Utente 511XXX
Buongiorno e chiedo scusa per il disturbo. Durante i lavori di ristrutturazione di casa, ieri per la sostituzione della caldaia, mi sono trovato a rompere la canna fumaria esistente per intubare quella nuova. Mi sono accorto che quello che avevo rotto era una canna fumaria in eternit-amianto. L'esposizione é avvenuta per pochi minuti.
Sono molto preoccupato di aver inalato fibre cancerogene.
Ho bisogno di sapere se esiste un tempo minimo di esposizione .
Anticipatamente ringrazio .

[#1]  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
20% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
PURTROPPO NON ESISTE ALCUNO STUDIO CHE CI DIA QUESTO TIPO DI CERTEZZA... MA OVVIAMENTE UNA ESPOSIZIONE BREVE E DI FIBRE DI AMIANTO GIA' LAVORATE, QUINDI PESANTI, CI DANNO POCHISSIME PROBABILITA' DI MALATTIA, TENENDO CONTO, SOPRATUTTO, CHE LE FIBRE DI AMIANTO DEVONO SUPERARE TUTTO L'ALBERO RESPIRATORIO, ARRIVARE CIOE' NEGLI ALVEOLI E LI' DEVONO ESSERE COSI' SOTTILI, E PARLIAMO DI POCHISSIMI MICRON, DA SUPERARE L'EPITELIO DELL'ALVEOLO, L'EPITELIO DEL CAPILLARE ADIACENTE ED ENTRARE IN CIRCOLO......
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 511XXX

Grazie per la risposta...quindi mi posso tranquillizzare?

[#3]  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
20% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
COME DICEVO, NESSUNA CERTEZZA MA E' PRATICAMENTE INVEROSIMILE CHE POSSA ESSERSI PROCURATO PROBLEMI...
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo