Utente 136XXX
Buongiorno! Sono Roberto da Genova....Come vedete dagli ultimi consulti che vi ho chiesto vi ho già parlato di mio padre che purtroppo è affetto da asbestosi.

il giorno 16/02/2007 (con accesso da PS) hanno eseguito un rx torace con il seguente referto:
ISPESSIMENTI PLEURICI PARIETALI, PARACARDIACI E DIAFRAMMATICI DA PROBABILE ASBESTOSI PRESENZA DI PM A DX NON SIGNIFICATIVI LIVELLI DI IA NE SEGNI DIA RIA LIBERA NEL PERITONEO.

ieri il medico di base ha voluto farci fare un rcx di controllo che ha dato il seguente referto:
ISPESSIMENTI PLEURICI PARIETALI E DIAFRAMMATICI BILATERALI CON PLACCHE CALCIFICHE DA ASBESTOSI. FIBROSI INTRERSTIZIALE ED ENFISEMA CUORE INGRANDITO PRESENZA DI PM A DX.

Secondo voi vi è stato un peggioramento dal punto di vista dell'esame? Appena i medici mi riceveranno porterò tutto in Pneumo...ma volevo conoscere un vostro parere....

In qs giorni papà sta bene (è in ossigeno terapia a 2 l/m 24/24)...nel senso che no ha particolari sintomi e qs referto mi ha lasciato un pò perplesso....in nessun altro rx fatto si parla di fibrosi interstiziale ed enfisema....

grazie dottori!!! e buona giornata

Roberto.

[#1] dopo  
Dr. William Pedroli

20% attività
0% attualità
0% socialità
BAREGGIO (MI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
La lettura della seconda lastra non è corretta in quanto un radiologo non puo' fare diagnosi, si deve limitare a descrivere cio' che vede, solo il clinico con l'ausilio dell'rx puo' porre diagnosi.

[#2] dopo  
Utente 136XXX

Grazie Doc!

Ma non capisco una cosa....La diagnosi fatta dal radiologo sarebbe quella di fibrosi interstiziale ed enfisema? nel senso che qs due reperti non si "vedono" dalle lastre e quindi sono "ad interpretazione" ?

Perchè per la diagnosi di asbestosi il radiologo è stato supportato anche da anamnesi fatta a papà prima di effettuare la lastra.

Grazie e buon lavoro.

[#3] dopo  
Dr. William Pedroli

20% attività
0% attualità
0% socialità
BAREGGIO (MI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
esattamente

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Se la diagnosi di asbestosi è certa e il papà ha svolto una mansione a rischio (documentato), la malattia ed eventuali complicanze potrebbero essere riconosciute di origine profesisonale dall'INAIL e quindo avrebbe diritto ad una rendita.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#5] dopo  
Utente 136XXX

Salve dott.Golia!

La diagnosi di asbestosi è certa! Infatti papà riceve una rendita...lo sa quanti punti di invalidità ha papà....15!!

Non le raccconto tutte le battaglie però visto che è stato cosi gentile a rispondere al mio quesito le dico solo che qs 15 punti sembravano al medico che segue mio padre irrisori rispetto alla patologia che ha e quindi abbiamo proposto l'aggravamento all INAIL di zona....bene...durante la visita, molto molto superficiale del medico dell'inail, (pensi per auscultargli il torace il medico ha posizionato il fonendo quasi sul collo di mio padre!!! e aveva un orecchio con il fonendo e l'altro libero per ascoltare ciò che diceva la segretaria....)hanno fatto anche l'emogas ed è risultato per un valore (ora non ricordo quale) di 0,1 punto migliore di quello precedente....(peccato che sul referto cè scritto esame eseguito in aria ambiente....ed invece papà aveva l'ossigeno al naso!!!)...insomma aggravamento bocciato!! Ora però attraverso un patronato abbiamo "fatto causa" all'INAIL e aspettiamo la visita presso un CTU nominato dal giudice.....vedremo...grazie e buona settimana....

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Ma percepisce una rendita mensile (secondo le vecchie tabelle Inail) oppure il 15% si riferisce alle nuove tabelle INail (danno biologico - per domande presentate dal 7/2000 in poi)? tenga conto che il 16% darebbe diritto ad una rendita.
Comunque il danno tiene conto, oltre che del criterio radiologico anche del deficit funzionale respiratorio.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona