Utente 737XXX
Buongiorno,vi scrivo per mio padre.Ha 65 anni,è un trapiantato di rene da 3 anni per patologia rene policistico.Ha subito un infarto,con inserimento dello stent.A distanza di un anno,gli è stato cambiato il primo stent ed inserito un secodno.A maggio di quest'anno ha iniziato ad avere febbre che per i primi periodi oscillava tra i 37.5/38,curati con antibiotici.Ad agosto dopo aver accusato un intenso dolore al lato sinistro della spalla,tanto da mozzargli il fiato è stato ricoverato con 39 di febbre al reparto infettivologo,dove da un esame iniziale non hanno riscontrato alcuna patologia,e in conclusione hanno riscontrato broncopolmonite trascurata,embolia polmonare in quanto in seguito ad una tac haano riscontrato presenza di trombi che già stavano sciogliendosi.Dimesso con cumadin.Il mese scorso si è presentata nuovamnete la febbre,ha preso antibiotico ed è passata. A distanza di venti giorni,di nuo febbre scomparsa senza antibiotico.La settimana scorsa nuovamente la febbre si è presentata,dura tre gironi e scomapre solo con tachipirina.Ieri sera,27 novembre,torna la febbre e stamattina ha iniziato l'antibiotico.Ovviamente in tutto questo periodo ogni volta che aveva febbre veniva sottoposto a radiografia toracia. Cosa ci consigliate? Vi rigrazio per l'attenzione e spero in una vostra risposta.

[#1] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Cara signora
allora andiamo con ordine.....
i punti da chiarire sono:

A)Da quello che scrive c'e' un po di confusione e non ci sono dati precisi utili ad una interpretazione di questa febbre....
B)Non e' stato chiarito dopo il trapianto renale...l'attuale stato di competenza del sistema immunitario di suo padre
c)L'eventuale risoluzione completa di una presunta embolia polmonare(perche' non si dimette un paziente da un reparto ospedaliero dicendo i trombi si stanno gia' sciogliendo).
D)gli eventuali referti delle radiografie del torace di volta in volta eseguite.....
E) l'eventuale situazione ematochimica....i valori dell'emocromo ed eventualmente del QPE e ves fibrinogeno didimero etc etc etc...

Beh....confesso che probabilmente il caso puo' essere piu' complesso nella gestione di quanto potrebbe superficialmente apparire...il problema della febbre va affrontato in modo ...preciso e dal mio punto di vista multidisciplinare anche perche' va chiarito....con efficacia e concretezza....che tipo di problematiche avrebbe lasciato nel polmone questa presunta embolia...
secondo, se ha o meno dei chiari focolai......
Sarebbe utile effettuare in caso di persistenza della febbre una broncoscopia con broncoaspirato....selettivo della zona di polmone interessata.....

Inoltre il mio consiglio e' quello di affidarsi se la febbre dovesse persistere nonostante gli antibiotici piu' che ad un singolo medico ....ad un centro attrezzato e dotato di una equipe multidisciplinare...magari ricoverandolo per qualche giorno...al fine di dare risposta...al suo problema in maniera concreta...

Se ha bisogno di qualsiasi consa non esiti a contattarci ci faccia sapere....
Cordiali saluti......
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli