Utente cancellato
Da dicembre scorso ho fatto due focolai al polmone destro..Ho preso una marea di antibiotici e ho passato tutto dicembre(tutto,ogni giorno)e inizio febbraio a prendere pastiglie su pastiglie per debellare l'infezione(ovviamente su controllo e consiglio del pneumologo).Fatto sta che sono uscito pochissimo tra dicembre gennaio e febbraio,solo brevi uscite in macchina e poi ambienti chiusi come centri commerciali e basta.ho perso 62 giorni di scuola e ben 13 kili in tre mesi(e ne vado fiero perchè ero sovrappeso).Ieri pomeriggio qui a torino c'era un bel sole ma un pò di aria,non ci ho fatto caso anche perchè ho pensato che ormai ero guarito e il mio corpo si deve comunque abituare ad uscire all'aria aperta,non solo uscire(accompagnato in macchina da mio padre andata e ritorno)per andare a scuola e per fare 4 passi.sono uscito per un oretta a fare una passeggiata e poi sono subito rientrato.
Risultato:forte mal di pancia e una leggera sensazione di respiro corto,un peso sul torace che mi da un senso di compressione quando sono sdraiato.Mi faccio portare al pronto soccorso perchè dopo tutte queste malattie,ho pensato subito al peggio di nuovo(le due polmoniti devo dire che mi hanno fortemente condizionato psicologicamente,ho paura di ammalarmi e di patire il dolore delle malattie ogni volta che esco,finchè non arriverà veramente la bella stagione.)
Mi hanno detto che ero a posto dagli esami del sangue,solo i globuli bianchi a 10 mila mentre la proteina C reattiva era di 0.9.
Vi volevo chiedere:Come faccio a ritornare "normale"?Sto già prendendo Ismigen una volta al giorno(per 10 giorni ogni 3 mesi)su consiglio del pneumologo per rinforzarmi..Altri medicinali che possono difendermi e "ricostruire" il mio sistema immunitario?Il prossimo inverno sarà di nuovo un incubo come questo?Pensate che lo scorso inverno poichè abitavo in un altra casa mi svegliavo alle 6 di mattina per andare a scuola,e prendevo 3 pullman,andata e ritorno,ogni giorno con la neve col gelo con la pioggia..E mi sono preso solo due raffreddori non gravi che ho curato con fluimucil e basta.Quest'inverno invece mi sono fatto Rocefin,Levoxacin,Flontalexin(mi pare si chiami così)e Ciproxin.
Per favore Dottori non so più cosa fare,i miei amici giocano a calcio sotto la pioggia quando ci sono 2-3 gradi e io ora mi ammalo solo per una passeggiata(capisco che il mio corpo non è più abituato però che posso fare per tornare "normale"?).Sono giovanissimo ho 18 anni per favore consigliatemi qualcosa per uscire da questa campana di vetro grazie mille..

[#1] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile amico........
Leggendo il tuo consulto, anche e soprattutto per l'impossibilita' di visitarti direttamente non posso darti indicazioni concretamente utili a ridarti la forma fisica a cui aspiri......

Per curiosita' mi sono andato a vedere i precedenti consulti....e ritengo...che piu di un approccio pneumologico...tu avresti bisogno di parlare con il tuo medico di famiglia sull'eventualita' di una visita specialistica Psichiatrica.....

Al fine da valutare ed eventualmente curare alcune manifestazioni emotive comportamentali che certamente
modificano in modo concreto e certamente in negativo la tua esistenza......

Spero che tu ascolti il mio consiglio....ti saluto e se hai bisogno non esitare a sciverci......
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#2] dopo  
125916

dal 2012
Gentile Dottore Cesaro,la ringrazio per la sua risposta.
Ma io mi chiedo:come è possibile che in tutto questo centri la psicologia?Cioè se esco e mi ammalo facilmente,non è dovuto alla mia psicologia,ma bensì al mio corpo,penso...

[#3] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
La malattia e' un evento ben preciso e che ha dei chiari fondamenti medici...., ognuno puo' percepire un proprio stato di salute che puo' essere piu o meno attendibile in funzione della soglia di dolore e di sopportazione di molti sintomi che ogni persona soggettivamente possiede...

Tradotto in parole semplici......, una tua fragilita' psicologica, non ti rende malato, ma fa si certamente che tu possa sentirti malato quando realmente non lo sei......

Leggendo i tuoi precedenti consulti sono arrivato alla conclusione che i tuoi problemi possono non dipendere da un concreto problema organico...a qualcosa di psicologico...

In genere questo tipo di problemi, vengono affrontati e spesso risolti dai medici psichiatri...con apposite terapie specialistiche e farmacologiche.

In ogni caso....il tuo medico di famiglia...che conosce ampiamente e dettagliatamente la natura dei tuoi problemi
potra' certamente consigliarti in modo adeguato......

Se avessi pero' bisogno di qualche consiglio supplementare, anche e solo per il fatto di essere rassicurato su cose semplici che possono preoccuparti...
non esitare a scriverci....faremo il possibile per aiutarti per quanto a noi possibile.....

ti saluto
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli