Sto attraversando un periodo della mia vita difficile. Strano a dirlo ma ho paura!

salve,
ho 43 anni, mi hanno diagnosticato una depressione maggiore sono seguito da uno psicoterapeuta che a mio avviso non serve a nulla.
Penso di essere un ragazzo "normale" facevo sport mi piaceva vivere ma molto riservato.
Premetto che non mi drogo, ma fumo parecchio né bevo alcool.

Ho vissuto 20 al nord ma nel periodo lockdown primo attacco d ansia...Paura, paura di stare solo, abbandonato dalla mia famiglia e "forzato"da loro decido di tornare al sud.
Fin qui tutto ok...

Ora ho paura, ho tentato varie volte il suicidio...

Non so più chi sono, mi sembra di vivere in un film o un videogioco, ho perso la mia indipendenza non ho un lavoro, ho paura di morire piango spesso.

Sento di avere tutti i disturbi mentali del mondo, depersonalizzazione, bipolarismo, ansia, dipendenza affettiva, non so più cosa sono diventato, ho paura, paura di prendere psicofarmaci che secondo me complicano le cose, paura di farmi del male o fare del male a qualcuno, ho una rabbia dentro che ho paura ad esternare.

Mi sento un bambino poiché sono tornato a casa dei miei genitori...non ce la faccio più, sono stressato, sento per esplodere, mi dicono che dipende tutto da me, che non devo pensare, ma come si fa a non pensare?

Non ho mai fatto del male ad una mosca perché mi sta succedendo questo?
grazie a chi mi risponde
[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 4k 197 21
Ha una depressione maggiore, che è una malattia. Chiedersi perché succede serve a zero. Ci sono farmaci molto efficaci che curano questi disturbi, che salvano la vita, le percentuali di successo sono molto alte, contrariamente a quello che si dice nei bar e su internet. L'idea che basti la forza di volontà per guarire è dannosa, oltre che inutile.
Prima di ammalarsi, di cancro, di diabete, di depressione, di polmonite, tutti erano sani.
Se inizia a prendere le medicine ora passeranno almeno 3 o 4 settimane prima che ne senta gli effetti. Quando starà bene penserà a questo periodo come a un brutto sogno.
Se lo psicoterapeuta non serve a niente glielo dica, può essere una svolta positiva della terapia.

Franca Scapellato

[#2]
Utente
Utente
sono in cura da un annetto credo, la mia domanda e': come faccio a capire che sto bene?attualmente sto assumendo,anafranil75mg e clozapina chiesi.
Attualmente non lavoro e sono senza soldi"cosa che mi stressa parecchio"fumo molto.
Ho paura.Una domanda la palestra lo sport può' aiutare?poi perché ho questa pressione del tempo che sta per finire?grazie in anticipo per la risposta
[#3]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 4k 197 21
Per valutare come sta (è una valutazione che va poi condivisa con lo psichiatra che la segue) è importante confrontare la situazione di oggi con quella di una settimana fa, o un mese fa. Stava meglio, peggio, uguale? Pensare come stava a prima di ammalarsi in questo momento serve solo a sentirsi frustrato e arrabbiato.
La clozapina è un ottimo farmaco, che in genere si dà dopo aver provato altre terapie. L'anafranil è uno degli antidepressivi più efficaci, ma la dose che assume non è alta.
Per quanto riguarda il fumo le consiglierei di rivolgersi a un centro antifumo dell'asl, perché la dipendenza da nicotina è una delle più difficili da trattare, pensi che solo il 3 per cento delle persone che ci provano da sole riesce a smettere.
L'attività fisica aiuta sia la salute fisica che l'umore se è qualcosa che le piace (o almeno che non l'annoia), se la palestra o il parco o la piscina sono facilmente raggiungibili e se riesce a inserirla in una routine settimanale, per esempio 3-4 volte a settimana. All'inizio la prenda come esperimento; se le fa bene continua, se torna a casa scontento provi qualcos'altro.

Franca Scapellato

[#4]
Utente
Utente
per il lavoro come posso fare che secondo me e' la chiave per superare questo stato depressivo..."parole che mi dice mia mamma"grazie ancora per la risposta.
[#5]
Utente
Utente
per il fumo non credo sia un problema,ho smesso nell arco della mia vita tre volte.
ce la posso fare.Chiedo scusa per la domanda forse saro'ripetitivo,ma l autodeterminazione nel contesto può' aiutare?devo prefissarmi degli obiettivi?o vivere una vita in cui prendere quello che ci offre?
[#6]
Utente
Utente
Premetto che ho un carattere un po infantile...mi emoziono o mi spavento facilmente.
Come capire se si e' guariti?e' ritrovare la voglia di vivere?Credevo a mio avviso che la felicita'fosse mettere su famiglia, cosa che al momento vedo molto ma molto lontano...
[#7]
Utente
Utente
comunque la terapia e' una compressa di anafranil75mg la mattina dopo colazione,
e clozapina 25mg dopo pranzo e dopo cena...a volte ho momenti di vuoti di memoria...capita spesso che dimentico dove ho parcheggiato l auto momenti di solitudine e sensi di perdita di orientamento
[#8]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 4k 197 21
I quesiti che pone qui andrebbero rivolti ai suoi terapeuti, sia allo psichiatra che allo psicologo. Se ha smesso di fumare tre volte è nella media delle persone che non riescono a smettere, è ancora dipendente dal fumo.

Franca Scapellato