Utente 910XXX
Salve, sono un ragazzo di 30 anni, fumo al massimo 2 o 3 sigarette al giorno, a volte stò anche giorni senza fumare e di solito fumo sempre la sera dopo cena prima di coricarmi. Da anni mi accorgo che durante la notte macchio il cuscino di saliva con chiazze giallastre a volte striate di sangue. Questo episodio è ormai più raro, credo anche per la dimiuzione di sigarette fumate. Ma ora da qualche mese al mattino noto che l'espettorato è giallastro e molto liquido con traccie di sangue a volte quasi irrilevanti a volte più copiose. Durante la giornata il fenomeno non lo avverto. Faccio presente che questo avviene prevalentemente quando mi sforzo di espellere il catarro mattutino anche provocando le così dette "forze di stomaco".
Vi informo inoltre che da anni soffro di acidità di stomaco. Questo sangue può essere dovuto allo stomaco, a sanguinamento gengivale a qualche patologia polmonare anche seria o semplicemente a capillari che si rompono durante l'emissione di catarro? Che tipo di accertamenti dovrei fare? In famiglia non ho casi di patologie tumorali a parte un linfoma comletamente guarito a mia sorella inferiore. Sono molto preoccupato cortesemente datemi qualche indicazione. Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
rispondo inizialmente alla Sua ultima domanda: “Che tipo di accertamenti dovrei fare ?”
Ritengo debba parlarne prima di tutto con il Suo medico curante;
Infatti molte delle ipotesi da lei fatte potrebbero essere la causa dei disturbi riferiti ed alcune essere facilmente identificabili (es. sanguinamento gengivale) con la visita medica.
Inoltre, con la valutazione diretta sarà possibile approfondire la Sua storia clinica (“..soffro di acidità di stomaco..” – gastrite ?, “..durante la notte macchio il cuscino di saliva con chiazze giallastre a volte striate di sangue..” - possibile reflusso gastrico notturno ?) e visitandola (ispezione, palpazione, percussione ed auscultazione) si potranno redimere eventuali dubbi,
Soltanto DOPO sarà possibile indirizzarla, se necessario, verso approfondimenti specifici.

Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli