Utente 104XXX
GENTILE DOTTORE, LA MIA BAMBINA HA APPENA COMPIUTO 5 ANNI, FREQUENTA IL SECONDO
ANNO DI MATERNA , DOPO DUE ANNI DI NIDO.
PREMETTO CHE E' NATA SOTTOPESO E ANCORA OGGI FISICAMENTE MOLTO ESILE.
HA DIFFICOLTA' A PRONUNCIARE LE LETTERE R, C (CANE), MENTRE LE ALTRE LETTERE
SONO ABBASTANZA BEN PRONUNCIATE. I DENTINI SUPERIORI TENDONO A PROTENDERE LEGGERMENTE IN AVANTI. ATTUALMENTE HA GIA' PERSO UN INCISIVO SUPERIORE.
IN FAMIGLIA NON ABBIAMO AVUTO PROBLEMI DEL GENERE, NON PARLIAMO IN DIALETTO, NEPPURE I NONNI.
VORREI CHIEDERLE SE SIA CONSIGLIABILE A QUESTA ETA' UNA TERAPIA LOGOPEDICA O SE LA SI POSSA AIUTARE CON SEMPLICI ESERCIZI/GIOCO O ALTRO. GRAZIE MILLE.

[#1]  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se fosse in Francia la r non sarebbe un problema, se fosse a Firenze, idem per la c. Essendo a Milano come sarà?
A volte alcuni bambini mantengono difficoltà di pronuncia simili fino a epoche in cui la maggioranza degli altri le ha superate. Quasi sempre è solo questione di tempo. Comunque una valutazione NPI e (dopo) logopedica non dovrebbero essere traumatiche e possono dirimere il dubbio. Penso si possa comunque vedere come va quest'anno, visto che dovrebbe iscriversi alla prima elementare nel 2010, se capisco bene. Non c'è fretta, anche perchè mi par di capire la bimba è in evoluzione positiva, globalmente. Quando ha cominciato a camminare, parlare, controllo sfinterico. L'esilità fisica è legata a difficoltà alimentari? Ci sono difficoltà di separazione, dorme da sola? (la valutazione del linguaggio, pur in un problema di pronuncia, va sempre fatta insieme a una valutazione globale dello sviluppo psicoficico)
Cordialmente
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/

[#2]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, quello che mi spinge a scrivere, pur non essendo pediatra, è un sospetto derivante dalla descrizione che lei da dei "dentini sporgenti in avanti".
Il sospetto è che ci sia un palato stretto, e conseguentemente una difficoltà respiratoria dal naso.

E' solo un sospetto, forse infondato, ma converrebbe, secondo me, indagare rivolgendosi ad un ortodontista esperto in bambini.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)