Utente 196XXX
Salve,
mio figlio, e' stato ricoverato nel 2008 all'eta' di 16 anni
per pneumotorace spontaneo: 2 PNX DESTRO,1 PNX SINISTRO.Fisicamente e' alto
e magro.
Le condizioni del ragazzo durante i ricoveri , sono risultate buone
per cui i medici hanno scelto di procedere con
il trattamento conservativo con osservazione clinica . Le Rx torace
evidenziavano, ogni volta, falda apicale di PNX con spessore di 1 cm.circa
che si sono riassorbite spontaneamente con il riposo.
Dalle due TAC fatte durante il primo e l'ultimo ricovero,non risultavano presenti altre bolle.
Ora mio figlio ha 19 anni,e ne ha avute ancora di recidive, con una media di 2 volte per anno .
Visto le condizioni generali,senza affanno ,abbiamo sempre risolto con il riposo
a casa per qualche giorno, senza rivolgerci alle strutture ospedaliere.

Tuttavvia la cosa non si risolve,anche se qualcuno ci aveva rassicurato che con la crescita tutto si sarebbe sistemato.
Vorrei gentilmente chiedere informazioni circa i tipi di intervento fatti per curare il PNX,se risolvono definitivamente il problema o come mi pare di aver
capito non scongiurano affatto recidive di PNX.
Inoltre se dopo tali interventi permangono dei danni, se il ragazzo puo' tornare a fare una vita normale,praticare qualche sport ,viaggiare in aereo,ecc...oppure
se dovra' affrontare dei "limiti"fisici che le sue condizioni di salute impongono.
E nel caso non fosse scelto l'intervento chirurgico,che danni possono subire
i polmoni?
I pneumotoraci sono destinati a ripresentarsi,o davvero con la crescita si
risolvono?
Esistono altre cure,altre terapie che possano scongiurare altre recidive?
La tosse,le malattie da raffreddamento possono essere responsabili di PNX?
Perche'il PNX si verifica nelle persone di corporatura magra?

Per ultimo e ringrazio per la pazienza,in quali strutture specilizzate in
trattamenti di PNX posso rivolgermi qui' in Veneto?

GRAZIE per la gentilezza





[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Inizierei col rispondere che le malattie da raffreddamento, causando tosse, possono aumentare il rischio di recidiva; andrebbero prevenute effettuando anche banali lavaggi nasali con acqua salina ipertonica, salata come quela del mare (1 cucchiaino di sale da cucina in 200 ml di acqua potabile, 1 bicchiere: 2 - 3 cc per narice al bisogno).
Il pneumotorace è risolvibile chirurgicamente sopo quando è causato dalla rottura di bolle isolate. Nel caso di suo figlio le bolle non sembrerebbero visibili e comunque non causano pneumotoraci conclamati (solo falde d'aria).
Con l'età ci saranno sempre minori possibilità di recidive.
Si sviluppano nei soggetti alti e magri perchè vi è, fisiologicamente, una maggiore pressione negativa intorno ai polmoni, salendo dalle basi agli apici dove pressione dovuta alla forza gravitazionale relativa al peso stesso del pomone è inferiore: nel soggetto alto e magro, la pressione negativa è ancora più alta agli apici e, sviluppando una forza "trazione" maggiore, mantiene il parenchima polmonare più teso, dilatato, quindi meno "elastico". Una sollecitazione su una zona polmonare costituzionalmente più debole e meno elastica (es. una bolla, anche piccolissima, non visibile alla TC), può determinarne la lesione.
Vi conviene, infine mantenere contatti con una chirurgia toracica, la più facile da raggiungere, perchè, pur essendo sempre più difficile che accada, in teoria potrebbe svilupparsi un pneumotorace massivo che richieda una radida aspirazione dell'aria.
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 196XXX

Grazie infinite per la sua cortese attenzione ,Dr. Di Cosimo

Quindi ripetuti pneumotoraci sono trattabili con il riposo sperando che non si ripresentino piu'?
Glielo chiedo perche', ogni volta che mio figlio accusa il
PNX con dolore in sede polmonare, stanchezza, leggero pallore, bisogno di riposarsi e di muoversi il meno possibile,speriamo sia l'ultima e invece puntualmente si
ripresenta(nel momento in cui le scrivo e' in corso l'ultimo pneumotorace)
Cordiali saluti e grazie ancora.