anche questa volta? la ringrazio per la risposta e la saluto augurandole buon natale.

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,

occorre eradicare lo streptococco Beta emolitico, quindi la terapia va fatta fino a sua scomparsa dal tampone ed anzi perfino proseguita ancora per un pò, sempre controllando che non si sia nel frattempo sviluppata resistenza perchè lo strepto è molto abile in questa "strategia" di sopravvivenza.

Il mio parere è che conviene fare terapia iniettiva, laddove possibile, perchè l'assorbimento è meno soggetto ad interferenze ed è quindi più sicuro che la dose giusta sia assorbita, magari ricorrendo a forme deposito, se lo strepto ne risultasse sensibile.

La somministrazione per bocca va comunque fatta calcolando i milligramnmi pro chilo in modo preciso, solo così si è certi che il livello di antibiotico sia quello necessario ad essere efficace.

Il contagio è possibile ma per lo strepto vale maggiormente la ricettività/vulnerabilità individuale all'infezione più che il contagio.

Per la vulnerabilità spiccata alle infezioni conviene controllare anche lo stato delle immunoglobuline e un controllo generale degli altri valri di laboratorio.Consiglio di associare alla terapia antibiotica anche una polivitaminica.

Cordiali saluti
Dr.ssa Agnesina Pozzi

[#2]  
Dr. Alfonso Collana

24% attività
0% attualità
8% socialità
SCIACCA (AG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Purtroppo i portatori faringei di streptococco beta emolitico di gruppo A sono circa il 10 % dei bambini dopo un corretto trattamento.
Al termine della terapia antibiotica non è necessario di norma sottoporre il bambino ad accertamenti colturali, NE’ TANTOMENO INDIVIDUARE E TRATTARE I PORTATORI.
Eccezioni sono: epidemie streptococciche;
Storia familiare di malattia reumatica o reumatismo articolare acuto;
Alta frequenza di infezione streptococcica all’interno della famiglia.
Solo in questi casi si fa la terapia e il trattamento più efficace per l’eradicazione dello streptococco è la clindamicina per bocca per dieci giorni alla dose di 20 mg/Kg/al giorno in tre somministrazioni ricordando che la dose massima è di 1,8 grammi al giorno.
Vanno eziologicamente ritestate e trattate in maniera diversa dalla prima le infezioni dopo pochi giorni dalla sospensione dell’antibiotico (che in prima battuta attualmente è l’amoxicillina ad almeno 50 mg/Kg al giorno in due-tre somministrazioni al giorno per dieci giorni), con l’amoxicillina + acido clavulanico o con la clindamicina.
A volte negli ultimi quattro giorni se le infezioni sono ravvicinate e frequenti è necessaria l’associazione con la rifampicina a 15/mg/Kg al giorno in monosomministrazione.
Quindi credo non è preoccupante che Sua figlia abbia contratto nuovamente (I° episodio nove mesi fa) l’angina streptococcica se non ci sono le condizioni che ho descritto prima.
L’augmentin al giusto dosaggio e per dieci giorni sarà sicuramente efficace.
Saluti.
Dr. Alfonso Collana

[#3] dopo  
Utente 904XXX

La ringrazio per la esaudiente risposta,non ci sono casi in famiglia di patologie da streptococco,ad oggi però la bimba si è raffreddata 2 giorni dopo la fine della cura antibiotica,naso che cola qualche linea di febbre 37'1 credo però dall'alto della mia ignoranza in materia che sia una sintomatologia di carattere virale che non centri niente con lo streptococco,mi darebbe conferma?
la ringrazio per la sua disponibilità e colgo l'occasione per augurarle un buon natale.
Michele 71

[#4]  
Dr. Alfonso Collana

24% attività
0% attualità
8% socialità
SCIACCA (AG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Molto probabilmente è di natura virale, come Lei dice, specie se il muco dal naso non è verde ma di "colore" trasparente.
Dr. Alfonso Collana